Rime (Alfieri)/CLVIII - Oh brillante spettacolo giocondo

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Oh brillante spettacolo giocondo

../CLVII - Sublime specchio di veraci detti ../CLIX - Dolce a veder di giovinezza il brio IncludiIntestazione 15 aprile 2008 50% Poesie

Oh brillante spettacolo giocondo
CLVII - Sublime specchio di veraci detti CLIX - Dolce a veder di giovinezza il brio



Oh brillante spettacolo giocondo,
Di cui troppi anni io vissi in Gallia privo!
Celeste azzurro, d’ogni nebbia mondo,
Cui solca d’igneo Sole aurato rivo.

Qui al Capricorno, invan gelato e immondo,
Fa guerra ognor dell’alma luce il Divo:
Qui non contrista di canizie il mondo
L’ispido verno, e i fior non prende a schivo.

Scevra d’ogni torpore ecco disserra
L’urna il biondo Arno alle volubili acque.
Che irrigan liete la Palladia terra.

E qui il mio spirto pur, che al gel soggiacque
Là d’oltramonti, or ridestato afferra
La dolce Lira, a cui fors’ anco ei nacque.