Discussione:Rime dell'avvocato Gio. Batt. Felice Zappi e di Faustina Maratti sua consorte

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Struttura dell'indice e distribuzione dei componimenti[modifica]

Sto studiando come elaborare le centinaia di poesie contenute in questa antologia e sono giunto al punto seguente:

  • La struttra dell'indice è al momento semplice come si vede dalla pagina indice: per non ripetere (ed accumulare lavoro in caso di spostamenti o correzioni di titoli) inserirò il sommario delle poesie nelle pagine dedicate a ciascuna sezione (rime per Zappi, rime per Maratti, rime di Zappi, rime di Maratti ecc.)
  • Le singole poesie però saranno da tenere "inanellate" come se dovessero essere lette una dopo l'altra (nel qual caso seguirei l'ordine che trovo nel libro cartaceo) o saranno da tenere "indipendenti" e tenute insieme dal template "raccolta" che conduce alla pagina sommario di ciascuna sezione? Nel primo caso seguirei meglio l'ordine del libro che però non è volontà degli autori ma dei compilatori dell'antologia; nel secondo caso i componimenti avrebbero dignità di opera indipendente m perderebbero l'ordine sequenziale, che si ricostruirebbe tramite la pagina sommario (con un clic in più per il lettore) tale ordine sequenziale non sembra seguire una logica "narrativa", non costituisce un canzoniere e dunque io mi sento abbastanza libero di fare come per le rime di Cino da Pistoia, ma prima di muovermi volevo una minima raccolta di consenso. - εΔω 08:22, 30 ott 2016 (CET)[rispondi]
Come non detto: la transclusione delle pagine mi permette di seguire entrambi i percorsi: nelle sottopagine come Rime dell'avvocato Gio. Batt. Felice Zappi e di Faustina Maratti sua consorte/Rime a Tirsi Leucasio posso inserire la pura e semplice sequenza di poesie, che possono contemporaneamente essere transcluse come opere a sé stanti tramite opportune section. Esattamente quello che sta accadendo nelle varie parti di Rime (Cino da Pistoia) dove Il sonetto Questa donna che andar mi fa pensoso è transcluso sia in Rime scelte di M. Cino da Pistoia/Contemplazione della bellezza che in Questa donna che andar mi fa pensoso. Si tratta di capire dove porre il sommario di tutte le poesie, e penso che la pagina adeguata sia appunto Rime dell'avvocato Gio. Batt. Felice Zappi e di Faustina Maratti sua consorte. - εΔω 09:04, 30 ott 2016 (CET)[rispondi]

Seconda puntata: come disporre le rime degli arcadi?[modifica]

Sto lavorando sul terzo blocco di questo libro (dopo le poesie dedicate alla coppia Zappi-Maratti e le raccolte di Zappi e Maratti): Sonetti d'alcuni arcadi più celebri. Arrivato a trascrivere una ventina di sonetti ho capito che è opportuno decidere per tempo come organizzare l'enorme numero di poesie della raccolta, dunque mi sono posto il problema e non mi sono dato una risposta univoca. Sono giunto al punto seguente:

  • La silloge ufficiale è quella dei quattordici volumi delle Rime degli Arcadi, editi fra il 1716 e il 1781: quasi seimila componimenti di circa cinquecento autori. Quella che stiamo trascrivendo qui è un'antologia acclusa alla raccolta delle rime di Zappi e Maratti. La definizione di tale antologia come sottopagina è dunque giustificata: Tale sottopagina conterrà, in linea con le raccolte di Zappi e di Maratti, la transclusione delle pagine consentendo una lettura e una stampa come sul libro.
  • Come per Maratti e Zappi sto dando a tutti i sonetto autonomia di opere singole in ns0 tenendoli insieme con il Template:Raccolta che rimanda a questa pagina. A questo punto subentra i seguenti dubbio:
    • Che fare con la pagina Sonetti d'alcuni arcadi più celebri? Nel libro i sonetti sono organizzati per autore, in ordine alfabetico di cognome. Alcuni autori hanno un solo sonetto, altri hanno delle miniraccolte. Alla fine del volume l'indice è in realtà un indiece alfabetico degli incipit dei sonetti, riguardante tutte le raccolte del volume. Stando all'indice dovrei trattare ogni sonetto come opera indipendente (come sto facendo); stando alla sequenza del libro potrei creare delle miniantologie per autore (come accade in Rime scelte di poeti del secolo XIV che è parte di Le Rime di M. Cino da Pistoia e d'altri del secolo XIV).

Allo stato attuale avrei

  1. I singoli sonetti, che rimandano qui;
  2. Rime dell'avvocato Gio. Batt. Felice Zappi e di Faustina Maratti sua consorte che contiene le sottopagine e attualmente anche i link a tutti i singoli sonetti.
  3. Rime dell'avvocato Gio. Batt. Felice Zappi e di Faustina Maratti sua consorte/Sonetti d'alcuni arcadi più celebri che contiene la transclusione diretta delle pagine da novantasei a quattrocentoerotti.
  4. Sonetti d'alcuni arcadi più celebri che farne? Ricopio lo schema di Rime scelte di poeti del secolo XIV (sottopagine per autore)?

