Or ho perduta tutta mia speranza

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Rustico Filippi

Aldo Francesco Massera XIII secolo Indice:AA. VV. – Sonetti burleschi e realistici dei primi due secoli, Vol. I, 1920 – BEIC 1928288.djvu sonetti Or ho perduta tutta mia speranza Intestazione 23 luglio 2020 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Tanto di cor verace e fino amante Lo vostro dolze ed umile conforto
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta I. Rustico Filippi
[p. 26 modifica]

LI

Pur essendosi mutato l’animo della donna, spera nella forza del proprio amore.

Or ho perduta tutta mia speranza,
e non attendo mai gioi’ né diporto,
poi che madonna, ch’era il mio conforto,
4cangiata m’ha la sua bella sembianza.
E fatt’ha con l’Amore sua accordanza,
ch’io viveraggio assai peggio, che morto;
ahi dolce donna mia, pensa che torto
8hai di mia greve e dura malenanza!
Oi gentil donna, come faraggio eo?
Da poi che ver’di me cangiata siete,
11giá mai nulla allegranza non ispero.
Ma ’l fino amor, ch’io porto, viso clero,
in gioi’ mi tornerá come solete,
14si sarete pietosa, amore meo.