Pagina:Castiglione - Il libro del Cortegiano.djvu/349

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

annotazioni. 333


Pag. 133, lin. 22.al medesimo proposito. Così primo il Volpi; le due prime Aldine ad medesimo proposito; le altre quattro a medesimo proposito; il Dolce a un medesimo proposito.

Pag. 133, lin. 23. — Virgil., Æneid. VI, 605, 606: Furiarum maxima juxta Accubat.

Pag. 133, lin. 30. — Verso d’Ovidio, Artis Amatoriae, I, 39.

Pag. 134, lin. 18.Luc. XV, 2.

Pag. 134, lin. 20.Matth. XXV, 20.

Pag. 135, lin. 32. — Monsignor Saba Castiglione ne’ suoi Ricordi insegna, che nel guadare le acque e nel mangiare il cacio si ceda sempre il primo luogo al compagno. Gaetano Volpi.

Pag. 136, lin. 3.Vino, disse uno Spagnuolo alla tavola del gran Capitano, domandando da bere, la qual parola in ispagnuolo può dir anche venne; e Diego de Chignones subito rispose Y no lo conocistes; cioè (come dice il Dolce in una postilla) venne il Messia, e voi non lo conosceste, perchè lo poneste in croce: volendolo così tassare d’occulto ebraismo; come non di rado succede, che in Ispagna alligni tal razza di gente. Gaetano Volpi.

Pag. 136, lin. 6. — Letterato celebratissimo, fu poscia secretano di Clemente VII e cardinale. Serassi.

Pag. 137, lin. 11.le disse. Le Aldine ed altre antiche gli disse, e forse così scrisse il Castiglione.

Pag. 137, lin. 32.talor. Manca nelle Aldine degli anni 1541 e 1547.

Pag. 138, lin. 1.dorargli. Male le Aldine degli anni 1538, 1541 e 1547, dotargli.

Pag. 139, lin. 7. — Il Volpi pensa che qui s’intenda o fra Serafino, del quale, Lib. I, cap. 29, e Lib. Il, cap. 89; o fra Serafino Aquilano, poeta celebre. Ma quel primo era presente, laddove le parole qui se ben vi ricordate alludono a persona morta, o da lungo tempo assente; e nulla v’ha qui che paja alludere al poeta Aquilano. Nè questo Serafino è qui detto frate; e forse non è altri che il medico, del quale più sotto, al cap. 77.

Pag. 139, lin. 26.cavatelo. Così emendò il Dolce; le edizioni anteriori cavatilo.

Pag. 140, lin. 28.molto. Non male le Aldine degli anni 1538, 1541 e 1547, e molto.

Pag. 141, lin. 30.quello che disse. Le Aldine degli anni 1541 e 1547, quella che disse.

Pag. 142, lin. 27.diciate. Così primo il Dolce; le Aldine dicate.