Pagina:Saggio di rime.djvu/55

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

* liv *


  Di ferrei cerchi, e di catene orrende  Pag. 47 
In onore del B. Franco Lippi.
  Del mio Figlio, o Signore, io t'offro il Figlio  49 
  Fu sempremai dono del ciel beltade  24 
  Giunta alfin l'ora in ciel da Dio prescritta  22 
Per la Passione del Signor N.G.C.
  Già al pozzo ne giungea la Femminetta  25 
  Intanto che Giuseppe al sonno affida  47 
  Lungi dal Tempio, ove fa Dio dimora  24 
  Mentre l'iniquo fraudolente Erode  21 
  Mira Israel, e de' Profeti tuoi  29 
  Mira, o Signor, fra quanti scogli, e quanti  38 
  Madre, cui tal fin'ora ti provai  46 
  Nel Tempio stassi il Pubblicano, e mesto  48 
  O Voi del Sina nubilose cime  20 
  O Immacolato Agnel del Dio vivente  42 
  Quale appunto conchiglia in su gli albori  21 
  Qual sitibonda cerva che ferita  25 
  Signor, qual ferrea scorza, o marmo ha tolto  19 
  Scendete omai puri Angioletti, e intanto  26 
Per la Natività di Maria Vergine.
  Semina il perfid’uom nel campo istesso  37 
  Trema, o Satan, l'eccelsa Donna, ond'hai  20 
Per l’Immacolata Concezione di Maria V.
  Vergine pia, lo stuolo che d'intorno  48 

IN-