Pagina:Serra - Scritti, Le Monnier, 1938, I.djvu/45

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



Tutta l’Opera di Renato Serra è adunata in questi due volumi. I quattro quaderni della «Voce» erano da tempo esauriti, e chi anche li possiede non potrà fare a meno di questa nuova edizione che s’accresce di ben quindici saggi e di 360 pagine. Oltre ai due scritti giovanili, che aiuteranno a conoscere la formazione dell’ingegno del Serra (Su la pena dei dissipatori e Dei «Trionfi» di F. Petrarca), il lettore troverà, per la prima volta raccolti, l’Esame di coscienza di un letterato, La «Fattura», Ringraziamento a una ballata di Paul Fort, Un nuovo vocabolario latino, Intorno al modo di leggere i Greci, La vita di Giovanna D’Arco, Grammatiche e vocabolari, Il Croce di Prezzolini, Romanzi di Oriani, Le «Storie Fiorentine» del Machiavelli, Francesco Acri, Fra’ Michelino, Partenza di un gruppo di soldati per la Libia.

La divisione e distribuzione nei due volumi risponde a un criterio di scelta. Nel primo sono gli scritti diremo così fondamentali e più finiti e più noti, che aprono e chiudono il ciclo vero della vita del Serra, dal saggio sul Pascoli all’Esame di coscienza. Nel secondo, tutti gli altri, a rinforzo di quei primi, e che aggiungono parecchi tratti alla sua figura, l’arricchiscono e meglio definiscono, e mostrano le forti possibilità del suo splendido ingegno. In ciascun volume gli scritti sono ordinati cronologicamente.