Pender vegg'io cinta di rai Donzella

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pier Jacopo Martello

Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Pender vegg’io cinta di rai Donzella Intestazione 18 marzo 2022 100% Da definire


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Pier Jacopo Martello


[p. 269 modifica]

V1


Pender vegg’io cinta di rai Donzella
     Su i nostri carmi; e chi sarà costei?
     Quella sarà che tutta a Dio fu bella,
     Poichè non fu sì bella altra che Lei.
5Io la conosco al piè sull’Angue, a quella
     D’auree stelle corona in su i capei;
     Già il cor mi vede in sulle labbra, ond’Ella
     Accoglie alta e serena i voti miei.
Nè vita imploro al morto Figlio, o quante
     10Ricchezze a noi l’uno, e l’altr’Indo invìa,
     Nè che al pari d’Omero eterno io cante.
Chieggo che qual fu il primo a Te Maria
     (Se tanto lice) immacolato istante
     De’ miei penosi dì l’ultimo sia.

Note

  1. Alla Beata Vergine.