Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/4372

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 4372

../4371 ../4373 IncludiIntestazione 16 settembre 2009 75% Saggi

4371 4373

[p. 313 modifica] ec. il famoso combattimento dei 10 italiani e 10 francesi all’assedio di Barletta sotto il Gran Capitano; e quello di un bavaro e di un italiano nel Giambullari, riferito nella mia Crestomazia, p. 23. - Orazi e Curiazi ec. (9 settembre 1828).


*    Hordeum - fordeum. Vedi Forcellini.


*    Alla p. 4350. margine. I sonetti, canzoni ec. ed anche lunghi poemi in istile e forma puerile, di cui abbondavano prima di Dante le lingue volgari, non solo italiana ma francese spagnuola ec., non costituivano e non erano considerati costituire una letteratura. Vedi p. 4413.


*    Alla p. 4356. L’entusiasmo l’ispirazione, essenziali alla poesia, non sono cose durevoli. Né si possono troppo a lungo mantenere in chi legge.


*    Alla p. 4361. Di queste poesie serviane sono state fatte, dopo la pubblicazione di Wuk, delle traduzioni [p. 314 modifica]ed imitazioni in tedesco. Ib. févriere, 1827. art. 156. p. 124. t. VII, Vedi p. 4399.


*    Alla p. 4362. Guillaume-Tell et la Révolution de 1303; ou Histoire des 3 premiers cantons jusqu’au traité de Brunnen, 1315, et réfutation de la fameuse brochure Guillaume-Tell, fable danoise (répétée dans cet ouvrage); par J.-J. Hisely, D.r en philosophie et belles-lettres. In 8° Delft, 1826 (Ib. févriere 1827, t. VII, art. 210, p. 182).


*    Alla p. 4358. Il poeta non imita la natura: ben è vero che la natura parla dentro di lui e per la sua bocca. I’ mi son un che quando Natura parla, ec. vera definizione del poeta. Cosí il poeta non è imitatore se