Progetto della strada di ferro da Milano a Bergamo

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giuseppe Bruschetti

1838 P Indice:Progetto della strada di ferro da Milano a Bergamo.djvu Meccanica e tecnologia ferroviaria Progetto della strada di ferro da Milano a Bergamo Intestazione 28 settembre 2015 100% ferrovie

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
[p. 419 modifica]

VARIETÀ.




Progetto della strada di ferro da Milano a Bergamo.


In un tempo in cui l’attenzione del pubblico è particolarmente rivolta ai diversi progetti di strade ferrate che vorrebbero costruirsi nel Regno Lombardo-Veneto, ci siamo fatti solleciti di raccogliere in questa Biblioteca le più importanti notizie ad essi relative, dando la preferenza a quelle Memorie che contengono dei dati positivi sia statistici, sia geometrici; giacchè sarebbe opera perduta il tener dietro a tanti scritti che vengono giornalmente in luce e che presentano o vaghi ragionamenti, o inconcludenti polemiche sopra un argomento che gli autori di essi mostrano di non conoscere fondatamente.

Nel tomo 83 pag. 263 abbiamo inserito per intero un accurato lavoro comunicatoci dal sig. Ingegnere Bruschetti accompagnato da una carta rappresentante la linea della strada ferrata da Milano a Como e le relative livellazioni e sezioni.

Lo stesso Ingegnere per meglio conoscere tutti i perfezionamenti che in questi ultimi anni si sono introdotti ne’ paesi oltramontani in simil genere di costruzioni, si recò a visitare un’altra volta le principali strade ferrate fuori d’Italia, indi di ritorno in patria ha posto a profitto le acquistate cognizioni nel preparare di concerto coll’ingegnere Albino Parea al progetto d’un’altra strada di ferro che condurre dovrebbe da Milano a Bergamo. L’apertura d’un tal mezzo di comunicazione colla capitale, ideata e suggerita dagli stessi ingegneri sunnominati che per i primi si fecero a chiederne il sovrano privilegio ed ora più che mai vivamente desiderata dalla popolazione bergamasca; è già stata proposta per via [p. 420 modifica]di associazione, e si assicura che il programma per predisporre la realizzazione di questo divisamento fu con portentosa celerità coperto di onorevoli sottoscrizioni; all’affluenza delle quali, aumentata anche dal concorso straniero, venuto tosto a rendere pur esso testimonianza alla bontà dell’impresa, mancò in breve tempo la somma fissata alle prenotazioni1.

Le opinioni sono divise circa la linea da seguirsi nel tracciamento della strada. Alcuni vorrebbero che si tenesse la più diretta, la quale partendo da Milano, e passando pel borgo di Gorgonzola raggiungerebbe l’Adda vicino all’antico ponte di Trezzo nutrendo essi la speranza che il primo tronco possa accomunarsi con quello della strada da Milano a Venezia, cosicchè un solo ponte sull’Adda serva ad entrambe. Altri, allungando di alcune miglia il cammino, vorrebbero profittare del progetto di una strada di ferro da Milano a Monza, e partendo da quest’ultima città nel supposto che venga eseguita anche l’anzidetta rotaja di Monza raggiungere del pari a Trezzo il fiume Adda. Onde le persone interessate all’impresa potessero giudicare con cognizione di causa dei vantaggi e dei danni proprj di ciascuno degli accennati progetti i signori ingegneri Bruschetti e Parea si occuparono nel preparare per l’uno che per l’altro i necessari rilievi, le osservazioni e gli studj tecnici preliminari di planimetria e di livellazione, non ommettendo di porre in chiara luce i motivi pei quali credono che il primo progetto meriti sul secondo la preferenza. E poichè la ristrettezza del tempo non permise loro di eseguire su entrambe le linee una compiuta uniforme livellazione si prevalsero delle osservazioni [p. 421 modifica]geodetiche e dei calcoli a loro comunicati dall’ingegnere geografo sig. Capitano Marieni dell’I. R. Istituto geografico militare e dal Sig. Francesco Buzzi ingegnere in capo della provincia di Bergamo, i quali dati combinati con alcune osservazioni di distanze dal vertice fatte nell’I. R. Osservatorio di Brera somministrarono le elevazioni di diversi punti principali delle due linee, riferite al piano della città di Milano, che trovansi registrate qui sotto2.

