Sogno dell'alba

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Prati

Olindo Malagodi 1843 Indice:Prati, Giovanni – Poesie varie, Vol. I, 1916 – BEIC 1901289.djvu sonetti Sogno dell'alba Intestazione 23 luglio 2020 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
La madre e la patria Il delatore
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta III. Dai 'Canti per il popolo'
[p. 102 modifica]

II

SOGNO DELL’ALBA

— Figlia, che hai; che, tra gioconda e mesta,
li dentro al cuore ti s’ingroppa il pianto?
— Madre, sull’alba una leggiera pesta
ho sentito, e qualcun farmisi accanto.
5Egli era certo l’amor mio, venuto
dalla sua sepoltura a ritrovarmi;
qui dentro agli occhi lo sentii baciarmi,
girai la testa e piú non l’ho veduto.
— Povera figlia mia, t’inganni, sai?
10er’io che venni all’alba e ti baciai.
— Madre, vuoi seppellirmi?... Ebben, mi priva
dei cari sogni che mi tengon viva! —