Su l'Istro e 'l Savo, e con sì vasta idea

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Benedetto Pamphilj

S Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Su l’Istro e ‘l Savo, e con sì vasta idea Intestazione 26 ottobre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Benedetto Panfili


[p. 314 modifica]

I1


Su l’Istro e ’l Savo, e con sì vasta idea
     Venne di Tracia il formidabil Mostro,
     Che disse Europa e qual sarebbe il nostro
     Stato, se l’empio usurpator vincea
5Corfù nel Mar Reina intorno avea,
     Servil catena, d’alte Navi il nostro,
     E da un timo nemico asperso d’Ostro
     D’Italia e fato e libertà pendea.

[p. 315 modifica]

Tal’era nostra sorte, e dubbia tanto,
     10Che se torna il pensiero ai gran perigli,
     La timida memoria invita al pianto.
Ma fra tante sventare opre e consigli,
     Unì Clemente i voti ed ebbe il vanto
     Di trionfar nella pietà dei Figli.


Note

  1. Alla Santità di Nostro Signore Papa Clemente XI.