[p. 422 modifica]Premesse queste avvertenze, noi presentiamo qui per intero il lavoro (meno i disegni) dei signori Bruschetti e Parea contenente 1.° i Prospetti delle pendenze sopra ciascuna delle due linee progettate; 2.° il Prospetto della spesa per la costruzione della strada giusta il primo progetto; 3.° quello dell’annua spesa di conservazione ed amministrazione della medesima; 4.° finalmente quello degl’introiti ed utili presumibili.


Distanze lineari. Distanze dallo zenit.
Elevazioni
sulla Specola. sull’Orto Botanico. sul terreno.
Metri
Metri
Metri
Metri
Cernusco
12528
89° 59’ 30”
11,69
41,29
29,625
Pessano
18101
89° 57’ 50”
32,03
61,63
Gessate
23380
90° 1’ 3”
22,18
51,78
26,760
Cavegnago
21787
89° 56’ 52”
49,64
79,24
89° 57’ 0”
48,80
78,40
Trezzo
29687
89° 59’ 16”
61,74
91,34
29,000
Bergamo
45012
89° 50’ 5”
257,29
286,89
40,940
Trezzano è coperto dai boschi
[p. 423 modifica]
PROSPETTO
Delle discese di ogni singolo tronco della strada di ferro
da Bergamo a Milano per Gorgonzola.
Numero dei tronchi.
Lunghezza.
Discesa
assoluta. relativa
Metri.
1
Da Porta d’Osio di Bergamo a Laglio
3000
 
19,000
1/157
2
Da Laglio al Brembo
9000
33,000
1/272
3
Dal Brembo a Trezzo sull’Adda
2000
3,000
1/656
4
Da Trezzo a Gessate
9600
37,320
1/257
5
Da Gessate a Gorgonzola
3300
9,500
1/317
6
Da Gorgonzola a Cernusco
5500
4,000
1/1375
7
Da Cernusco a Porta Orientale di Milano
11700
11,665
1/1003
Totale 44100 117,485
[p. 424 modifica]
PROSPETTO
Delle pendenze di ogni singolo tronco della strada di ferro da Bergamo a Milano per Monza.


Numero dei tronchi Lunghezza Pendenza
assoluta relativa
in ascesa in discesa
Metri.
1
Da Porta d’Osio di Bergamo a Laglio
3000
-------
19,000
1/157
2
Da Laglio al Brembo
9000
-------
33,000
1/272
3
Dal Brembo a Trezzo
2000
-------
3,000
1/666
4
Da Trezzo a Gessate
9600
-------
37,320
1/257
5
Da Gessate a Pessano
4000
-------
00,000
0
6
Da Pessano a Monza
9000
15000n 1
-------
1/600
7
Da Monza a Milano 13000
-------
40,000
1/315
Totale
49600 15000 132,320
15,000
117,320
  1. Questa contropendenza si potrebbe evitare risvoltando la linea verso Monza all’insù di Gessate senza portarsi però all’estremo opposto verso nord dell’ivi attigua brughiera ad incontrarvi un terreno assai più ondulato e sparso di minori abitati
[p. 425 modifica]I principali vantaggi che militano a favore della linea condotta per Gorgonzola, sono 1.° che con essa si risparmiano metri 5500 sulla lunghezza, in confronto di quella che passa per Monza; risparmio rilevantissimo tanto dal lato della celerità del viaggio, quanto da quello della spesa di costruzione e di esercizio.

2.° Che la pendenza vi riesce più uniformemente distribuita con minor dispendio di forza locomotiva, mentre nell’altra si sarebbe obbligati di salire tutt’a un tratto 40 metri sul tronco da Milano a Monza per poi discendere od almeno correre orizzontalmente per lunghi tratti da Monza fino all’alveo dell’Adda.

