Rivista italiana di numismatica 1895/Atti della Società numismatica italiana

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Rivista italiana di numismatica 1895|Atti della Società numismatica italiana

Autori vari ../ ../ IncludiIntestazione 4 maggio 2018 75% Da definire

Rivista italiana di numismatica 1895 Rivista italiana di numismatica 1895

[p. 143 modifica]



ATTI

della


SOCIETÀ NUMISMATICA ITALIANA



Estratto dei Verbali



Seduta del Consiglio 26 Gennaio 1895.


La seduta è aperta alle ore 13 30.

I. Su proposta del Dottore Solone Ambrosoli e del Cav. Francesco Gnecchi, vengono eletti Soci effettivi i Signori: Visconte Arturo F. Daugnuon e Cav. Edoardo Mattai di Milano; socio corrispondente, il Sig. Pietro Zitelli di Scio.

II. Viene approvata la composizione del 1° fascicolo 1895 della Rivista.

III. Fra i membri del consiglio si nomina una Commissione composta dei Signori Gavazzi, Visconti ed Ercole Gnecchi per l’esame dei lavori presentati al 31 dicembre scorso pel Concorso Papadopoli.

IV. Ad altra commissione, composta dei Sigg. Ing. Motta e Prof. Luppi, viene affidato l’incarico di studiare un regolamento per la Biblioteca sociale.

V. Il Cav. Fr. Gnecchi presenta all’ammirazione dei convenuti lo straordinario medaglione d’oro, di Teoderico Re dei Goti, recentemente venuto in luce nelle Romagne, promettendone l’illustrazione nel prossimo fascicolo della Rivista.

[p. 144 modifica]VI. Il segretario Luppi dà lettura dei seguenti doni pervenuti alla Società:

Ambrosoli Dott. Solone.

Le sue pubblicazioni: Museo Provinciale di Catanzaro. Catalogo delle monete romane e bizantine. Catanzaro, 1894, in-8. — Id. id., Catalogo delle monete medioevali e moderne, medaglie, ecc. Ivi, 1894, in-8.

Bordeaux Paul di Neuilly.

Le sue pubblicazioni: Les ateliers monétaires de Bordeaux et de S. Lizier pendant la ligue. Paris, 1894, in-8 fig. — Monnaies inédites frappées à Gènes pendant l’occupation fran9aise. Paris, 1894, in-8, fig. — Monnaies d’or frappées par Charles I d’Anjou à Tunis. Paris, 1894, in-8 fig. — Les ateliers monétaires de Dijon, de Semur-en-Auxois et de Saint-Jean-de-Losne pendant la-Ligue. Paris, 1894, in-8.

Crespellani Cav. Avv. Arsenio di Modena.

Le sue pubblicazioni: Di un ripostiglio di coltelli-ascia, od ascie, scoperto a Savignano sul Panaro, Vignola, 1884, in-8 con tav. — Di alcune tombe preromane scoperte presso Correggio. Modena, 1891, in-4 con 2 tav.

De Simoni Cav. Avv. Cornelio.

La sua pubblicazione: Le Monete del Monferrato all’anno 1600 ed il loro valore. Alessandria, 1894.

Dutilh C. D. J. Direttore del Museo di Ghizeh (Egitto).

La sua pubblicazione: Arrivée exacte de l’empereur Hadrien en Egypte. Le Caire, 1894, in-8.

Gabrici Prof. Dott. Ettore di Napoli.

La sua pubblicazione: Topografia e Numismatica dell’antica Imera e di Terme. Napoli, 1894, in-4 con tavole.

Gnecchi Cav. Ercole.

Cinagli Angelo, Le monete dei papi, descritte in tavole sinottiche. Fermo, 1848, in-fol. con 4 tav. — Ciabatti Ab. Guido, Sigillo di Giovanni di Lorenzo di Cresci. Firenze, in-8 fig. Estr. — Idem., Dei Cavalieri di popolo, in-8 fig. Estr. — Zanoni Andrea, Inscriptionum specimen. — Emmanuele Mola, Spiegazione di un piccolo bassorilievo rinvenuto nel lido della greca Salpi. — Omaggio alla Reale Società Numismatica belga, [p. 145 modifica]Milano, 1891, con 4 tavole. — F. ed E. Gnecchi, Le Monete dei Trivulzio. Milano, 1887, in-4 con 6 tav.

Gnecchi Cav. Francesco.

The American Journal of Archeology, 1890. — Cataloghi diversi.

Gnecchi Cav. F. ed E.

La loro pubblicazioue: Monete di Milano inedite. Suppl. all’opera: Le monete di Milano da Carlo Magno a Vittorio Emanuele II.

Luppi Cav. Prof. Costantino.

Vincenzo Bellini, Delle monete di Ferrara. Ferrara, 1761, in-4.

Malaguzzi Valeri Cav. Dott. Francesco di Bologna.

Le sue pubblicazioni: La collezione delle miniature dell’Archivio di Stato di Bologna. Roma, 1894, in-4 fig. — La chiesa ed il portico di S. Giacomo in Bologna. Roma, 1894, in-4 fig.

Mayr Alberto di Monaco.

La sua pubblicazione: De Antiken Münzen der Inseln Malta, Gozo und Pantelleria. Monaco, 1894. in 8, con una tav.

Miari Conte Fulcio Luigi di Venezia.

Un medaglione in bronzo di Galba, imitazione del Padovanino.

Rizzini Cav. Dott. Prospero, Cons. del Civico Museo di Brescia.

Le sue pubblicazioni: Illustrazione del Civico Musco di Brescia: Medaglie. Brescia, 1892, in-8 con 4 tav. — Idem. Brescia, 1893, in-8. — Gli oggetti barbarici raccolti nei Civici Musei di Brescia. Ivi, 1894, in-8 con 7 tav.

