Esorcismo contro Satana e gli angeli apostati

Da Wikisource.
(Reindirizzamento da Preghiera a San Michele Arcangelo)
Jump to navigation Jump to search
latino

Papa Leone XIII 1884 E 1884 Anonimo cristianesimo cristianesimo Esorcismo contro Satana e gli angeli apostati Intestazione 8 Febbraio 2018 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

[Nota 1: Presentiamo di seguito la traduzione ufficiale in lingua italiana dell' Exorcismus in Satanam et angelos apostaticos, trascritto l'11 Ottobre 1884 da papa Leone XIII in visione diurna e mediante l'ispirazione di San Michele Arcangelo. Le traduzioni in varie lingue furono autorizzate dallo stesso Pontefice e per Suo ordine fatte diffondere in tutta la Chiesa Cattolica, e per alcuni decenni utilizzate da sacerdoti e fedeli.]
[Nota 2: Come si può leggere, è una traduzione letterale, aderente al testo della preghiera che fu scritta in latino, e inserita nel Messale Romano del 1903. Essa, quindi, non tiene conto di alcune riforme liturgiche successive, che, senza modificare o inserimenti, crearono una una nuova versione abbreviata e priva di interi capoversi, omessi dal testo latino e da quello tradotto].

EXORCISMUS IN SATANAM ET ANGELOS APOSTATICOS

[Nota: dove è presente il segno + , deve ssere tracciata una croce (cristiana) con la mano destra, eventualmente mediante un crocifisso di legno asperso con acqua benedetta. Si trovano nei punti più importanti della preghiera, relativi all'esorcismo vero e proprio, per invocare personalmente contro i demoni presenti che procedono sempre da Satana, il singolo inntervento dei Santi del Paradiso e la loro contestuale intercessione presso Gesù Cristo Dio].

Nel nome del Padre, e del Figlio, e dello Spirito Santo 

Salmo 67.

[Si pronuncia stando in piedi].

Sorga Dio, i suoi nemici si disperdano; 
e fuggano davanti a Lui quelli che Lo odiano.
Come si disperde il fumo, si disperdano: 
come fonde la cera di fronte al fuoco, 
così periscano gli empi davanti a Dio.

Salmo 34

[Nota: si pronucia stando in piedi].

Giudica, o Signore, chi mi accusa, combatti chi mi combatte.
Siano confusi e coperti di ignominia quelli che attentano alla mia vita;
Retrocedano e siano umiliati quelli che tramano la mia sventura.
Siano come polvere al vento: quando l’Angelo del Signore li incalza;
Sia la loro strada buia e scivolosa: quando li insegue l’Angelo del Signore.
Poiché senza motivo mi hanno teso una rete per perdermi, 
senza motivo hanno rimproverato la mia anima.
Li colga insospettati la bufera, li catturi la rete che hanno tesa.
Io invece esulterò nel Signore per la gioia della sua salvezza.
Gloria al Padre, e al Figlio, e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora, e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

Preghiera a San Michele Arcangelo 

Gloriosissimo Principe delle celesti milizie, Arcangelo San Michele, diféndici nella battaglia e nel combattimento contro i principati e le potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebre e contro gli spiriti maligni delle zone celesti.  Vieni in aiuto degli uomini, da Dio creati per l’immortalità e fatti a sua immagine e somiglianza e riscattati a caro prezzo dalla tirannia del diavolo. 

Combatti oggi, con l’esercito dei beati Angeli, la battaglia di Dio, come combattesti un tempo contro il caporione della superbia, Lucifero, e i suoi angeli apostati; che non prevalsero, né si trovò più posto per essi in cielo: e il grande drago, il serpente antico che è chiamato diavolo e Satana e seduce il mondo intero, fu precipitato nella terra, e con lui tutti i suoi angeli.

Ma questo antico nemico e omicida si è eretto veemente, e trasfigurato in angelo di luce, con tutta la moltitudine degli spiriti maligni, percorre e invade la terra al fine di cancellare il nome di Dio e del Suo Cristo e di ghermire, di perdere e di gettare nella perdizione eterna le anime destinate per la corona dell’eterna gloria. 

E questo drago malefico, negli uomini depravati nella mente e corrotti nel cuore, trasfonde come un fiume pestifero il veleno della sua nequizia: il suo spirito di menzogna, di empietà e di blasfemia, il suo alito mortifero di lussuria e di ogni vizio e iniquità.

E la Chiesa, Sposa dell’Agnello Immacolato, da molto astuti nemici è stata riempita di amarezza e abbeverata di fiele; essi hanno messo le loro empie mani su tutto ciò che c’è di più sacro; e lì dove fu istituita la Sede del beatissimo Pietro e la Cattedra della Verità, hanno posto il trono della loro abominazione ed empietà, così che colpito il pastore, il gregge possa essere disperso.

O invincibile condottiero, appalésati dunque al popolo di Dio, contro gli irrompenti spiriti di nequizia, e dai la vittoria. Tu, venerato custode e patrono della santa Chiesa, tu glorioso difensore contro le empie potestà terrene e infernali, a te il Signore ha affidato le anime dei redenti destinate alla suprema felicità. 

Prega, dunque, il Dio della Pace perché tenga schiacciato Satana sotto i nostri piedi e non possa continuare a tenere schiavi gli uomini e a danneggiare la Chiesa. 

Presenta al cospetto dell’Altissimo le nostre preghiere, perché discendano tosto su di noi le misericordie del Signore, e tu possa arrestare il dragone, il serpente antico, che è il diavolo e Satana, e incatenato possa ricacciarlo negli abissi, così che non possa più sedurre le anime. 