3.° Che evitando di passare in mezzo a’ boschi e brughiere deserte e disabitate per lunga tratta, attraverso gli avvallamenti ed i promontorj del terreno posto sulla direzione dei luoghi di Roncello e di Ornago, si attraversa invece il distretto ben più popolato che abbraccia i villaggi di Gressago, Trezzano, Basiano, Masate, Gessate e gli altri susseguenti di Gorgonzola, Cernusco ecc. i quali restano più vicini alla strada postale veneta ed al naviglio della Martesana.

4.° Che con essa si attraversa l’alveo del Torrente Molgora in un sito ove non è né molto ampio, né molto profondo.

5.° Che nel luogo di quest’incontro si potrà più facilmente operare il passaggio della rotaja con un ponte mobile di assai comodo e spedito maneggio non dissimile da quelli che si vedono felicemente eseguiti ed usati nel Belgio e nell’Inghilterra per sorpassare i canali di tempo in tempo, lasciando nel resto libero il corso alla navigazione. [p. 426 modifica]

PROSPETTO


Della spesa occorrente per la costruzione della strada a guide di ferro fra Milano e Bergamo passando per Gorgonzola.


Piano stradale.

Terreno da occuparsi colla detta strada della lunghezza di metri 44,000 e della larghezza di metri 8. Comprese le banchine, scarpe e spazj di servizio ad uso della medesima, sono in tutto metri quadrati 360,000, che per ragguaglio, avuto riguardo alla diversa qualità di terreno, si calcolano in ragione di centesimi 50 al metro quadrato, e quindi in tutto austriache lir. 180,000
Movimento di terra per la formazione del piano stradale, cioè escavazioni e riempimenti: si sono calcolati metri cubici n.° 350,000 che in ragione di cent. 20 importano» 70,000
Adattamento della detta strada. ossia formazione del piano carreggiabile in due regolari pioventi, costruzione delle cunette e marciapiedi, formazione dei cigli compreso la ghiaja, la sabbia ed i ciottoli occorrenti pel consolidamento dei dadi di pietra, oppure delle travi di legno come si dirà in appresso, e ciò per la lunghezza di metri 44,000 in ragione di lir. 2,75 al metro» 121,000
Spesa occorrente per le varie intersecazioni di strade postali provinciali e selciature laterali» 5,000
Spesa per l’intersecazione delle strade di privata ragione a livello della rotaja come sopra» 6,000
Spesa pel ponte levatojo o girante sul Naviglio Martesana a Gorgonzola» 30,000
Spesa per la costruzione di parecchi ponti di cotto ad un sol arco sul Lambro e sopra altre piccole acque, non che per alcune strade traversali che a differente livello s’incontrano sulla linea della. strada a rotaie» 50,000
Ponte di pietra in sei archi di 24 metri di corda con due pile in acqua attraverso il Naviglio Martesana ed il fiume Adda fra Trezzo e Concesa » 1,000,000
Ponte di pietra in un sol arco di 30 metri di corda con ispallature laterali all’incontro sulla linea del fiume Brembo presso Brembate» 100,000
Muri di terrapieno formato in sassi e calce pel sostegno di varie tratte di strada, compresa la costruzione di alcuni tombini di scolo, in tutto per metri cubici 10,000 in ragione di lir, 6,50» 65,000
Somma da riportarsi lir. 1,627,000

[p. 427 modifica]

