Delle strade ferrate italiane e del miglior ordinamento di esse/Appendice e Documenti/Documento 16

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Documento N.° 16

../Documento 15 ../Documento 17 IncludiIntestazione 16 maggio 2012 25% Da definire

Appendice e Documenti - Documento 15 Appendice e Documenti - Documento 17
[p. 588 modifica]

Documento N.° XVI


__________


QUADRI SINOTTICI


DELLE PRINCIPALI STRADE FERRATE D'AMERICA E D'EUROPA


con alcune indicazioni


RELATIVE ALLE LORO LUNGHEZZA, SPESA, RENDITA ED ALTRE DEGNE D'ESSERE NOTATE


__________



Avvertenza generale



Nella compilazione de' quadri sinottici che seguono, si sono consultati, oltre ai varii autori fin qui citati ne corso dell’opera nostra, principalmente i due libri tedesco ed inglese de’ quali segue il titolo, perchè son quelli più recentemente pubblicati:

Stand und Ergebnisse der deutschen, amerikanischen, englischen, französichen, belgischen, holländischen, italienischen und russischen Eisenbahnen am Schlusse des Jahres 1843, mit einem Anhang enthaltend Beschreibung und detaillirte Uebersichten aller ausgeführten und im Ban begriffnen englischen und amerikänischen Eisenbahnen. Nach autentischen. Quellen bearbeitet von I. A. Beil, herzoglisch Nassauischen Hofrath, Ritter mechrerer hohen orden, etc., etc., director der Taunus Eisenbahn. Der Erlös dieser Druckschrift gehört der Pension-und-Wittwen-Kasse der augesttllten der Tarunus-Eisenbahn-Gesellschaft. Frankfurt a. M., Juli 1844.

Stato ed avvenimenti delle strade ferrate tedesche, americane, inglesi francesi, belgiche, olandesi, italiane e russe, con un’appendice contenente: La descrizione e dettagliato prospetto di tutte le strade ferrate inglesi ed americane eseguite ed in corso di costruzione fino al 1843, compilato su autentiche fonti da I. A. Beil, Consigliere Aulico del duca di Nassau, cavaliere di parecchi altri ordini, ec., ec., direttore della strada ferrata del [p. 589 modifica]Taunus. La riscossione di quest’opera stampata appartiene alla cassa delle pensioni e delle vedove della società stabilita per le strade ferrate del Taunus. Francoforte sul Meno, luglio 1844.

The Railway shareholder’s Manual; or pratical Guide to all the Railways in the World compteted in progress, and projected forming an entire Railway-Synopsis indispensable to all interested in railway locomotion. Fifth edition. — By Henry Tuck.— London published by Efingham Wilson, II, royal Exchange, and at the Railwail Time Office, 122, Fleet-Street. — Sold by all Booksellers.— 1845.

Manuale degli azionisti delle strade ferrale, o Guida pratica a tutte le strade del mondo compiute, in costruzione o progettate, formanti un’intiera sinopsi delle strade ferrate, indispensabile a tutti gl’interessati nella locomozione delle strade ferrate. Quinta edizione. Per Enrico Tuck. Londra, 1845, ecc.

Quantunque siasi posto ogni studio per accennare alla maggiore esattezza, ricorrendo anche a memorie manoscritte procurateci dalla cortesia de’ molti corrispondenti in ogni parte d’Europa consultati, non possiamo tacere averci que’ varii riscontri fatte palesi molte disparità e contradizioni, le quali più volte quasi d mossero ad abbandonare l’assunto per tema di fare un lavoro imperfetto.

Ma il desiderio di presentare ai nostri concittadini della Penisola un’opera dalla quale essi potessero ricavare tutte le indicazioni degne d’essere notate, ci ha sonetti nell’impresa, che ora si crede, mercè dell’altrui valido aiuto, condotta a termine con ogni possibile esattezza.

Onde spiegare cotali disparità e contradizioni, giova accennare che più probabilmente esse derivano dalla diversa maniera usata nel denominare e considerare le varie strade ferrate. In fatti alcuni autori, per esempio, calcolarono due dati punti di confine qual linea principale, mentre altri, invece, hanno esclusa parte di quella linea, considerandola soltanto qual diramazione della medesima, attribuendo alla linea principale suddetta un’altra città. Onde, è derivato, che varie denominazioni, lunghezze, spese e rendite trovansi diversamente inscritte ne’ quadri consultati, epperò gll elementi cercati in essi potevansi imputare del pericolo di confusione e d’inesattezza.

Per scansare pertanto nel miglior modo possibile il detto pericolo, ci siamo imposto dovere di non adottare cifre le quali non avessero probabilità d’esattezza, preferendo all’inscrizione di quelle dubbie, le lacune che il lettore troverà in alcuni de’ quadri nostri.

Cotesto scopo, cui accennammo, della maggiore possibile esattezza, ci ha pure costretti di compilare i quadri sinottici che seguono con diverso modulo, in ragione soltanto delle maggiori o minori indicazioni raccolte nei materiali consultati, e seguiti perchè riputati più esatti.