Vallentin Roger di S. Póray (Ardeche).

Le sue pubblicazioni: Les manuscrits de l’avignonais Gaucher Blégier. Geneve, 1893. — Le monnaies de Louis I d’Anjou frappées à Avignon. Paris, 1893, in-8 fig. — De la Circulation des Monnaies suisses en Dauphine au XVI siècle. Paris, 1894. — L’Atelier temporaire de Briançon. Paris, 1894. Les différents de la Monnaie de Grenoble de 1489 à 1553. Parigi, 1894.

La seduta è levata alle ore 15.





Finito di stampare il 30 Marzo 1895


Scotti Reno, Gerente responsabile.


[p. 263 modifica]


ATTI

della


SOCIETÀ NUMISMATICA ITALIANA


Estratto dei Verbali


Seduta del Consiglio 31 Maggio 1895.



La Seduta è aperta alle ore 14, e sono presenti i signori Cav. Francesco e Cav. Ercole Gnecchi Vice-Presidenti, March. C. E. Visconti, Cav. G. Gavazzi, D.r Solone Ambrosoli, Prof. Cav. C. Luppi segretario.

I. Si presentano e si discutono i bilanci sociali, consuntivo 1894 e preventivo 1895, di cui si unisce relazione al Verbale dell’Assemblea dei.Soci e sono approvati all’unanimità.

II. Vengono nominati Soci corrispondenti i Signori: Giuseppe Varelli di Napoli, Ing. Carlo Clerici di Milano, Alessandro Foa di Torino e Mario de’ Ciccio di Palermo.

III. I signori Cav. Giuseppe Gavazzi, Marchese Carlo Ermes Visconti e Cav. Ercole Gnecchi, già delegati dal Consiglio per l’esame dei lavori aspiranti al Concorso Papadopoli, riferiscono come nessuno dei lavori presentati riunisca i requisiti necessarii per ottenere il premio. Il Consiglio, in seguito alla loro relazione, incarica i detti signori di tenere a disposizione dei rispettivi concorrenti i loro lavori per lo spazio di tre mesi, scorsi i quali, nel caso che non venissero ritirati, le schede suggellate saranno distrutte nella prima adunanza del Consiglio, e i manoscritti conservati negli archivi della Società.

[p. 264 modifica]IV. Il Segretario dà lettura dei seguenti doni pervenuti alla Società.

Dattari Giovanni del Cairo.

N. 175 monete, di cui 87 Alessandrine imperiali, 65 romane imperiali, 21 Greche, i moneta di vetro, i Dollaro d’argento del Califfo di Amdurman.


Dessi Vincenzo di Sassari. Il suo opuscolo: Descrizione d’una statuetta militare votiva rinvenuta ad Usellus. Sassari, 1895; in-8 con una tav. — Tamponi Pietro: Silloge epigrafica Olbiense con prefazione di Teodoro Mommsen e appendice di Ettore Pais. Sassari, 1895; in-16.


Dutilh E. D. J. Direttore del Museo di Ghizeh (Egitto). La sua pubblicazione: Notes sur les tétradrachmes d’Alexandre III, le Grand, que l’on trouve en Égjpte. Paris, 1895, in-8 f.


Gnecchi Cav. Ercole. La sua pubblicazione: Appunti di numismatica italiana, X-XV. Un cornabò di Montanaro con S. Agapito. — Un mezzo tallero anonimo di Desana, ecc. Milano, 1895; in-8 fig- — Estratto. — Agostini Agostino: Storia di Castiglione dalle Stiviere. Vol. I, ivi, 1892; in-8, fig. con una tav. — Budeo Guglielmo: De asse et partibus ejus, libri quinque ecc., Coloniae, 1528; in-16. — Stroehlin Ch. Paul: Annuaire numismatique suisse. I.er Année 1894-95. Genève. — N. 20 Cataloghi di vendite di monete e di libri numismatici, ecc.


Gnecchi Cav. Francesco. Annuaire de la Societé française de num. Annate 1884-85-86. — Medaglia Commemorativa dell’Esposizione Postale filatelica internazionale di Milano 1894.


Luppi Prof. Cav. Costantino. Liguoro Ottavio: Ritratto istorico dell’origine degli abitanti della Campagna di Roma, de’ suoi Re, Consoli, Dittatori, delle Medaglie, Gemme, Intagli, ecc., con la rarità e prezzo delle medesime, Roma, 1742: in-16.
Motta Ing. Emilio. La sua pubblicazione: Il maestro della zecca e la guarnigione del Medeghino a Musso. Bellinzona, 1895. Estratto.

[p. 265 modifica]

Ognibene Dott. Giovanni.

Il suo opuscolo: I capitoli della zecca di Ferrara nel 1381. — Note e documenti. Modena, 1895; in-8.


Orsi Dott. Cav. Paolo di Rovereto. Il suo opuscolo: Le monete romane di provenienza trentina possedute dal Museo civico di Rovereto, con un’appendice. Rovereto, 1893; in-8.


Poggi Cencio di Como. La sua pubblicazione: Il giardino dei Borsieri. Como, 1895; opuscolo in-16.


Vallentin Roger. Le sue pubblicazioni: Du taux de l’intérêt à Valence sous Charles III et sous Louis XII. Valence, 1895. — Médaillon uniface de Maurice de Nassau, prince d’Orange. Amsterdam, 1895. — Des causes de la fabrication des premiers testons en France (1514). Genève, 1895. — De l’équivalence du sol tournois et du gros dans le compte par florin de la monnaie courante. Valence, 1895. — Documents inédits relatifs au monnayage des archevêques d’Embrun. Paris, 1895. — Douzains aux croissants inédits au nom de Henri II. Paris, 1895.