Somma retro lir. 1,627,000
Si aggiunge la spesa per alcune piccole tratte di strade provinciali e comunali da sostituirsi a quelle che verranno occupate colla rotaja, in tutto per la superficie di metri quadr. 6000, che per la sola costruzione, ritenendosi già calcolata la superficie, si calcolano lir. 21,400
Per una doppia fila di gelsi in asta da porsi ai due margini del piano stradale alla distanza di metri 12, in tutto gelsi n.° 7032, e per la piantagione dei gelsetti da siepe in tutta la superficie della scarpa esterna della rotaja » 30,000
Somma la complessiva spesa del piano stradale lir. 1,678,400
Sicchè in complesso al metro lineare importa lir. 38,14.
NB. I risarcimenti ai proprietarj dei fondi e la larghezza della strada e dei ponti sono calcolati per una strada a doppie rotaje in tutta la lunghezza.
Sistema per la rotaja di ferro.
Prima tratta lunga metri 40,000.
Spesa occorrente per n.° 456 dadi di pietra così detti normali distanti fra di loro metri 90 della lunghezza di metri 2 e della grossezza di metri 0,50 in quadro in ragione di lir. 7,50 ciascuno importano lir. 3,420 —
Per n.° 108630 dadi di pietra detti secondarj, di grossezza metri 0,50 in quadro, alti metri 0,30 che in ragione di lir. 1,80 colla posizione in opera, importano 195,534 —
Per n.° 219084 fori da farsi nei suddetti dadi della profondità di metri 0,135 e del diametro di metri 0,025 in ragione di cent. 15 cadauno sono 32,862.60
Cavicchi di legno della lunghezza di metri 0,13, del diametro di metri 0,025 in tutto n.° 219084, che in ragione di centesimi 2 ½ ciascuno danno 5,477.10
Per altrettanti chiodi di ferro lunghi metri 0,15 in ragione di centesimi 15 per ciascuno 32,862.60
Cuscinetti di ghisa alle unioni delle rotaje in tutto n.° 18264, ciascuno del peso di chil. 5,60 che sono chil. 102,278
Somma da riportarsi lir. 270,156.30
Somma da riportarsi lir. 1,678,400
[p. 428 modifica]
Somma retro lir. 270,156.30 1,678,400
in ragione di cent. 30 al chilogrammo, importano 30,683.50
Cuscinetti di ghisa ai punti intermedj n.° 91278, ciascuno del peso di chil. 4.48 che sono chil. 408925 in ragione di centesimi 30 come sopra, importano lir. 122,677.50
Per n.° 18264 pezzi di guide di ferro laminato della lunghezza di metri 4.30 ciascuno del peso di chil. 61.60, sono in tutto chil. 1125062 che a cent. 51 importano la somma di 573,781,80
Per n.° 36528 cunei di ferro battuto lunghi metri 0,18, grossi metri 0,015 ed alti 0,020, da porsene, due ad ogni cuscinetto delle unioni delle guide, ciascuno del valore di centesimi 30 10,958.40
Per n.° 91278 cunei di ghisa temprata, lunghi e grossi come i suddetti, alti metri 0,043, da porsene uno per ciascuno dei cuscinetti intermedj ai suddetti pezzi di guide, e ciascuno del valore di centesimi 25, in tutto » 22,819.50
N.° 109542 pezzi di feltro da porsi fra i cuscinetti di ghisa ed i dadi di pietra, ciascuno a cent. 20, importano 21,908.—
Chilogrammi 5600 di catrame per inzuppare i detti pezzi di feltro, in ragione di lir. 0,30 al chilogrammo importano 1,680.—
Somma la spesa per 40,000 metri di rotaja di ferro 1,054,665
E quindi per ogni metro lineare di rotaja a due sole guide lir. 26.36.

Si aggiunge per metri 4000 di maggior lunghezza della strada di Bergamo, sulla qual tratta si suppongono posti in opera per sostegno delle guide di ferro, travi di legno lunghi circa a metri 2 ciascuno, larghi 3 decim. e grossi 2 decim. circa da situarsi attraverso la rotaja invece dei dadi di pietra nei luoghi di forte ascesa o discesa e dovunque la terra sia smossa

Somma da riportarsi lir. 1,034,665
Somma da riportarsi lir. 1,678,400
[p. 429 modifica]
Somma retro lir. 1,054,665— 1,678,400
e senza un solido basamento: tutto compreso in ragione delle suddette lir.26.36 al metro lineare 105,400—
NB. Nei suddetti prezzi si ritiene compresa la mano d’opera.

Si aggiungono per le doppie rotaje di ferro per lo scambio dei treni di vetture da distribuirsi ne’siti più opportuni, che in tutto si calcolano un trentesimo circa della lunghezza della strada suddetta ossiano metri 1401 di doppia rotaja, che in ragione di lir. 26.36 come sopra importano la somma di

36,940.—
Cosicchè le rotaje, compresi i siti di cambio, importano al meno lineare austr. lir. 27.24.