In ognuno de’ sei quadri che presentiamo, distinti colle lettere A, B, C, D, [p. 590 modifica]E, F, abbiamo riferito il ragguaglio delle misure e monete locali colle misure e monete metriche decimali e centesimali usate nel Piemonte, le quali pareggiano le misure e monete di Francia.

Questa indicazione abiliterà il lettore a farvi tutti que’ ragguagli speciali che potrà desiderare.

Nel terminare questa generale avvertenza, la lealtà di cui ci onoriamo richiede che si dichiari dover noi questo lavoro statistico, che riputiamo degno di qualche pregio, convinti come siamo della sua più probabile esattezza, al validissimo aiuto del chiarissimo signor conte Piola, la coscienziosa operosità del quale volle assumere il carico d’infinite pazienti ricerche e confronti, da cui n’è risultata la definitiva compilazione de’quadri sinottici.

Il lavoro del signor conte Piola può dirsi un’utile giunta fatta al nostro; perocché senza il suo intelligente ed accurato concorso noi non avremo certamente potuto offerire al pubblico un’opera così compiuta, specialmente in un momento in cui la mal ferma salute e la stanchezza derivante da un già lungo lavoro, ci rendea meno atti ad assumere ancora quello favoritoti dall’esimio suddetto nostro collaboratore per questa parte del libro.

Abbia esso adunque, coll’attestato della nostra gratitudine, questa dichiarazione, comprovante la verità più sicura de’ quadri compilatici! [p. 591 modifica]

SEGUONO:


A) Quadro di tutte le strade ferrate già eseguite od in corso di costruzione nell’America a tutto il 1843.

B) Strade ferrate del Regno Unito della Gran Brettagna.

C) Quadro delle strade ferrate del Belgio.

D) Quadro delle principali strade ferrate della Germania nel 1845.

E) Quadro delle principali strade ferrate della Francia nel 1845.

F) Strade ferrate d’Europa non comprese ne’ precedenti quadri. [p. 592 modifica]Pagina:Delle strade ferrate italiane e del miglior ordinamento di esse.djvu/593 [p. 593 modifica]Pagina:Delle strade ferrate italiane e del miglior ordinamento di esse.djvu/594 [p. 594 modifica]Pagina:Delle strade ferrate italiane e del miglior ordinamento di esse.djvu/595 [p. 595 modifica]Pagina:Delle strade ferrate italiane e del miglior ordinamento di esse.djvu/596 [p. 596 modifica]Pagina:Delle strade ferrate italiane e del miglior ordinamento di esse.djvu/597 [p. 597 modifica]Pagina:Delle strade ferrate italiane e del miglior ordinamento di esse.djvu/598 [p. 598 modifica]Pagina:Delle strade ferrate italiane e del miglior ordinamento di esse.djvu/599 [p. 599 modifica]Pagina:Delle strade ferrate italiane e del miglior ordinamento di esse.djvu/600 [p. 600 modifica]Pagina:Delle strade ferrate italiane e del miglior ordinamento di esse.djvu/601 [p. 601 modifica]Pagina:Delle strade ferrate italiane e del miglior ordinamento di esse.djvu/602 [p. 602 modifica]Pagina:Delle strade ferrate italiane e del miglior ordinamento di esse.djvu/603 [p. 603 modifica]Pagina:Delle strade ferrate italiane e del miglior ordinamento di esse.djvu/604 [p. 604 modifica]Pagina:Delle strade ferrate italiane e del miglior ordinamento di esse.djvu/605 [p. 605 modifica]Pagina:Delle strade ferrate italiane e del miglior ordinamento di esse.djvu/606 [p. 606 modifica]Pagina:Delle strade ferrate italiane e del miglior ordinamento di esse.djvu/607 [p. 607 modifica]Pagina:Delle strade ferrate italiane e del miglior ordinamento di esse.djvu/608 [p. 608 modifica]Pagina:Delle strade ferrate italiane e del miglior ordinamento di esse.djvu/609 [p. 609 modifica]

N.° d’ordine
nome delle linee
Lunghezza
in kilometri
Costo per ogni
kilometro
osservazioni
27 Da Bexbach a Mannheim e a Saarbruck 84 » 4 per % d’interesse e garanzia del governo bavarese.
28 Da Augsburgo a Lindau 140 »
29 Da Augsburgo a Munich 60 130,982
30 Da Augsburgo a Hof 354 130,515
31 Da Nuremberg a Furth 8 60,736 Aperta nel 1835.
32 Da Bamberga a Francfort sul Meno » »
33 Da Vienna a Gloggnitz 85 288,284 In attività dopo il 1842.
34 Da Gloggnitz a Trieste 563 » Si vedano i riscontri per essa dati al N.° XVIII, § 3.
35 Strada del N. da Vienna a Praga 800 110,161
36 Da Praga a Dresda 185 » In Sassonia circa 57. In Austria circa 128.
37 Da Dresda a Görlitz » »
38 Da Francfort sull’Oder a Breslau 320 » In piena attività.
39 Da Breslau a Friburg in Brisgau 66 » In corso di costruzione.
40 Da Breslau a Oppelana » » idem idem
41 Da Oppelana a Cracovia 144 » idem idem
42 Da Oppelana ad Oldembourgo » » idem idem
43 Da Budice a Gemunden 193 28,744