Approvata in fine la composizione del II fascicolo della Rivista 1895, la seduta è levata alle ore 15.


Assemblea Generale dei Soci 31 Maggio 1895.


L’Assemblea è convocata per le ore 15. Sono presenti, oltre ai membri del Consiglio, meno il presidente trattenuto da altro impegno, parecchi soci di Milano e d’altre città d’Italia.

Il Vice Presidente Cav. Francesco Gnecchi legge, a nome del Consiglio, la Relazione sull’andamento della Società durante l’anno 1894, che qui riassumiamo.

RELAZIONE.


La nostra Società, sorta con modesti principi l’11 Aprile 1892, è già entrata nel suo quarto anno di vita.

Se durante questo tempo essa non ha fatto quei rapidi [p. 266 modifica]progressi, che taluni forse avrebbero vagheggiato, gli è perchè essa si dovette mano mano preparare il terreno adatto ad esercitare la sua influenza.

Gli studi numismatici, una volta così in fiore in Italia, erano caduti molto in basso, e a ben pochi sommavano presso di noi i cultori di questa scienza. Ora è innegabile che dal 1888, epoca in cui apparve la nostra Rivista, e specialmente da quando si formò il primo nucleo di persone desiderose di unirsi in Società, fu notato un lento ma progressivo risveglio in questi studi. Alcune collezioni, che da tempo giacevano dimenticate, furono riordinate; sorsero nuovi amatori, e, quello che più importa, nuovi studiosi, che arricchirono dei loro scritti il patrimonio della scienza.

Possiamo affermare che molti fra i collaboratori attuali nella nostra Rivista furono creati dalla Rivista stessa e dalla Società, del che non possiamo che rallegrarci.

Tutto fa quindi sperare che questa nuova giovanile attività, suscitata ed incoraggiata dalla nostra Istituzione, continui felicemente per l’intrapreso cammino, e riesca in breve tempo a rimettere in onore lo studio di una scienza, che si può dire nata in Italia, e che vi ebbe sempre le più gloriose tradizioni.

Ciò premesso, facciamoci ad esaminare brevemente l’andamento della nostra Società durante lo scorso anno 1894.


Soci.


Il numero dei Soci, alla fine dell’anno teste decorso, sommava a 95, di cui 47 effettivi e 48 corrispondenti, con un leggero aumento su c|uelli del 1893; a 120 poi era salito il numero dei semplici abbonati alla Rivista, buona parte dei quali sarebbe desiderabile che passasse alla Società, la quale non impone loro alcun maggiore aggravio, mentre offre loro parecchi vantaggi con una Biblioteca e un Medagliere che sono in continuo aumento.

Biblioteca.


La nostra piccola Biblioteca conteneva lo scorso anno 206 volumi e 419 opuscoli. Quest’anno, sempre mercè doni di generosi, essa conta n 400 volumi e 450 opuscoli, e, per merito del nostro segretario cav. Luppi, possiede un catalogo in perfetto ordine.

[p. 267 modifica]Di mano in mano che l’importanza della Biblioteca aumenta, noi vediamo con piacere aumentarne l’utilità, e vari tra i nostri Soci, usando del loro diritto, vengono alla Società a consultare i materiali radunati e a farne tesoro. Senonchè, scorrendo il catalogo di questa biblioteca, si vede che essa è più ricca ed abbondante in opere di numismatica estera che in quella italiana o classica, e ciò in grazia della generosità di molti nostri amici e colleghi delle varie parti d’Europa. Ora il Consiglio sente il bisogno di rivolgere un caldo appello a’ suoi soci italiani, perchè tutti, nella misura delle loro forze, vogliano concorrere, coi loro duplicati di opere di numismatica italiana, greca o romana, a colmare le molte lacune, che tuttora si deplorano, onde completare questa parte della biblioteca, che è per noi la più importante.

Frattanto, facendosi sempre più numerose le ricerche di libri anche da altre città, il Consiglio ha incaricato due de’ suoi membri di compilare un Regolamento speciale allo intento di meglio disciplinare la distribuzione delle opere.


Medagliere.


Anche al Medagliere non mancò mai l’aiuto dei benemeriti; a tutti segnaliamo la nostra riconoscenza, e in prima linea al socio G. Dattari del Cairo che anche questo anno fu il più generoso donatore. Oggi stesso venne presentato alla seduta del Consiglio il suo ultimo dono che contiene molte monete di esimia conservazione e fra queste un P. B. di Anniballiano di eccezionale bellezza.

La Collezione sociale comprende oggi:

Monete: n. 2 in oro; 281 in argento; 1682 in bronzo e rame; 294 in vetro.

Medaglie e tessere: n. 5 in argento; 238 in bronzo, rame e piombo. Totale n. 2502 pezzi. — Come della Biblioteca, anche del Medagliere esiste un preciso e minuto catalogo.


Rivista.


La nostra Rivista continuò anche nel 1894, settimo della sua vita, il suo onorevole cammino.

Il pubblico avrà giudicato per se stesso quanto giustamente sia stato conferito il premio del nostro primo Concorso al solido lavoro del nostro Socio, il dott. Francesco Malaguzzi 36 [p. 268 modifica]Valeri, e abbiamo inteso più d’una volta deplorare che non si fosse bandito un concorso anche per la numismatica classica, perchè certamente sarebbe stato degno del premio il lavoro del dott. Ettore Gabrici sulle Monete d’Imera, al quale sono piovuti elogi, encomi ed incoraggiamenti da tutte le parti d’Europa, da quelli che possono considerarsi i maestri contemporanei nella numismatica greca. Noi possiamo attestarlo, malgrado la modestia del giovane ed erudito autore, al quale godiamo di poter inviare, a nome della Società, un voto sincero di plauso e di ringraziamento.