Così che, affidáti alla tua protezione e alla tua tutela, per la sacra autorità della Santa Madre Chiesa (se chierico: per l’autorità del nostro sacro ministero), fiduciosi e sicuri possiamo respingere le infestazioni dell’astuzia diabolica, in nome di Gesù Cristo, nostro Signore e Dio.

V. - Ecco la Croce del Signore, fuggite potenze nemiche; 
R. - Vinse il Leone della tribù di Giuda, il discendente di Davide. 

V. - Che la tua misericordia, o Signore, sia su di noi:
R. - Perché abbiamo sperato in Te. 

V. – Signore, esaudisci la mia preghiera:
R. – E il mio grido giunga fino a Te.
(se chierico: 
V. - Il Signore sia con voi;
R. – E con il tuo spirito)

Preghiamo

Dio e Padre di Nostro Signore Gesù Cristo, invochiamo il tuo Santo Nome e supplici imploriamo la tua clemenza, affinché, per intercessione dell’Immacolata sempre Vergine Maria, Madre di Dio, di San Michele Arcangelo, di San Giuseppe Sposo della beata vergine, dei Santi Apostoli Pietro e Paolo e di tutti i Santi, Ti degni di concederci il tuo aiuto contro Satana e tutti gli altri spiriti impuri che percorrono il mondo per nuocere al genere umano e perdere le anime. Per lo stesso Cristo Nostro Signore. Amen.


Esorcismo

Esorcizziamo te e ogni spirito immondo, ogni potenza satanica, ogni infernale avversario, ogni  legione, ogni congregazione e setta diabolica, in nome e per il potere di Nostro Signore Gesú  + Cristo: sii sradicato e allontanato dalla Chiesa di Dio, dalle anime create a immagine di Dio e riscattate dal Sangue del divino Agnello +
D’ora innanzi, perfido serpente, non ardire ingannare il genere umano, perseguitare la Chiesa di Dio, e scuotere e crivellare come frumento gli eletti di Dio. 
+ Te lo comanda l’Altissimo Dio + , al quale, nella tua grande superbia, presumi di essere simile, e il quale vuole che tutti gli uomini siano salvi e giungano a conoscenza della verità.
Te lo comanda Dio Padre  + ,
Te lo comanda Dio Figlio  + ,
  Te lo comanda Dio Spirito Santo  + ,
Te lo comanda la Sacrosantissima Trinità, un solo Dio + .
Te lo comanda la maestà di Cristo, Verbo eterno di Dio fatto carne  +, che per la salvezza della nostra razza perduta dalla tua gelosia si è umiliato e fatto ubbidiente fino alla morte; che ha edificato la sua Chiesa sulla ferma pietra e ha assicurato che le porte  dell’inferno mai prevarranno contro di Essa, e rimarrà con essa tutti i giorni fino alla consumazione dei secoli. 
Te lo comanda il segno sacro della Croce +  e il potere di tutti i misteri della nostra fede cristiana + .
Te lo comanda l’eccelsa Vergine Maria Madre di Dio  + , che dal primo istante della sua Immacolata Concezione, per la sua umiltà, ha schiacciato la tua superbissima testa. 
Te lo comanda la fede dei santi Appostoli Pietro e Paolo e degli altri Apostoli +
Te lo comanda il Sangue dei Martiri e la pia intercessione di tutti i Santi e Sante  +

Dunque, dragone maledetto, e ogni la legione diabolica, noi scongiuriamo te per il Dio + Vivo, per il Dio + Vero, per il Dio + Santo, per il Dio che tanto ha amato il mondo da sacrificare per esso il suo Unigenito Figlio, affinché, chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia la vita eterna: cessa d’ingannare le umane creature e di propinare loro il veleno dell’eterna perdizione; cessa di nuocere alla Chiesa e di porre ostacoli alla sua libertà. 

Vattene Satana, inventore e maestro di ogni inganno, nemico dell’umana salvezza. 
Cedi il posto a Cristo, sul quale nessun potere hanno avuto le tue opere; cedi il posto alla Chiesa, Una, Santa, Cattolica e Apostolica, che lo stesso Cristo acquistò col suo sangue. 
Umíliati sotto la potente mano di Dio, trema e fuggi alla nostra invocazione del santo e terribile Nome di Gesù che fa tremare l’inferno e a cui sono sottomesse le Virtù dei cieli, le Potenze e le Dominazioni, e che i Cherubini e i Serafini lodano incessantemente, dicendo: Santo, Santo, Santo il Signore Dio Sabaoth.   V. - O Signore, ascolta la mia preghiera. 
R. - E il mio grido giunga fino a Te.
(se chierico:
V. – Il Signore sia con voi. 
R. – E con il tuo spirito)

Preghiamo 

O Dio del cielo, Dio della terra, Dio degli Angeli, Dio degli Arcangeli, Dio dei Patriarchi, Dio dei Profeti, Dio degli Apostoli, Dio dei Martiri, Dio dei Confessori, Dio delle Vergini, Dio che hai il potere di donare la vita dopo la morte e il riposo dopo la fatica: che non vi è altro Dio fuori di Te, né può essercene altro che Tu, Creatore di tutte le cose visibili e invisibili e il cui regno non avrà fine; umilmente supplichiamo la tua gloriosa Maestà di volerci liberare da ogni tirannia, laccio, inganno e infestazione degli spiriti infernali, e di mantenercene sempre incolumi. Per Cristo nostro Signore. Amen. 

Líberaci, o Signore, dalle insidie del demonio.
V. - Affinché la tua Chiesa sia libera nel tuo servizio,
R. - ascoltaci, Te ne preghiamo, o Signore.

V. - Affinché Ti degni di umiliare i nemici della santa Chiesa:
R. - ascoltaci, Te ne preghiamo, o Signore.

Si asperga il luogo con acqua benedetta + .