Storia della geografia e delle scoperte geografiche (parte seconda)/Capitolo II/Viaggi di Vulfstano

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../Viaggi di Other

../Alfredo il Grande IncludiIntestazione 18 novembre 2019 100% Da definire

Capitolo II - Viaggi di Other Capitolo II - Alfredo il Grande


[p. 39 modifica]14. Viaggi di Vulfstano. — Contemporaneamente ad Other, si presenta nella Storia della geografia dell’Europa settentrionale il viaggio del danese Vulfstano lungo i paesi costieri che fiancheggiano a mezzogiorno il Mar Baltico. La relazione di questo viaggio fu, come quella della navigazione di Other, aggiunta dal Re Alfredo d’Inghilterra (872-901) alla sua traduzione anglo-sassone della Storia Universale di Paolo Orosio, monaco spagnuolo della prima metà del secolo V.

In essa relazione è detto, che partito dal porto danese di Haethum (Heidaba in Adamo di Brema, Schleswig della geografia moderna), Vulfstano giunse, navigando di continuo per sette giorni e sette notti, alla città di Truso, posta sulle rive di un bacino detto Estmere. In questa navigazione egli ebbe sulla destra il Veonothland sino alla foce di un grandissimo fiume detto Visla, e sulla sinistra le terre (od isole) di Langaland, di Laaland, di Falster e di Sconeg, appartenenti alla Danimarca, quindi il Burgendaland, governato da un re proprio, ed i paesi di Becinga, di Meore, di Eowland e di Gotland, che appartengono agli Sveoni. Al di là della Visla si estende il Vitland, che fa parte dell’Estum. L’Estmere è largo per lo meno 15 miglia, e riceve, oltre la Visla, le acque dell’Ilfing, fiume che viene dall’Estland: e siccome la Visla [p. 40 modifica]toglie all’Ilfing il suo nome e, uscita dall’Estmere, gettasi nel mare nella direzione del nord-est, così questo luogo di sbocco prende il nome di Wislemund. L’Estland è un paese molto grande, nel quale sono molte città, ciascuna delle quali è governata da un re.

La identificazione di molti dei luoghi accennati nella relazione di Vulfstano coi luoghi moderni non presenta nessuna difficoltà. Il Veonothland è il paese dei Vendi o Venedi, popolo numeroso e potente della famiglia slava: i nomi di Langeland, Laaland e Falster sono ancora oggidì quelli di tre isole dell’arcipelago danese; il paese di Sconeg corrisponde alla provincia di Schonen nella parte sud-est della Scandinavia; il paese di Becinga alla provincia svedese di Blekinge; il paese di Meore alla provincia di Möhre; Eowland e Gotland alle isole Öland e di Gothland. Visla è il nome slavo della Vistola (Weichsel dei Tedeschi): il Vitland corrisponde al Samland, famoso per la raccolta dell’ambra; l’Estmere è il Frische Haff, il quale riceve le acque della Vistola, e l’Elbing (Ilfing della relazione di Vulfstano) comunicante colla Vistola per mezzo del ramo di Nogat: infine, il luogo detto Wislemund è il canale di Pillau, per mezzo del quale il Frische Haff comunica direttamente col Baltico.