Il presente quadro è stato desunto dall’opera pubblicatasi in Lipsia dai frateili Dufour, principali agenti di tutto ciò che ha riguardo a quelle strade. Ebbimo anche sottocchio il conto reso del signor Beil, direttore della via ferrata del Taunus, prima citato nell’avvertenza generale: ma non dobbiamo tacere che le notizie esposte in questi libri non hanno pienamente appagato il nostro desiderio, sia perchè non le trovammo complete, sia perchè, particolarmente quelle che riguardano il costo delle strade, non ci parvero esatte quanto la natura di questo lavoro lo richiede. — Abbiamo tralasciato di inscrivere le rendite per difetto di sicure notizie. — L’opera che abbiamo anche citata del sig. conte Bourgoing, perchè di men recente pubblicazione, non ci è parsa poter dare sicuri riscontri sullo stato attuale, ed è a lamentare, ripetesi, che quella del signor Beil, sulla quale facevamo maggior conto, perchè essendo sui luoghi, e avendo ufficio amministrativo in quelle strade, ei più d’ognuno dovea conoscerne i particolari, che però non abbiamo trovati, non contenga almeno quelli che più erano a desiderare, mentre moltissimi altri ve ne sono, i quali, benchè interessanti, pur non facevano al caso nostro. [p. 610 modifica]

N° d'ordine DIREZIONI Lunghezza in kilometri Spesa di costruzione e di primo stabilimento Rendita brutta in lire di Piemonte ossia franchi Spese annuali
1 Parigi a Orleans e Corbeil 133 50,000,000 6,901,786 3,286,020
2 » a Rouen 128 50,000,000 4,718,386 3,752,466
3 » a Saint Germain 20 16,600,000 1,561,380 601,584 1
4 » a Versailles (riva destra) 19 18,000,000 1,158,217 721,216
5 Strasbourg a Bâle 140 45,000,000 2,486,868 1,578,118
6 Parigi a Versailles (riva sinistra) 16 8 15,000,000 800,714 607,467 2
7 Saint Etienne a Andrezieux 18 2,150,000 » »
8 » a Lyon 58 15,000,000 3,090,192 »
9 Andrezieux a Roanne 67 25,000,000 » »
10 Épinac al Canale di Borgogna 28 1,450,000 » »
11 Montbrison a Montrond 15 5 250,000 » »
12 Alais a Beaucaire 69 9 12,000,000 » »
13 » alla Grand Combe 16 7 5,845,000 » »
14 Montpeiller a Cette 27 5 3,000,000 » »
15 Molhouse a Thanne 19 1,400,000 » »
16 Bordeaux a Teste 51 4,600,000 » »
17 Creusot al Canale del Centro 10 3,500,000 » » 3
18 Bert e Montcombry alla Loira 25 8,750,000 » »
19 Villers-Cotterets a Port-aux-Perches 8 1 2,835,000 » »
20 Saint Waast a Anzin 0 8 280,000 » »
21 Abson a Denain 5 9 2,065,000 » »
22 Denain a Saint Waast 8 9 3,145,000 » »
23 Lille alla frontiera belgica 14 1 4,935,000 » »
24 Valenciennes » 13 1 4,585,000 » »
25 Nimes a Montpellier 54 18,900,000 » »

1 Tutte le cifre degl’introiti sono ricavate da’ rendiconti delle rispettive amministrazioni del 1.° ottobre 1844 e 30 giugno 1845, non compresi gl’interessi sugl’imprestiti.

Le spese, a fronte degl’introiti, erano nel 1843 per Orleans e Rouen in ragione di 42 ½ e 40 per %.

2 Prodotto e spesa del 1.° ottobre 1842 al l.° settembre 1843. Notizia estratta dall’opera del signor Beil.

3 Le seguenti notizie sono state tolte dal libro intitolato: Examen comparatif de la question des chemins de fer par Poussin, e dall’Encyclopédie des chemins de fer.

* Oltre a queste strade è noto come molte altre ne siano in corso di costruzione, o prossime ad esserlo per concessione del governo; così, per esempio, quella da Parigi al Nord colle sue diramazioni. Da Parigi a Lione, e da Lione ad Avignone con diramazione su Grenoble. Da Avignone a Marsiglia. Da Parigi a Strasburgo con diramazione su Metz. Da Parigi a Bordeaux ed al centro della Francia, in continuazione ambedue della strada d’Orleans. Da Bordeaux a Marsiglia per il Mezzodì fino a Mompellieri, ed altre ideate.

Questo quadro è, come vedesi, adunque, imperfetto, e non si aveano ancora i riscontri raccolti, come nelle opere del Beil e del Tulk citate, per trascriverli. Compita, o quasi, la rete stradale francese, si pubblicheran certamente lavori consimili a quelli tedesco ed inglese preallegati.

Note