Indice:Il Principe.djvu

Da Wikisource.
Transclusion_Status_Detection_Tool
Library-logo-blue-outline.png
Link a modulo dati

Niccolò Machiavelli: Il Principe 100%.svg, Italia, 1814.

Frontespizio dell'opera



Per leggere il testo senza le immagini,
consultate la versione testuale Open book nae 02.svg.



Sommario
Niccolò Machiavelli al Magnifico Lorenzo di Piero de’ Medici. 3
I. Quante siano le specie de’ Principati, e con quali modi si acquistino. 5
II. De’ Principati ereditari. 6
III. De’ principati misti. 7
IV. Perchè il Regno di Dario da Alessandro occupato non si ribellò dalli successori di Alessandro dopo la sua morte. 16
V. In che modo siano da governare le città o Principati, quali, prima che occupati fussino, vivevano con le loro leggi. 19
VI. De’ Principati nuovi, che con le proprie armi e virtù si acquistano. 20
VII. De’ Principati nuovi, che con forze d’altri e per fortuna si acquistano. 24
VIII. Di quelli che per scelleratezze sono pervenuti al Principato. 32
IX. Del Principato civile. 37
X. In che modo le forze di tutti i Principati si debbino misurare. 41
XI. De’ Principati Ecclesiastici. 43
XII. Quante siano le spezie della milizia, e de’ soldati mercenari. 46
XIII. De’ soldati ausiliari, misti, e propri. 51
XIV. Quello che al Principe si appartenga circa la milizia. 55
XV. Delle cose, mediante le quali gli uomini, e massimamente i Principi, sono lodati o vituperati. 58
XVI. Della liberalità e miseria. 60
XVII. Della crudeltà e clemenzia; e se egli è meglio essere amato, che temuto. 63
XVIII. In che modo i Principi debbino osservare la fede. 66
XIX. Che si debbe fuggire l’essere disprezzato e odiato. 69
XX. Se le fortezze, e molte altre cose che spesse volte i Principi fanno, sono utili o dannose. 80
XXI. Come si debba governare un Principe per acquistarsi riputazione. 85
XXII. Delli segretari de’ Principi. 89
XXIII. Come si debbino fuggire gli adulatori. 91
XXIV. Perchè i Principi d’Italia abbino perduto i loro Stati. 93
XXV. Quanto possa nelle umane cose la fortuna, e in che modo se gli possa ostare. 95
XXVI. Esortazione a liberare la Italia da’ barbari. 98