Portale:Teatro

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sfondo bagliore.png
Drama-icon.svg
Portale Teatro
Portale Teatro
Epidaurus Theater.jpg

...il punto di partenza per conoscere gli autori di teatro di Wikisource.

[[|Leggi...]]

Autore in evidenza
Autore in evidenza
Sophokles.jpg
Sofocle, in greco Σοφοκλῆς - Sophoklễs, (Colono 496 a.C., Atene 406 a.C.), è considerato, insieme ad Eschilo ed Euripide, uno dei maggiori poeti tragici dell'antica Grecia.

Uomo politico e amico di Pericle, godeva presso la popolazione ateniese di una forte stima, rispetto al suo antagonista sul palcoscenico, Eschilo, che spesso sfidava in gare di bravura nelle rappresentazioni tragiche. Introdusse per primo il terzo attore e valorizzò l'impatto della scenografia; i suoi personaggi furono sempre segnati da sentimenti di genuina umanità, portando sulla scena un elemento nuovo rispetto al volto statuario della tragedia classica. Per togliere l'enfasi (onkos) dalla recitazione, inventò il monologo (in greco ρήσις, rhesis), un momento che celebrava la bravura degli attori e valorizzava in chiave drammatica i sentimenti dei protagonisti.



Invito alla lettura
Invito alla lettura
Adelchi sconfitto da Carlo Magno, decide l'esilio.
Adelchi, tragedia scritta da Alessandro Manzoni, pubblicata nel 1822, narra le vicende dell'omonimo figlio di Desiderio, re dei Longobardi, nel periodo della caduta del suo regno tra il 772 e il 774, ad opera di Carlo Magno. Il destino infausto trascina in rovina anche la sorella del giovane principe, Ermengarda, rifiutata come sposa, per ragioni politiche, dal re dei franchi. La tragica sorte dei protagonisti pone le basi per il primo sviluppo della Divina Provvidenza, il fulcro tematico de I promessi sposi.

Nel coro, che comincia con i versi divenuti famosi, Manzoni descrive la tragica fine della dolce e fragile Ermengarda, incapace di sopportare il suo crudele destino...

parsa le trecce morbide
su l’affannoso petto,
lenta le palme, e rorida
di morte il bianco aspetto,
giace la pia, col tremolo
sguardo cercando il ciel


Leggi il resto....


Dietro le quinte
Dietro le quinte
NAMA Masque esclave.jpg

La Commedia nasce da un corteo simile a quello della tragedia, ma meno solenne, il comus (gr. κῶμος) una manifestazione cittadina sempre in onore di Dioniso che terminava con un canto fallico. Il clima ludico favoriva una partecipazione diretta del pubblico che spesso rispondeva al coro del corteo. La commedia si caratterizza infatti proprio per la presenza di due cori, un elemento portante delle opere di Aristofane.


Teatro del giorno
Teatro del giorno


Taormina


—II secolo a.C.

Celebrato sito archeologico, per la bellezza e la straordinaria conservazione dei suoi resti, è il teatro antico più grande (dopo quello di Siracusa) della Sicilia. L'alto numero di resti in mattone fanno propendere per una ricostruzione in epoca romana su un preesistente teatro di stampo ellenistico. Ancora presente l'antica skenè, con le colonne di ordine corinzio e il proscenio a ridosso della cavea, che conserva immutato il fascino dell'antico splendore. La notevole acustica permette ancora spettacoli di ogni genere, ritagliati in una cornice naturale senza paragoni.



Rilettura del mese
Rilettura del mese

Le rane di Aristofane
(trad. di B.e P. Rositini,1545)

Le rane.djvu


Autori
Opere
Ricorrenze
Aiutaci!
Vuoi aiutarci a migliorare il portale teatro? Vuoi suggerire un autore per metterlo in vetrina? Conosci un testo interessante da suggerire ai lettori? Fai un salto dietro le quinte e troverai certamente un ruolo adatto a te!