Storia d'Italia/Libro XII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Libro dodicesimo

../Libro XI ../Libro XIII IncludiIntestazione 22 maggio 2008 75% Storia

Libro XI Libro XIII

Indice

Azione e preparativi del re d’Inghilterra contro la Francia; preparativi di difesa del re di Francia. Spedizione del re d’Inghilterra. Presa di Terroana. Massimiliano Cesare presso l’esercito inglese.
Invasione della Borgogna da parte degli svizzeri; accordi con la Tramoglia. Indecisione del re di Francia intorno all’opportunità della ratifica degli accordi.
Nuove vicende della guerra degli inglesi in Francia. Nuove preoccupazioni e pericoli del re di Francia. Conciliazione del re con il papa. Morte della regina di Francia.
Consigli del pontefice agli svizzeri di maggior benevolenza verso il re di Francia, ed al re di attenersi agli accordi con loro conchiusi. Difficoltà di conciliazione fra gli svizzeri ed il re. Proroga della tregua fra il re di Francia ed il re d’Aragona.
I veneziani e Massimiliano Cesare si rimettono di nuovo al pontefice per un compromesso. Nuove fazioni di guerra fra veneziani e tedeschi. Condizioni ed insuccesso del lodo del pontefice. Fortunata azione di Renzo da Ceri a Crema. Vicende di guerra nel Friuli.
Persistenza dell’avversione degli svizzeri al re di Francia e sospetti del re verso il pontefice. Sdegno del re d’Inghilterra contro il re d’Aragona per la convenzione conclusa col re di Francia. Pace fra il re d’Inghilterra e il re di Francia. Convenzione del pontefice con Massimiliano Cesare e col re d’Aragona; altra convenzione col re di Francia.
Pensieri dei príncipi e degli svizzeri intorno alla pace conchiusa dai re di Francia e di Inghilterra. Sollecitazioni del pontefice al re di Francia perché tenti l’impresa del ducato di Milano; resa della Lanterna di Genova. La politica del pontefice e nuove preoccupazioni del re di Francia.
Attentato degli spagnuoli contro l’Alviano; nuove fazioni di guerra fra veneziani e spagnuoli nel Veneto. Nuove vicende della lotta a Crema e nel bergamasco. Attività dell’Alviano nel Veneto. Quiete nel Friuli. Tentativi dei Fieschi e degli Adorni in Genova. Dono del re del Portogallo al pontefice.
Sollecitazioni del re di Francia al pontefice per averne l’adesione e l’appoggio; risposta del pontefice al re. Morte del re di Francia: considerazioni dell’autore.
Il nuovo re di Francia: sue doti e sue aspirazioni. Accordi con il re d’Inghilterra e con l’arciduca. Accordi coi veneziani. Confederazione fra Massimiliano Cesare, il re d’Aragona, il duca di Milano e gli svizzeri contro il re di Francia ove tenti la conquista del ducato.
Preparativi del re di Francia per la spedizione in Italia. Tentativi e speranze d’avere favorevole il pontefice, e condotta ambigua di questo. Accordi fra il re ed il doge di Genova. Inizio della spedizione in Italia.
Gli svizzeri alla difesa del ducato di Milano. Preoccupazione dei francesi di evitare i passi alpini custoditi dagli svizzeri. Passi alpini da Lione in Italia. Consigli del re d’Inghilterra contrari all’impresa d’Italia. I francesi, passate le Alpi, entrano nel marchesato di Saluzzo. Prospero Colonna prigione dei francesi.
Migliore disposizione del pontefice verso il re di Francia dopo il passaggio in Italia. Opposizione di Giulio de’ Medici ai propositi di rinuncia del pontefice a città dell’Emilia. Atteggiamento d’attesa del viceré. Inclinazione degli svizzeri a trattare col re di Francia.
Il re di Francia apprende d’aver nemico il pontefice; incertezze fra gli svizzeri; resa di Novara. I francesi sotto Milano; contegno della popolazione. Pace, subito turbata, fra il re di Francia e gli svizzeri. Il viceré muove da Verona a Parma e l’Alviano dal Polesine di Rovigo a Cremona. Il re di Francia a Marignano: le posizioni dei diversi eserciti.
Sospetti del viceré riguardo all’esercito pontificio. Vana deliberazione degli spagnuoli e dei pontifici di passare il Po. Parole d’incitamento agli svizzeri del cardinale sedunense. Il primo giorno della battaglia fra svizzeri e francesi. Il secondo giorno ed il sopraggiungere dell’Alviano: importanza ed esito della battaglia; sue conseguenze.
Accordi fra il pontefice ed il re di Francia. I francesi contro il castello di Milano. Accordi fra il re di Francia e Massimiliano Sforza. Massimiliano Sforza in Francia.
Richieste d’aiuti dei veneziani al re di Francia. Morte dell’Alviano e onori resigli dai soldati; giudizio dell’autore. Successi dei veneziani. Veneziani e francesi contro Brescia; insuccesso dell’impresa.
Incontro del pontefice e del re di Francia a Bologna e questioni trattate. Ritorno del re in Francia; suoi accordi con gli svizzeri. Mutamento di governo in Siena.
Morte del re d’Aragona; giudizio dell’autore. Morte del gran capitano. Aspirazione del re di Francia alla conquista del regno di Napoli e sue speranze. Liberazione di Prospero Colonna dalla prigionia.
Si ravviva la lotta fra tedeschi e franco-veneziani. Discesa di Cesare con nuove milizie in Italia; suoi successi; intimazione ai milanesi. I francesi si restringono in Milano. Arrivo degli svizzeri. Timori di Cesare e sua ritirata dal milanese. Ritorno di svizzeri in patria. Sacco di Lodi e di Sant’Angelo. Condotta ambigua del pontefice durante l’impresa di Cesare. Presa di Brescia.
Monitorio del pontefice contro il duca di Urbino. Occupazione del ducato da parte di Lorenzo de’ Medici; resa delle fortezze. Investitura di Lorenzo. Ragioni di sospetti e di malcontento del re di Francia riguardo al pontefice.
Trattative fra il re di Francia e il re di Spagna. Milizie francesi nel veronese e nel mantovano; rifiuto di fanti tedeschi del Lautrech di assalire Verona. Accordi a Noion fra Francia e Spagna. Francesi e veneziani contro Verona. Il Lautrech si ritira a Villafranca; rinforzi in Verona. Pace fra Cesare e il re di Francia; accordi del re cogli svizzeri. Verona ritorna ai veneziani.