Proponimento

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
latino

Gaio Valerio Catullo I secolo a.C. P 1868 Giacomo Zanella Indice:Versi di Giacomo Zanella.djvu Odi letteratura Proponimento Intestazione 28 dicembre 2011 100% Odi

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Versi di Giacomo Zanella


[p. 260 modifica]

PROPONIMENTO.

___


Carme VIII dello Stesso.

__


 
     Illuso Catullo,
Dimetti, dimetti
Di farti trastullo
A speme volgar:
Fuggiti diletti
6Non sanno tornar.

     Ti fulsero un giorno
Ben candide aurore,
Movendo al soggiorno
Di cara beltà,
Amata d’amore
12Ch’egual non avrà.

[p. 261 modifica]


     Che dolci sorprese
Là dentro si fero,
Da lei non contese,
Volute da te!
Dì candidi in vero
18Il cielo ti diè.

     Or ella diniega;
Tu pure desisti:
È folle chi prega
Ritrosa beltà.
Sta’ saldo, resisti,
24Di marmo ti fa’.

     Mia perfida, addio.
Di sasso, mel credi,
Già fatto son io:
Dacchè nol vuoi tu,
Non fia che a’ tuoi piedi
30Mi vegga mai più.

     Crudele! Ma sai
Qual vita ti aspetta?
Che visite avrai?
Che amici? da chi
Or bella tu detta?
36L’amante di chi?

[p. 262 modifica]


     A quale i tuoi baci
Amato fanciullo
Ardenti, mordaci
Fian dati? Ma sta’
Tu saldo, Catullo,
42Di marmo ti fa’.