Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/3544

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 3544

../3543 ../3545 IncludiIntestazione 25 settembre 2015 100% Saggi

3543 3545

[p. 17 modifica] e in questo terzo stato molti di tali participii rimasero come tinctus, cinctus ec. Molti altri passarono a un quarto stato, ove si fermarono, come pictus, fictus ec. Ma noi li conserviamo per lo piú nel terzo stato: pinto, finto, francese point, feint. Abbiamo anche pitto, fitto, ma antichi o poetici ec. Lo spagnuolo (regolarissimo ne’ participii passivi sopra ogni altra sorella, e sopra la stessa latina ec. nel modo che altrove ho detto,1) conserva il primitivo fingitus in fingido (28 settembre 1823).


*    Alla p. 3341. Vedi a questo proposito Fabricius, Bibliotheca latina, ed. Ven., t. I, p. 76, principio, l. I, c. 6, de Corn. Nep., § 3, fine. E notisi che Catullo, come di stil familiare, inclina ai modernissimi nella sua latinità (28 settembre 1823). Vedi p. 3584.


*    Alla p. 3496. Platone nel citato luogo non par che supponga i démoni un composto d’uomo e Dio, [p. 18 modifica]bensí un genere intermedio tra questo e quello, che serviva, com’egli espressamente dice, di gradazione, e a riempiere il vòto che sarebbe stato nella serie degli esseri, tra il divino e l’umano genere. Pareva adunque agli antichi, anche filosofi profondi, che tra questi due generi, tra l’uomo e il Dio, avesse luogo ottimamente la gradazione, niente manco che tra

Note

  1. Pag. 3074 e segg.