Rime varie (Alfieri, 1903)/Appendice/IV. Parve infida o se il vuoi la man pur l'era

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
IV. Parve infida, o se il vuoi la man pur l'era

../III. Rapida fugge qual saetta a volo ../V. Odo un suon ma ben l'odo o vanegg'io IncludiIntestazione 20 marzo 2021 75% Da definire

IV. Parve infida, o se il vuoi la man pur l'era
Appendice - III. Rapida fugge qual saetta a volo Appendice - V. Odo un suon ma ben l'odo o vanegg'io

[p. 244 modifica]

IV.

(Alle Cascine in fondo – 18 maggio 1796).

Parve infida, o se il vuoi la man pur l’era
E il labbro quasi il dì che, entrambo audaci,
Furar tentando ad altra donna i baci
Troppo allargavan la letizia mera;

Ma l’intelletto, il cor, l’anima intera,
I sensi stessi, del piacer rapaci,
No, non peccaro, il giuro: e se mendaci
Fosser miei detti, ogni mio carme pera.

E quand’anco tu fede a me negassi,
Vita mia, te prezzando, in te sol credi,
Ch’io d’altra i baci dopo i tuoi bramassi?

Chi dopo il mel l’assenzio appetir vedi?
Tuo dardo è il sol che oltre mia gonna passi,
E mi dai vita più quanto più fiedi.