Due donze' nuovi ha oggi in questa terra

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Rustico Filippi

Aldo Francesco Massera XIII secolo Indice:AA. VV. – Sonetti burleschi e realistici dei primi due secoli, Vol. I, 1920 – BEIC 1928288.djvu sonetti Due donze' nuovi ha oggi in questa terra Intestazione 23 luglio 2020 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Non riconoscereste voi l'Acerbo Colui, che puose nome al Marinella
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta I. Rustico Filippi
[p. 5 modifica]

VIII

Di due donzelli terribilmente uggiosi.

Due donze’ nuovi ha oggi in questa terra,
c’hanno si vinti ciascun fiorentino,
che piú non pòssor soffrire la guerra:
4l’un è l’Acerbo e l’altro è Guadagnino.
Questi due ci hanno messi a si gran serra,
che ne ripiace molto Bonfantino:
e quinci si raccorga, s’alcun ci erra,
8che macine non son giá di molino.
Ch’elle non hanno fondo, ma stranezza
iianno di peso, si che lo palmento
11n’andria giú in perfondo, per gravezza.
Ché di piombo è ciascun lor reggimento:
chi gli bestemmia, molto abbia allegrezza,
14e chi non, si gli basti esto tormento.