Pagina:Pulci - Morgante maggiore II.pdf/453

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
450 indice dei nomi e delle cose notabili

  30. — conquista Morgante, e fasselo compagno, ivi, 89. — partesi dalla badia, e trova un palazzo incantato, II, 17. — combatte con un diavolo, ivi, 32. — battezza Morgante, ivi, 36. — giugne nel campo di Manfredonio, ivi, 59. — Gli si manifesta per nome Brunoro, ivi, 69. — abbatte Lionetto, ivi, 76. — ammazza Lionetto, III, 8. — giostra con Meridiana, ivi, 15. — combatte con Rinaldo, VI, 41. — riconosce Rinaldo e gli altri in corte del re Caradoro, VII, 8. — va contro a Manfredonio, ivi, 52. — partonsi da Caradoro, IX, 8. — assaltano il campo d’Erminione, X, 23. — giostra con Rinaldo, e si scuopre la burla di Malagigi, ivi, 101. — partitosi per isdegno di corte, non si sapeva dov’ei fosse, XI, 20. — libera dalle forche Astolfo, ivi, 49. — partesi adirato con Carlo per la presura di Ricciardetto, XII, 14. — capita nel campo del Soldano, ivi, 39. — ammazza Marcovaldo gigante, ivi'XII', 49.— è fatto prigione dormendo dall’Amostante in Pagania, ivi, 87. — manda Terigi in Francia per soccorso, XIII, 44. — è cavato di prigione per giostrar con Rinaldo, e fanno triegua, XV, 14. — torna in prigione, e di nuovo n’è cavato per combattere con Corante, e l’uccide, ivi, 39. — ritorna in prigione, ivi, 64. — è liberato di prigione, ivi, 70. — giostra con Antea, XVI, 76. — seguita il campo del Soldano, ivi, 95. — ammazza un gigante in un deserto, ivi, 101. — libera una fanciulla, che era stata rubata da’ giganti al padre suo. re Gostanzo della Bellamarina, ivi, 104. — uccide il nipote del re Falcone, e rompe le genti che eran seco, XVII, 83. — libera il re Falcone da un tributo, ivi'XVII', 95. — restituisce la fanciulla al re Gostanzo, ivi, 132. — fa far gente in soccorso d’Ulivieri e Ricciardetto, XVIII, 3. — va con dette genti a Babillonia, ivi, 7. — dà una gotata al Soldano, ivi, 31. — combatte con le genti del Soldano, ivi, 52. — ritrova Rinaldo combattendo, ivi, 62. — battezza Spinellone, ivi, 75. — dichiara la visione a Spinellone, ivi, 76. — è ritrovato da Morgante, XIX, 157. — piglia Babillonia, ivi, 175. — è coronato, ivi, 178. — partesi con gli altri, e s’imbarcano, XX, 30. — smontano a Monaca, ivi, 58. — ammazza Leopante, ivi, 86. — rompono le genti dello imperador di Mezza, XXI, 11. — ammazza il re del Murrocco, ivi, 12. — pigliano Monaca, ivi. — vanno al castel di Creonta, ivi, 22. — ammazza un gigante, e combatte con Creonta, ivi, 40. — va per ritrovare Astolfo, iviXXI, 93. — capita fra que’ romiti, dov’era stato Astolfo, ivi, 104. — ammazza un serpente, ivi, 109. — ammazza tre lioni, ivi, 111. — arriva a Corniglia, ivi, 116. — ammazza Chiaristante, ivi, 142. — si ritrova con Astolfo, ivi, 153. — non conosciuto combatte con Rinaldo, XXII, 11. — va in soccorso di Francia, ivi, 35. — capitano a Villafranca, e vi fa gente, ivi, 39. — arriva con le schiere in Francia, ivi, 112. — giostra con Antea, XXIV, 122. — taglia una mano a Sicumoro, ivi, 139. — sdegnato con re Carlo perchè, secondo che gli avea promesso, nol coronava di Spagna, ivi, 170. — va a Roncisvalle, XXV, 90. — ordina le schiere, XXVI, 16. — parla allo esercito, ivi, 24. — uccide Falserone, ivi, 60. — ammazza Chiariello, XXVII, 19. — uccide Grandonio, ivi, 31. — uccide Zambugeri, ivi, 30. — suona il corno tre volte, ivi, 69. — va a una fonte, e Vegliantino muore, ivi, 100. — duolsi della rotta, ivi, 104. — confessasi all’arcivescovo Turpino, ivi, 116. — orazione a Dio dopo la confessione, ivi, 120. — gli apparisce l’angelo Gabriele, ivi, 132. — fa dipartenza con tutti, e muore, ivi, 149. — rende, così morto, la spada a Carlo, ivi, 205.

Ormanno, scrittore delle geste di Carlo, XXVII, 78.

Ottone, signor d’Inghilterra e padre di Astolfo; si prova con Mattafolle, ed è fatto prigione, VIII, 93. — si fugge di Parigi per non vedervi impiccare il figliuolo, XI, 62. — morto in Roncisvalle da Malducco, XXVII, 58.

P

Padiglione di Luciana, XIV, 44. — Astarotte dice a Rinaldo quel che vi manca, XXV, 308.