Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/2052

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 2052

../2051 ../2053 IncludiIntestazione 27 novembre 2014 100% Saggi

2051 2053

[p. 27 modifica] le nebbie, e poi Giove invece del cielo, e malvagio invece di contrario, che urtano o spingono o perseguitano quella parte di mondo.

La vivezza e il pregio di tutto ciò (come di tante simili bellezze in altri stili) non consiste in altro che nella frequenza e nella lunghezza dei salti da [p. 28 modifica]un luogo, da un’idea all’altra. Le quali cose derivano dall’arditezza dell’elocuzione materiale.

Della quale arditezza essendo incapace la lingua francese, è incapace di stile poetico e le mille miglia separata dal lirico (4 novembre 1821). Vedi p. 2054 e 2358, fine.


*    Alla p. 1108 Amplexare e amplexari da amplexus di amplectere e amplecti (si disse anche amplectari, forse da un participio amplectus) e complexare da complexus di complectere (4 novembre 1821); vedi p. 2071, principio e 2076 e 2199, fine e 2284, principio