Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/2878

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 2878

../2877 ../2879 IncludiIntestazione 29 novembre 2014 100% Saggi

2877 2879

[p. 51 modifica] auriscalpium presso Marziale e Scribonio, bijugus e bijugis (ma qui c’entra un avverbio) e altri tali composti con bis, equifěrus ed equisētum presso Plinio il vecchio, fontigenae di Marziano, ignigena, ignipotens, ignipes, gemellipara, mellifer, mellificium, mellificus presso Columella, mellifico e melligenus presso Plinio il vecchio, nidifico presso il medesimo e Columella, nidificium presso Apuleio, nidificus presso Seneca tragico, noctifer e simili, nubifer, nubifugus di Columella, floriparus d’Ausonio, securifer, securiger, nubivagus presso Silio, nubigena (in proposito del quale è da notare che Macrobio nel citato luogo, che merita d’esser veduto, volendo provare come molti epiteti creduti fatti da Virgilio sono piú antichi, recita quel dell’Eneide, VIII, 293. Tu nubigenas, invicte, bimembres, e mostra che bimembris è di Cornificio, ma di nubigena non dice niente, sicché pare che lo conceda per moderno, e veramente nel Forcellini non se ne trova esempio se non d’autori posteriori a Virgilio, il quale appresso il medesimo Forcellini in questa voce non è citato), penatiger d’Ovidio, solivagus presso il Forcellini, [p. 52 modifica], i cui esempi son tolti da Cicerone, e presso il medesimo Cicerone de republica, I, 25, p. 70, edizione romana, 1822; ed altri tali moltissimi (2 luglio 1823).


*   Notate la radice monosillaba di caput (Forcellini, ceps), secondo quello che ne ho congetturato altrove, e di tutti i suoi derivati, ancora in dein-CEPS,1 della qual voce vedi Forcellini (2 luglio 1823).


Note

  1. For-CEPS