Anche negli articoli di numismatica medioevale in genere, descrizioni di monete nuove, pubblicazioni di documenti inediti, ecc., la nostra coorte di scrittori, che va sempre aumentando, mostra di essere forte e vigorosa e d’aver ancora a sua disposizione materia da trattare e ingegno per studiarla ed esporla profondamente.

In ossequio ad un principio che la nostra Società ha già approvato, frammezzo agli articoli contemporanei s’incomincerà presto la pubblicazione di alcuni lavori postumi di molto interesse, che giaciono tuttora inediti nelle nostre biblioteche o presso i privati. Citeremo fra questi un eruditissimo lavoro sulla Monetazione milanese del compianto numismatico Conte Giovanni Mulazzani, gentilmente affidatoci a tale scopo dal figlio, l’egregio Conte Lodovico. Si ripubblicheranno inoltre le operette numismatiche di taluni fra i nostri migliori autori italiani od esteri, che trattarono cose italiane: operette che essendo state pubblicate su periodici di ogni natura, o in piccolissimo numero di esemplari, sono diventate pressoché irreperibili. Cominceremo dagli importanti lavori del Kunz, che sono così interessanti, e che occorre bene spesso di consultare. Gli abbonati alla Rivista avranno così il vantaggio di possederne la esatta ed intera riproduzione, colle loro tavole e coi loro disegni originali, mentre nessuno studioso forse può vantarsi di possedere al completo i lavori del compianto numismatico triestino.

Se la ripubblicazione di questi lavori, come speriamo, sarà aggradita dal pubblico, si potrà in seguito pensare ai lavori d’altri autori, quali il Gazzerà, il Vernazza, il San Quintino, lo Chalon, il Morel-Fatio, etc, i quali, per la stessa ragione accennata per le opere del Kunz, riesce assai difficile avere al completo.

[p. 269 modifica]

Concorsi.


Avendo mostrato, e con compiacenza, il lato bello della medaglia, è giusto esporne, colla medesima franchezza, anche il lato oscuro. Pareva che l’esito brillante del primo concorso, esito che venne citato a titolo di lode e d’invidia anche da un periodico straniero, dovesse incoraggiare gli studiosi a presentare lavori pensati e torti anche pel secondo, per quello bandito dal nostro egregio Presidente, i cui termini scadevano colla fine del 1894. Vorremmo avere notizie brillanti da dare ai nostri Soci oggi convenuti; ma sventuratamente non possiamo che comunicar loro come i pochi lavori presentati siano stati trovati dalla Commissione, insufficienti tanto pel premio che per la pubblicazione. L’esito infelice di questo concorso non iscoraggio però il Conte Papadopoli, il quale, fiducioso nell’avvenire, ripete il concorso per l’anno 1895-96, nei termini qui in seguito espressi; ed anzi, al concorso del Presidente se ne aggiunge quest’anno un’altro per cura dei Vice-presidenti. A continuazione del primo concorso bandito dalla Società e sempre nello scopo di favorire lo studio delle monete italiane, i Vice-Presidenti fratelli Gnecchi aprono contemporaneamente un altro Concorso, che prenderà il N. 3, sulla Illustrazione di una zecca, o di parte di una zecca italiana, nei termini pure in seguito indicati.

Gli studiosi così avranno da scegliere, se non si sentono in lena di concorrere doppiamente.

Ecco pertanto i termini dei due concorsi:


Concorso Papadopoli.

(Concorso N. 2).


a) Il conte Nicolò Papadopoli, Presidente della Società Numismatica Italiana, bandisce un Concorso per una Memoria che proponga il sistema migliore e più pratico per ordinare le Collezioni di monete italiane, abbandonando l’ordine alfabetico e seguendo una ripartizione conforme alla storia ed alla geografia.

b) Il concorso è aperto ai numismatici d’ogni paese, ma i lavori devono essere scritti in italiano o in francese.

c) I concorrenti presenteranno i loro lavori anonimi, entro il Settembre 1896, alla Presidenza della Società Numismatica Italiana, muniti di un motto e della relativa scheda suggellata col [p. 270 modifica]nome dell’autore. La sola scheda del premiato verrà aperta. Le altre saranno rese suggellate, oppure distrutte, dopo trascorso un anno.

d) I lavori verranno giudicati da una Commissione di tre membri, eletta dal Consiglio direttivo della Società.

e) L’autore del lavoro che dalla Commissione esaminatrice verrà giudicato il migliore, riceverà un premio di L. 500, più cento esemplari del lavoro medesimo, stampato coi caratteri della Rivista Italiana di Numismatica, nella quale sarà pubblicato.

f) Il premio potrà anche essere diviso fra due concorrenti, o non aggiudicato affatto, a giudizio della Commissione.


Concorso Gnecchi.

(Concorso N. 3).


a) I signori fratelli Francesco ed Ercole Gnecchi, Vice-Presidenti della Società Numismatica Italiana, aprono un Concorso per la migliore Illustrazione di una zecca italiana, anche solo di un periodo di essa, purché tale illustrazione porti nuova luce alla scienza.

b) Il Concorso è aperto ai numismatici di tutto il mondo.

c) I concorrenti presenteranno i loro lavori anonimi, entro il Settembre 1896, alla Presidenza della Società Numismatica Italiana, muniti di un motto e della relativa scheda suggellata col nome dell’autore. La sola scheda del vincitore verrà aperta. Le altre saranno rese suggellate, oppure distrutte dopo trascorso un anno.

d) I lavori verranno giudicati da una Commissione di tre membri eletti dal Consiglio direttivo della Società.

e) L’autore del lavoro che dalla Commissione esaminatrice verrà giudicato il migliore, riceverà un premio di L. 600, più cento esemplari del lavoro medesimo, stampato coi caratteri della Rivista Italiana di Numismatica, nella quale sarà pubblicato.

f) Il premio potrà anche essere diviso fra due concorrenti, o non aggiudicato affatto, a giudizio della Commissione.

