Pagina:Le pitture notabili di Bergamo.djvu/172

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
168

GIUNTE, E CORREZIONI.


pag. 32. dopo la lin. 2. aggiugni.

La Statua Equestre di Bartolommeo Colleoni messa a oro, che si vede in cima della prodigiosa sepolcral Mole, fu dalla nostra Città decretata a questo suo glorioso Cittadino li 17. Gennajo del 1493. diciott’anni appunto dopo la di lui morte, e collocata al sito li 18. Febbrajo del 1501. Autori ne furono due rinomati Scultori Tedeschi, per nome Maestro Sisto, e Maestro Leonardo: i quali comechè abbiano espressa al vivo e con singolare artifizio l’Effigie dell’invitto Capitan Generale; non sembra che con pari artifizio abbiano scolpito il Cavallo. Per altro l’intendimento de’ nostri Antenati era che la Statua esser dovesse di bronzo (come è quella famosa erettagli in Venezia nella piazza de’ SS. Giovanni e Paolo con tale elegante Iscrizione: BARTHOLOMÆO COLLEONO BERGOM. OB MILITARE IMPERIUM OPTIME GESTUM) ma furono consigliati a farla scolpire in legno, per timore, come racconta il Muzio, che l’Arca di sotto atta a sostenerla non fosse stata.

pag. 20. lin. 14. della fervorosa dalla fervorosa
pag. 33. lin. 15. questa di Torquato quella di Torquato
pag. 54. lin. 9. da Angli da Angeli
pag. 87. lin. 6. Brignoli Brognoli
pag. 115. lin. 6. quasi grandi grandi
pag. 138. lin. 4. trunco tronco
lin. 4. LXXXII. LXXII.
pag. 252. 152.
lin. 8. abbligliamenti abbigliamenti
pag. 20. lin. 15. S. Gaetano S. Ignazio
pag. 66. lin. 18. dedicata a chiamata
pag. 89. lin. 7. che dorme che si riposa
pag. 136. lin. 13. fiattino fiatino
pag. 136. lin. 27. che le istituì, e che che