Pagina:La Sacra Bibbia (Diodati 1885).djvu/472

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Audacia degli empi. SALMI, 10–13. L’uomo è bugiardo, Dio è verace.

SALMO 10.

Audacia dei persecutori; ricorso a Dio.

1 O SIGNORE, perchè te ne stai lontano? Perchè ti nascondi a’ tempi che siamo in distretta?

2 L’empio colla sua superbia persegue il povero afflitto; ma saranno presi nelle macchinazioni che hanno fatte1.

3 Perciocchè l’empio si gloria de’ desiderii dell’anima sua; e benedice l’avaro, e dispetta il Signore2.

4 L’empio, secondo l’alterezza del suo volto, non si cura di nulla; tutti i suoi pensieri sono, che non vi è Dio3.

5 Le sue vie son profane in ogni tempo; i tuoi giudicii gli sono una cosa troppo alta, per averli davanti a sè; egli soffia contro a tutti i suoi nemici.

6 Egli dice nel suo cuore: Io non sarò giammai smosso; egli dice, che in veruna età non caderà in alcun male4.

7 La sua bocca è piena di esecrazione, e di frodi, e d’inganno; sotto la lingua sua vi è perversità ed iniquità5.

8 Egli sta negli agguati per le ville; egli uccide l’innocente in luoghi nascosti; i suoi occhi spiano il povero.

9 Egli insidia il povero nel suo nascondimento, come il leone nella sua spelonca; egli l’insidia per predarlo; egli preda il povero, traendolo nella sua rete.

10 Egli se ne sta quatto e chino; e molti poveri caggiono nelle sue unghie.

11 Egli dice nel cuor suo: Iddio l’ha dimenticato; egli ha nascosta la sua faccia, egli giammai non lo vedrà6.

12 Levati, Signore; o Dio, alza la tua mano; non dimenticare i poveri afflitti.

13 Perchè l’empio dispetta egli Iddio? Perchè dice egli nel cuor suo, che tu non ne ridomanderai ragione?

14 Tu l’hai pur veduto; perciocchè tu riguardi l’oltraggio e il dispetto, per prendere il fatto in mano. Il povero si rimette in te; tu sei l’aiutatore dell’orfano7.

15 Fiacca il braccio dell’empio; e poi, se tu ricerchi l’empietà del malvagio, non la troverai più.

16 Il Signore è re in sempiterno8; le genti son perite dalla sua terra.

17 O Signore, tu esaudisci il desiderio degli umili; tu raffermi il cuor loro, le tue orecchie sono attente a loro;

18 Per far ragione all’orfano e al povero9; acciocchè l’uomo di terra non continui più ad usar violenza.

SALMO 11.

Dio salva i suoi, e punisce gli empi.

Salmo di Davide, dato al Capo de’ Musici.

1 IO mi confido nel Signore10; come dite voi all’anima mia: Fuggite al vostro monte, come un uccelletto?

2 Certo, ecco gli empi hanno teso l’arco, hanno accoccate le lor saette in su la corda, per tirarle contro a’ diritti di cuore, in luogo scuro.

3 Quando i fondamenti son ruinati, che ha fatto il giusto?

4 Il Signore è nel Tempio della sua santità; il trono del Signore è ne’ cieli11; i suoi occhi veggono, le sue palpebre esaminano i figliuoli degli uomini.

5 Il Signore esamina il giusto12; e l’anima sua odia l’empio, e colui che ama la violenza.

6 Egli farà piovere in su gli empi brace, e fuoco, e solfo, e vento tempestoso, per la porzione del lor calice13.

7 Perciocchè il Signore è giusto; egli ama la giustizia; la sua faccia riguarda l’uomo diritto14.

SALMO 12.

Menzogne degli uomini; veracità di Dio.

Salmo di Davide, dato al Capo de’ Musici, sopra Seminit.

1 SALVA, Signore; perciocchè gli uomini pii son venuti meno, ed i veraci son mancati fra i figliuoli degli uomini.

2 Ciascuno parla con menzogna col suo prossimo, con labbra lusinghiere; parlano con un cuor doppio.

3 Il Signore ricida tutte le labbra lusinghiere, la lingua che parla altieramente;

Di coloro che dicono: Noi sarem padroni colle nostre lingue; le nostre labbra sono appo noi; chi è signore sopra noi?

5 Per la desolazione de’ poveri afflitti, per le strida de’ bisognosi, ora mi leverò, dice il Signore15; io metterò in salvo quelli contro a cui coloro parlano audacemente.

6 Le parole del Signore son parole pure16, argento affinato nel fornello di terra, purgato per sette volte.

7 Tu, Signore, guarda coloro; preservali da questa generazione in perpetuo.

8 Gli empi vanno attorno, quando i più vili d’infra i figliuoli degli uomini sono innalzati.

SALMO 13.

Ricorso a Dio nella più estrema angoscia; giuliva fiducia in lui.

Salmo di Davide, dato al Capo de’ Musici.

1 INFINO a quando, o Signore? mi dimenticherai tu in perpetuo? Infino a quando nasconderai la tua faccia da me17?

  1. Sal. 7. 15.
  2. Rom. 1. 32.
  3. Sal. 14. 1; 53. 1.
  4. Eccl. 8. 11. Apoc. 18. 7.
  5. Rom. 3. 14.
  6. Sal. 73. 11. Ezec. 8. 12; 9. 9.
  7. Sal. 68. 5.
  8. 1 Tim. 1. 17.
  9. Is. 11. 4.
  10. Sal. 56. 11.
  11. Mat. 5. 34; 23. 22.
  12. Gen. 22. 1. Giac. 1. 12.
  13. Gen. 19. 24.
  14. Sal. 33. 18; 34. 15. 1 Piet. 3. 12.
  15. Es. 3. 7, 8.
  16. Sal. 19. 8; 119. 140.
  17. Is. 59. 2.

464