Pagina:Della geografia di Strabone libri XVII volume 2.djvu/464

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
450
  ||
menide ed Arislolele dividevano la terra. Come Posidonio stesso dividesse la terra in zone. Divisione in sei zone proposta da Polibio. Giudizio di Strabone sopra questi diversi sistemi. Egli preferisce la divisione ordinaria in cinque zone. Relazione del viaggio marittimo d’Eudosso iutoruo alla Libia, riferita e creduta veridica da Posidonio. Osservazioui di Strabone intorno a questa relazione. Opinione di Posidonio sopra alcune altre questioni geografiche ||
Capo III. ||
Esame della Geografia di Polibio ||
   » 220
– IV. ||
Sistema geografico di Strabone. Principi generali della Geografia. Divisione del globo terrestre. Dimensioni e divisione della Terra abitata. Maniera di delineare una carta della Terra abitata sopra un globo o sopra una superficie piana. Viaggi di Strabone. Descrizione sommaria e generale della Terra abitata. Dei mari che circondano la Terra abitala, e delle coste ch’essi bagnano. Dell’Europa. Dell’Asia. Della Libia od Africa ||
   » 232
– V. ||
Dei climi ||
   » 283


Capo I. ||
Idea generale dell’Iberia. Descrizione delle sue coste da Calpe al promontorio Sacro ||
   » 294
– II. ||
Della Turditania o Betica ||
   » 303
– III. ||
Descrizione del lato occidentale e settentrionale dell’Iberia, cominciando dal promontorio Sacro. Il Tago e gli altri fiumi di quella spiaggia. Popoli a traverso dei quali discorrono. I Lusitani e gli Artabri. Loro coslumi ||
   » 325
– IV. ||
Descrizione della spiaggia dell’Iberia da Calpe fino a’ Pirenei, e del paese situato al di sopra ||