Si lascia completa libertà ai concorrenti circa il modo di compilare le monografie.

L’Assemblea, dietro proposta di varii Soci, approva un voto di ringraziamento al Presidente Conte Nicolò Papadopoli, ed ai due Vice-Presidenti, Cav. Francesco e Cav. Ercole Gnecchi, pei nuovi concorsi da loro aperti, ed incarica il Consiglio di nominare uno o due Commissioni per l’aggiudicazione dei premi.

[p. 271 modifica]

Bilanci.


E veniamo ora a dire qualche parola della parte finanziaria.

Il Bilancio Consuntivo della nostra Società al 31 Dicembre 1894 presenta le seguenti risultanze:

Rimanenze attive al 31 dicembre 1895.


Tesoriere L. 613 50
Segretario " 242 51
Libretto Cassa di Risparmio » 495 67
Quote arretrate soci e abbonati " 446 —
Ditta Cogliati " 503 90
L. 2301 58

Entrate dell'anno.
Quote riscosse da soci e abbonati L. 2796 93
Quote da riscuotere da soci ed abbonati " 982 —
Offerta del Conte comm. N. Papadopoli " 500 —
Offerta dei Cav. F. ed E. Gnecchi " 500 —
Ricavo inserzioni nella Rivista » 46 —
Ricavo estratti " 35 —
Interessi libretto Cassa di Risparmio " 21 87
L. 4881 80

Residui passivi.
Anticipazioni soci ed abbonati per il 1895 L. 1019 —
L. 8202 38

Rimanenze passive al 31 dicembre 1893.
Quote sociali e d’abbonam. anticipate pel 1894 L. 1070 —

Spese dell’anno.
Stampa ed accessori della Rivista L. 3402 85
Fotoincisioni 210 —
Eliotipie e disegni » 390 —
Rilegature " 28 —
Affitto locali " 375 —
Onorario al Segretario » 300 —
Spese diverse d’Ufficio " 93 —
Scaffale per schedario » 70 —
Da riportarsi: L. 4868 85
[p. 272 modifica]
Riporto L. 4868,85
Rimanenze attive.
Libretto Cassa di Risparmio L. 447 54
Segretario " 450 49
Quote da riscuotere » 982 —
Tesorerie «383 50
" 2263 53
L. 8202 38

Dimostrazione.
Attività in principio di esercizio L. 2301 58
Passività in principio di esercizio " 1070 —
L. 1231 58 L. 1231 58
Attività in fine di esercizio L. 2263 53
Passività in fine di esercizio » 1019 —
L. 1244 53 L. 1244 53
Aumento del patrimonio L. 12 95
Rendite dell'anno L. 4881 80
Spese dell'anno " 4868 85
Avanzo L. 12 95

Come vediamo da questo Consuntivo, le Rendite dell’annata 1894 sommarono a L. 4881,80, mentre le Spese per la Rivista ed accessorii furono di L. 4868,85 presentando un piccolo residuo attivo di L. 12,95.

Il modesto Patrimonio Sociale ascende, quindi, al 31 Dicembre 1894, a L. 1244,53.

Eccoci ora al Bilancio Preventivo 1895:

[p. 273 modifica]

Bilancio preventivo per l’anno 1895:


Entrate dell’anno.
Quote dei Soci e degli abbonati L. 3150 –
Eventuali elargizioni « 1000 –
Incassi presunti per vendite di libri e monete " 50 –
Interessi Libretto Cassa di Risparmio " 15 –
Totale delle entrate previste L. 4215 –
Disavanzo previsto per l’esercizio 1895 " 610 –
L. 4825 –
Spese dell’anno.
Stampa ed accessori della Rivista Italiana di Numismatica (4 fascicoli) L. 3300 –
Eliotipie, disegni, ecc., per la medesima » 650 –
Affitto locali della Società » 375 –
Onorario al Segretario » 300 –
Spese d’ufficio, riscaldamento, stampati e cancelleria " 200 –
L. 4825 –

Questo Bilancio si presenta meno favorevolmente del Consuntivo testè letto: il disavanzo previsto in L. 610 è dovuto per la massima parte ad una sensibile diminuzione di Soci, avvenuta, per cessazione o per morte, sulla fine dello scorso anno e sul principio di questo. Alcuni di questi deplorevoli vuoti furono da poco rimpiazzati, altri speriamo rimpiazzarne presto: ma ad ogni modo abbiamo dovuto per prudenza amministrativa lasciar sussistere in previsione questa perdita, ben lieti se un nuovo drappello di Soci verrà durante l’annata a riempiere questa lacuna, e a smentire in gran parte le nostre previsioni. — Il bisogno finanziario può e deve essere una spinta ai nostri Soci per attirare nuovi elementi alla nostra Società, la quale avrebbe la vita largamente e stabilmente assicurata, quando il numero degli aderenti, soci e abbonati raggiungesse la cifra di 300. Allora solamente essa potrà estrinsecare l’opera sua e raggiungere a poco a poco quegli ideali che si è prefissi fino dal suo nascere.

[p. 274 modifica]Il consuntivo 1894 e il preventivo 1895 vengono regolarmente approvati.

Si passa alla nomina delle cariche sociali. Avendo compiuto il triennio, scade la Presidenza la quale viene rieletta ad unanimità nelle persone dei signori:

Conte Cav. Nicolò Papadopoli Senatore del Regno, Presidente.

Cav. Francesco e Ercole Gnecchi Vice Presidenti.