La decisione ha importanti conseguenze che riguardano gli automatismi di Wikisource e il lavoro di @Alex brollo e altri utenti: alla fine andrà trascritta la lunga sequenza dell'indice alfabetico, un'impresa ciclopica che mi ricorda come Poesie (Carducci)/Indice dei capoversi non sia stata gestita. - εΔω 09:51, 22 giu 2017 (CEST)[rispondi]

@Omino di carta sto propendendo per una soluzione salomonica: rinuncio alle sottopagine per autore.

Terza puntata: impasse![modifica]

@Alex brollo, Omino di carta brutte novità:

  • Purtroppo la transclusione accennata poco sopra non funziona.
  • Nel frattempo notavo che la creazione di sottopagine per autore è stata già attuata anche nell'antologia Lirici marinisti.

Questo mi spinge a ripensare la mia precedente decisione, sarebbe coerente dunque organizzare i sonetti con le seguenti pagine:

  1. I singoli sonetti;
  2. Rime dell'avvocato Gio. Batt. Felice Zappi e di Faustina Maratti sua consorte con Rime dell'avvocato Gio. Batt. Felice Zappi e di Faustina Maratti sua consorte/Sonetti d'alcuni arcadi più celebri che contiene la transclusione diretta delle pagine da novantasei a quattrocentoerotti.
  3. Sonetti d'alcuni arcadi più celebri conterrà le sottopagine per autore e in ogni sottopagina saranno richiamati i gruppi di sonetti dell'autore (se più d'uno); se un autore ha un solo sonetto, la sottopagina diverrà rinvio alla pagina del sonetto.

La soluzione in ogni caso è la più vicina alle precedenti ma non mi convince: l'effetto importante di essa è che NON riporterei da nessuna parte per intero la sequenza dei sonetti, frammentandola nelle sottopagine per autore: un sonetto sarà richiamato dalla pagina del suo autore e dalle sottopagine autore, ma perché costringere chiunque cerchi un determinato sonetto a un clic in più? - εΔω 09:34, 25 giu 2017 (CEST)[rispondi]

Quarta puntata: evoluzione[modifica]

Intanto ho scoperto che

A questo punto credo che sarà necessario spezzare la sequenza completa in sottopagine per autore, il che volevo evitare ma ho scritto poco sopra essere già stato attuato. - εΔω 17:51, 27 giu 2017 (CEST)[rispondi]

Ripresa dei lavori?[modifica]

@OrbiliusMagister, Alex brollo Rivedo la discussione dopo un po' di tempo, perdonate la latitanza. Se ho capito bene, anche vedendo i testi già preparati, l'organizzazione dei sonetti sarà fatta con:

  • Un testo per sonetto, con rimando alla raccolta.
  • In caso di autore con più sonetti, sottopagina per autore, e sonetti separati.
  • I testi NON sono sottopagine, ma esiste (deve esistere?) un redirect

Una domanda:Per la creazione di redirect, ed eventuali altri compiti "noiosi", è possibile farsi assistere da un bot? --Omino di carta (disc.) 10:32, 2 set 2017 (CEST)[rispondi]

Intanto sto compilando questa lista--Omino di carta (disc.) 09:12, 3 set 2017 (CEST)[rispondi]

Quinta puntata: sonetti e sottoraccolte della raccolta.[modifica]

Notavo che le pagine di raccolta "per autore" (ad esempio Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Francesco Maria Deconti) sono a tutti gli effetti isolate.

invece di richiamare tutti i sonetti alla pagina Sonetti d'alcuni arcadi più celebri dove peraltro non compaiono i singoli sonetti ma le pagine raccolta per autore, si potrebbero, dove c'è farli puntare alle pagine raccolta per autore e nelle pagine raccolta per autore mettere un rimando alla pagina principale?

In pratica la mia proposta è la seguente:

E allora mi duole scrivere: Partiamo con il lavoro sporco... niente che non sia la norma qui su Source. Io intanto parto, qualcuno mi segua. εΔω 23:48, 9 set 2018 (CEST)[rispondi]

Ristrutturazione: proposta[modifica]

Non avevo letto il messaggio precedente, vedo che la ristrutturazione che proponevo è in cantiere.

La categoria di servizio Categoria:Data di composizione da controllare è fantastica ma sensibile alle pubblicazioni postume; per Quand'io men vò verso l'ascrea montagna non è bastato correggere l'Anno di pubblicazione in 1723, probabilmente perchè in quell'anno l'autore era già morto († 1719). Confermami comunque che una modifica sistematica in 1723, data che avevo sottomano, come prima approssimazione per i componimenti ti vada benino. Alex brollo (disc.) 16:36, 5 ago 2020 (CEST)[rispondi]