Disse un dì la pittura: Alzarsi a tanto

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Benedetto Menzini

Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Disse un dì la pittura: Alzarsi a tanto Intestazione 16 novembre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Benedetto Menzini


[p. 274 modifica]

VI1


Disse un dì la Pittura: Alzarsi a tanto
     Possono i color miei, l’industria e l’arte,
     Che ciò, ch’è finito in Apollinee carte,
     Non che agguagliar, di superarmi vanto.
5Riprese allora Poesia. Di quanto
     Il Tutto sovrastarsuole alla parte,
     Tanto tu dei di minor pregio farte,

[p. 275 modifica]

     Benchè nel trono tu mi seggia accanto.
Mite ed altier fammi in un tempo Achille;
     10Paride in armi, e neghittoso, e scaltro;
     E Troia in danze, e orribil preda al fuoco.
E’ ver, che mostri rilie oggetti e mille;
     Ma tu muti per lor figura e loco,
     E per dar vita all’un, distruggi l’altro.


Note

  1. Sull’argomento precedente.