Vengono pure rieletti i due consiglieri scadenti per anzianità, March. Carlo Ermes Visconti, Dott. Arturo Sambon.

Dopo varie comunicazioni della Presidenza e interrogazioni dei Soci, la seduta è levata alle ore 17.








Finito di stampare il 25 Giugno 1895


Scotti Reno, Gerente responsabile.


[p. 497 modifica]


ATTI


della


SOCIETÀ NUMISMATICA ITALIANA


Seduta del Consiglio 19 Dicembre 1895.

(Estratto dal Verbale)


Sono presenti i Sigg. Cav. Francesco Gnecchi, Cav. Ercole Gnecchi, Dott. Solone Ambrosoli, Cav. Giuseppe Gavazzi, March. Carlo Ermes Visconti, e il Segretario Professore Cav. C. Luppi.

Il Cav. Francesco Gnecchi funge da Presidente.

I. Mene proposto a Socio effettivo il Sig. Dott. Antonio Marietti. È ammesso ad unanimità.

II. Per la Direzione e pel Comitato di Redazione della Rivista pel 1896 vengono confermati i membri già in ufficio per il 1895, cioè:

Direttori: Cav. Francesco ed Ercole Gnecchi. — Comitato di Redazione: Dott. Solone Ambrosoli, Cav. Giuseppe Gavazzi, Conte Comm. Nicolò Papadopoli, Dott. Umberto Rossi, Dott. Arturo Giulio Sambon, Marchese Carlo Ermes Visconti.

III. Approvata la composizione del IV fascicolo della Rivista 1895, il Segretario, Cav. Prof. Costantino Luppi, dà lettura dei seguenti doni pervenuti alla Società:

Ambrosoli Dott. Solone.

Le sue pubblicazioni: Patacchina Savonese inedita di Filippo Maria Visconti. Savona, 1890; in-8 fig. — Giangiacomo de’ Medici castellano di Musso (1523-1532). Saggio bibliografico. Milano, 1895; in-16.

[p. 498 modifica] Caucich Guido di Firenze.

La sua pubblicazione: Notizie storiche intorno alla istituzione delle officine monetane italiane dalla caduta dell’Impero Romano d’occidente fino ai nostri giorni. Firenze-Roma, 1895; in-8. Fasc. I.

Daugnon de Foucault Visconte Arturo F.

N. 18 Monete italiane in rame.

Dessi Vincenzo di Sassari.

Silloge epigrafica olbiense, con prefazione di Teodoro Mommsen e appendice di Ettore Pais. Sassari, 1895; in-16.

Dionisotti Carlo di Torino.

La sua pubblicazione: Il comune di Desana e la famiglia patrizia dei Tizzoni. Torino, 1895 ’, in-4 con tav. genealogiche.

Dutilh E. D. J. del Cairo.

Le sue pubblicazioni: Notes sur les tétradracmes d’Alexandre III le Grand que l’on trouve en Égypte. Paris, 1895; in-8 fig. (Estratto). — Signification des couronnes et des palmes sur le monnaies alexandrines. Le Caire, 1894; in-8 (Estratto).

Gnecchi Cav. Ercole.

Num. 80 Opuscoli di Numismatica.

Gnecchi Cav. Francesco.

La sua pubblicazione: Monete Romane — manuale elementare — Hoepli. — Milano, 1896.

Ladè Dott. Augusto di Ginevra.

La sua pubblicazione: Le tré sor du Pas-de-l’échelle. Contribution à l’histoire monetarie de l’Evèché de Genève. Genève, 1895; in-4 con tav.

Luppi Prof. Cav. Costantino.

Petrizzopulo Demetrio. Seguito delle medaglie leucadie illustrate. Padova, 1815; in-8 con tav. — Morbio Carlo. Storia di Novara dalla prigionia di Lodovico Sforza sino alla dominazione dei Farnesi. Vigevano, 1834; in-8.

Orsi Cav. Dott. Paolo di Rovereto.

La sua pubblicazione: Intorno ad alcune recenti pubblicazioni di numismatica greco-sicula. Messina, 1895; ia-8 (Estratto).

[p. 499 modifica]Ruggero Cav. Col. Giuseppe.

Le sue pubblicazioni: Annotazioni numismatiche genovesi: — XXV. Di una moneta inedita del 1663 e del cambiamento di tipo nel 1637. — XXVI. Diritto e rovescio nel tipo della Vergine. — Milano, 1895; in-8 fig. (Estratti).

De Simoni Comm. Avv. Cornelio di Genova.

La sua pubblicazione: La moneta e il rapporto dell’oro all’argento. Memoria. Roma, 1895; in-4.

Vallentin Roger di Saint-Péray.

Le sue pubblicazioni: Des causes de la fabrication des premiers testons en France (1514). Genève, 1895; in-8 (Estratto). — De l’équivalence du sol tournois et du gros dans le compte par florin de la monnaie courante. Valence, 1895; in-8, (Estratto). — Documents inédits relatifs au monnayage des archevêques d’Embrun. Paris, 1895; in-8 (Estratto). — Médaillon uniface de Maurice de Nassau prince d’Orange (1613). Amsterdam, 1895; in-8 fig. (Estratto). — Du taux de l’intérêt à Valence sous Charles VIII et sous Louis XII (1483-1515). Valence, 1895; in-8 (Estratto). — Douzains aux croissants inédits au nom de Henri II. Paris, in-8 fig.

De Witte Alphonse di Bruxelles.

La sua pubblicazione: Les places décimales du corps des monnayeurs brabançons à la fin du XVIII siècle, Anvers, 1895, in-8.

La seduta è levata alle ore 15.


