Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/4170

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 4170

../4169 ../4171 IncludiIntestazione 23 aprile 2019 100% Saggi

4169 4171

[p. 99 modifica]


*   Inconcusso per inconcutibile. Vedi Forcellini ec. Inaccessus, inaccesso ec. per inaccessibile. Rampare; radice di rampicare, di cui altrove. Vedi Monti, Proposta; vedi rampare. Fastello, affastellare ec. diminutivi positivati da fascio per peso. Cespo-cespuglio. Vituperato per vituperoso ec. o degno di vitupero, di esser vituperato, vituperevole ec. Vedi la Crusca, non solo nel § 2, ma in tutti gli altri esempi.


*    Poco restò per poco mancò o manca ec. Vedi Monti, Proposta, in Restare.


*    Πῖλος-πιλίον, σάνδαλον-σανδάλιον, τρίβων-τριβώνιον, ὅρκος-ὅρκιον.


*    Corona-corolla, latino diminutivo, come da asinus, asellus, ec.


*    Abbreviato per breve. [p. 100 modifica]

*    Febbricare o febricare per febricitare. Vedi Crusca in febbricare, febbricante, febricante ec. Sembra esser la radice di febricito. Vedi Forcellini. Erpicare per inerpicare o inarpicar. Crusca.


*    Per poco è o fu ec. che non. Vedi Dante Inferno, c. XXX.


*    Rocco. Rocchetto. Vedi Monti, Proposta, Vedi Rocco, Pelliccia da pellicula per pelle di animali ec. Vedi i francesi, spagnuoli, ec. Benda-bandeau. Floccus-flocon. Linon.


*    Infamato per infame, Crusca. Incolpato per incolpabile o per colpevole ec. Vedi Crusca e Monti, Proposta. Vedi Incolpato, e nella Biblioteca italiana, Dialogo di Matteo, Taddeo ec. Temuto, formidatus, paventato ec. per formidabile, massime in poesia.


*    σωμάτιον per σῶμα. Ateneo, l. IV, p. 178. E, ed. Commelin., 1798.


*    Praetexo, praetextum-prétexter. Eximo, exemptum-exempter.


*    Alla p. 4145, lin. 4. Quin et factitii canes ad fores collocati; quales illi quos ex auro et argento fabricarat Vulcanus, Odyss., VII, 93. Δῶμα φυλασσέμεναι μεγαλήτορος Ἀλκινόοιο Domus ut custodirent magnanimi Alcinoi. Quod Romanis etiam in more fuisse docet Petronius Arbiter, c. 29, p. 104, ed. Burman. Non longe, inquit, ab ostiarii cella canis ingens catena vinctus in pariete erat pictus, superque quadrata litera scriptum: Cave, Cave Canem. Feithius, Antiquitat., Homericar., lib. III, c. 11, § 2. Uso conservato dai moderni. Vedi p. 4364 (20 marzo, lunedí Santo, Bologna, 1826). [p. 101 modifica]


*    Rinegato, renegado ec. per che ha rinegato. Homme déterminé. Pensées, o idées suivies, per qui se suivent, conséquentes, conseguenti le une dalle altre.