[p. 500 modifica] [p. 501 modifica]

COLLABORATORI DELLA RIVISTA

NELL’ANNO 1895



Memorie e Dissertazioni.



Castellani Giuseppe
Ciani Giorgio
Di Palma Francesco
Dutilh E. D. J.
Cabrici Ettore
Gennep (van) Arnold Raugé.
Gnecchi Erocle
Gnecchi Francesco
Lisini Alessandro
Mariani Mariano
Miari Fulcio Luigi
Milani Luigi Adriano
Morsolin Bernardo
Motta Emilio
Papadopoli Nicolò
Rossi Umberto
Ruggero Giuseppe


Cronaca.



Baudouin de Jonghe
Castellani Giuseppe
Ciani Giorgio
Milani Luigi Adriano
Ricci Serafino
Sambon Arturo Giulio.



[p. 502 modifica] [p. 503 modifica]



ELENCO DEI MEMBRI

della


SOCIETÀ NUMISMATICA ITALIANA

e degli

ASSOCIATI ALLA RIVISTA


per l’ anno 1895




SOCI EFFETTIVI1


1. *S. A. R. Il Principe di Napoli.

2. *Ambrosoli Dott. Solone — Milano.

3. *Arcari Cav. Dott. Francesco — Cremona.

4. Averara Avv. Manifesto — Lodi.

5. *Ballarati Magg. Amedeo — Sacconago.

6. Bellicorti (De) Ing. I. — S. Stefano d’Egitto.

7. *Bertoldi Cav. Antonio — Venezia.

8. *Castellani Rag. Giuseppe — Santarcangelo (Romagna).

9. *Ciani Dott. Giorgio — Trento.

10. Conconi Giulio — Milano.

11. Dattari Giovanni — Cairo.

12. Daugnon (De) Visconte Arturo F. — Milano.

13. Dessi Vincenzo — Sassari.

14. *Fascila Comm. Carlo — Milano.

15. *Fiorasi Cap. Gaetano — Torino.

16. *Gavazzi Cav. Giuseppe — Milano.

17. *Gnecchi Cav. Ercole — Milano.

18. *Gnecchi Cav. uff. Francesco — Milano.

19. *Johnson Cav. Federico — Milano.

20. Lazara (De) Conte Antonio — Padova.

21. *Marazzani Visconti Terzi Conte Lodovico — Piacenza.

[p. 504 modifica] 22. *Mariotti Cav. Giovanni — Parma.

23. Mattoi Edoardo — Milano.

24. *Miari Conte Fulcio Luigi — Venezia.

25. *Milani Prof. Cav. Luigi Adriano — Firenze.

26. *Motta Ing. Emilio — Milano.

27. *Mulazzani Conte Lodovico — Treviglio.

28. Nervegna Giuseppe — Brindisi.

29. *Papadopoli Conte Comm. Nicolò — Venezia.

30. Ponti Cesare — Milano.

31. Puschi Prof. Alberto — Trieste.

32. *Ratti Dott. Luigi — Milano.

33. Rizzoli Luigi — Padova.

34. *Rossi Dott. Umberto — Firenze.

35. *Ruggero Cav. Col. Giuseppe — Firenze.

36. *Salinas Comm. Prof Antonino — Palermo.

37. Savini Paolo — Milano.

38. Seletti Avv. Emilio — Milano.

39. *Sessa Rodolfo — Milano.

40. *Sormani Andreani Conte Lorenzo — Milano.

41. *Tatti Ing. Paolo — Milano.

42. *Visconti Ermes March. Carlo - Milano.


SOCI CORRISPONDENTI.


1. Adriani Prof Comm. G. B. — Cherasco.

2. Anselmi Savino — Piacenza.

3. Bajocchi F. — Massana.

4. Balli Emilio — Locarno.

5. Bartolo (Di) Prof. Francesco — Catania.

6. Cahn E. Adolfo — Francoforte sul Meno.

7. Canessa Cesare — Napoli.

8. Caucich Guido — Firenze.

9. Cavalli Gustavo — Skölde (Svezia).

10. Clerici Ing. Carlo — Milano.

11. *Comandini Dott. Alfredo — Milano.

12. Crespellani Cav. Avv. Arsenio — Modena.

13. De’ Ciccio Mario — Palermo.

14. Dell’Acqua Dott. Gerolamo — Pavia.

[p. 505 modifica] 15. Del Prete Belmonte Cav. Alessandro — Napoli.

16. Di Palma Prof. Francesco — Sant’Elia a Pianisi.

17. Doimo Savo — Spalato.

18. Garcia Perez D. Antonio — Valenza.

19. Geigy Dott. Alfredo — Basilea.

20. Hess Adolfo — Francoforte s. M.

21. Lamberti Policarpo — Savona.

22. Lanibros G. Paolo — Atene.

23. Leone Cav. Camillo — Vercelli.

24. Mantegazza Avv. Cav. Carlo — Voghera.

25. Mantovani Dott. Giuseppe — Pavia.

26. Mariani Prof. Cav. Mariano — Pavia.

27. Morchie Cav. Giuseppe — Venezia.

28. *Morsolin abate Prof. Bernardo — Vicenza.

29. Oettinger Prof. S. — New York.

30. Oslo Magg. Gen. Comm. Egidio — Udine.

31. Padoa Cav. Vittorio — Firenze.

32. *Padovan Cav. Vincenzo — Venezia.

33. Perini Quintilio — Rovereto.

34. Piccolomini Clementini Pietro — Siena.

35. Pischedda Avv. Efisio — Oristano.

36. Righi Ing. Cirillo — Bologna.

37. *Romussi Dott. Carlo. — Milano.

38. *Sambon Dott. Arturo Giulio — Napoli.

39. *Santoni Can. Prof. Milziade — Camerino.

40. Schott Ettore — Trieste.

41. Serrure Raymond - Parigi.

42. Società Svizzera di Numismatica — Ginevra.

43. Spigardi Arturo — Firenze.

44. Spink Samuele — Londra.

45. *Stefani Comm. Federico — Venezia.

46. Stroehlin Paul — Ginevra.

47. Valton Prospero — Parigi.

48. Varelli Giovanni — Napoli.

49. Vigano Gaetano — Desio.

50. Vitalini Cav. Ortensio — Roma.

51. Witte (De) Cav. Alfonso — Bruxelles.

52. Zitelli Pietro — Scio.




[p. 506 modifica]

BENEMERITI DELLA SOCIETÀ.


S. A. R. Il Principe di Napoli.

Ambrosoli Dott. Solone.

Cuttica de Cassine Marchesa Maura.

Dattari Giovanni (Cairo).

Gnecchi Cav. Ercole.

Gnecchi Cav. uff. Francesco.

† Gnecchi Comm. Ing. Giuseppe.

Johnson Cav. Federico.

Osnago Enrico.

Papadopoli Conte Comm. Nicolò.



ASSOCIATI ALLA RIVISTA.


American Journal of Archeology. — Boston.

American Journal of Numismatics. — Boston.

Annuaire de Numismatique. — Parigi.

Archivio della Società romana di storia patria. — Roma.

Archivio storico Italiano. — Firenze.

Archivio storico Lombardo. — Milano.

Archivio Veneto. — Venezia.

Bagatti Valsecchi nob. cav. Fausto. — Milano.

Bahrfeldt Max. — Rastatt.

Bari. — Museo Provinciale.

Bartolini cav. Luigi. — Trevi.

Beltrami architetto comm. Luca. — Milano.

Bignami cav. Giulio. — Roma.

Bocca Fratelli. — Torino (copie 2).

Bollettino di Archeologia e Storia. — Spalato.

Briganti cav. Bellino. — Osimo.

Brockhaus F. A. — Lipsia (copie 3).

Cagliari. — Regio Museo di Antichità.

Camozzi Verteva conte comm. G. B. — Bergamo.

Camuccini barone G. A. — Roma.

[p. 507 modifica]Capobianchi cav. prof. Vincenzo. — Roma.

Carpinoni Michele. — Brescia.

Cerrato Giacinto. — Torino.

Cini avv. Tito. — Montevarchi.

Circolo Alessandro Manzoni. — Milano.

Clausen Carlo. — Torino (copie 6).

Como. — Biblioteca Comunale.

D'Angelo Domenico. — Reggio Calabria.

Di Palma Prof. Francesco. — S. Elia a Pianisi.

Dutilh G. D. J. — Cairo.

Fermenti Giuseppe. — Milano.

Furchheim Federico. — Napoli.

Gaggino S. e C. — Singapore.

Garovaglio cav. dott. Alfonso. — Milano.

Genova. — Biblioteca Civica.

Gentili di Rovellone Conte Tarquinio. — San Severino.

Hamburger L. e L. — Francoforte sul Meno.

Hoepli comm. Ulrico. — Milano (copie 2).

Jatta Giovanni. — Ruvo di Puglia.

Kniglit Carlo. — Napoli.

Loescher Ermanno. — Roma (copie 2).

Mantova. — Biblioteca Comunale.

Marignoli marchese conun. Filippo. — Roma.

Marsiglia. — Biblioteca Civica.

Milano. — Biblioteca Aini)rosiana.

Modena. — R Biblioteca Estense.

Napoli. — R. Musei di Antichità.

Numismatic Chronicle. - Londra.

Numismatischc Zeitschrift. — Vienna.

Nutt Davide. — Londra (copie 2).

Oettinger S. — New York.

Osnago Enrico. — Milano.

Parazzoli Antonio. — Cairo.

Parma — R. Museo di Antichità.

Pavia. — Biblioteca Civica Bonetta.

Peelman Giulio e C. — Parigi.

Persiani avv. Raffaele. — Chieti.

Pesaro. — Biblioteca Oliveriana.

Piacenza. — Biblioteca Passerini-Landi.

Revue française de Numsmatique. — Parigi.

Rivani Giuseppe. — Ferrara.

Rizzini cav. dott. Prospero. — Brescia.

[p. 508 modifica]Roma. — R. Accademia dei Lincei.

    "    — Direzione della R. Zecca.

    »    — Biblioteca della Camera dei Deputati.

Sangiorgi S. — Roma.

Scarpa dott. Ettore. — Treviso.

Schoor (van) Carlo. — Bruxelles.

Schott Ettore. — Trieste.

Smithsonian Institution. — Washington.

Società Neerlandese di Numismatica. — Amsterdam.

Société R. de Numismatique. — Bruxelles.

Société Suisse de Numismatique. — Basilea.

Stettiner cav. Pietro. — Roma.

Tolstoj conte Giovanni. — Pietroburgo.

Torino. — R. Biblioteca Nazionale.

    "    — R. Museo di Antichità.

Torrequadra Conte Rogadeo. — Bitonto.

Trento. — Biblioteca Comunale.

Trübner K. J. — Strasburgo.

Varese. — Museo Patrio.

Van Trigt G. A. — Bruxelles.

Varisco sac. Achille. — Monza.

Venezia. — Ateneo Veneto.

    "    — R. Biblioteca Marciana.

    "    — Museo Civico.

Verona. — Biblioteca Comunale.

Vienna. — Gabinetto Num. e di Antichità della Casa Imperiale.

Virzi Ig. — Palermo.

Volterra. — Museo e Biblioteca Guarnacci.

Zeitschrift für Numismatik. — Berlino.



Note

  1. I nomi segnati con asterisco sono quelli dei Soci Fondatori.