Si aggiungono alle suddette calcolazioni i due accompagnamenti da farsi in seguito alla suddetta strada, cioè la continuazione dalla porta d’Osio di Bergamo nell’interno del borgo San Leonardo di metri 1422 non che varie diramazioni all’interno della città di Milano dalla parte di Porta Orientale per la lunghezza di metri 1578 ossiano in tutto metri 3000, che calcolati come sopra tanto rapporto al piano stradale che al sistema delle rotaje in ragione di lir. 65,38 al metro lineare importano la somma di lir.

316,140—
Sommano lir. 1,513,145 1,513,145.
Ascende la spesa complessiva del piano stradale e del sistema di rotaje a lir. 3,191,545
Fabbricati di servizio, macchine a vapore, vetture, carri, carrozze ed oggetti diversi occorrenti per la suddetta strada a guide di ferro.
Locale occorrente per n.° 2 ufficj da fabbricarsi alle stazioni estreme della strada, compresi i siti di magazzino, rimesse, stalle, e comprese ben anche le spese di una tratta di comunicazione dalle strade interne di Milano e di Bergamo colla strada a rotaje e degli steccati
Somma da riportarsi lir. 3,191,545
[p. 430 modifica]
Somma retro lir. 3,191,545
occorrenti per poter isolare la strada a rotaje alle estremità, in tutto si calcolano lir. 100,000
Per n. 10 casini, da distribuirsi sulla linea della strada pei custodi della medesima, composti di un locale a pian terreno con corrispondente superiore, in tutto 24,000
Per altri sei locali da costruirsi ad uso d’ufficio per le stazioni intermedie al lungo della strada per riporvi le vetture, i carri, le carrozze a vapore, il combustibile e le trombe pel carico d’acqua ad uso delle macchine, in tutto altre 40,000
Lir. 164,000
Pel mobiliare occorrente ai due ufficj comprese le bilance, carrette, scaffali, ed altri oggetti di servizio, in tutto lir. 6,000
Per n.° 10 piattaforme circolari per le voltate delle carrozze tanto a Milano che a Bergamo, come pure alle stazioni principali intermedie 20,000
Per n.° 6 locomotive compresi i tenders e gli stromenti relativi in ragione di lir. 50 mila ciascuna 300,000
Per n.° 40 carrozze da passeggieri, delle quali una parte scoperte, ed il resto coperte 160,000
Per numero 40 carri da mercanzia compresi quattro a ruote basse pel trasporto delle vetture e carrozze private 40,000
Sommano lir. 526,000 526,000
Si aggiungono in fine per spese accessorie, pel rilievo del progetto generale e di dettaglio, per viaggi ed esperimenti necessarj, per l’acquisto di ferro, macchine, combustibile, modelli, stromenti oltre i già contemplati, e per altre piccole spese anche imprevedute lir. 40,455
Sommano lir. 730,445 730,445
Ascende la spesa complessiva per la costruzione della strada a guide di ferro fra Milano e Bergamo, austr. lir. 3,922,000
[p. 431 modifica]
PROSPETTO
Della spesa annua di conservazione e di esercizio della strada di ferro tra Milano e Bergamo, non che di quella di amministrazione della stessa intrapresa.


Pel combustibile occorrente alle carrozze a vapore nella supposizione che abbiano ad effettuarsi n.° 4 partenze al giorno da Milano e n.° 4 da Bergamo, in tutto quintali met. 8000 a. lir. 2.50, lir. 20,000
Per la manutenzione delle rotaje di ferro, sulla base di altre consimili strade di ferro, si calcola il 2 per cento sul costo primitivo di lir. 1513145, esclusa la strada ordinaria da calcolarsi a parte, avuto riguardo ben anche alla maggior manutenzione pei tronchi che sono in molta pendenza dovendosi usare la così detta scarpa nella discesa delle macchine forti e pesanti per l’ascesa 30,263
Per la manutenzione del letto ordinario della strada avuto riguardo a quella degli edifizj tutti e pel regolamento dei gelsi suddetti in ragione dell’uno e tre quarti per cento sul costo primitivo di lir. 1842400 32,242
Per le riparazioni delle carrozze a vapore e da trasporto e del materiale occorrente si calcola il 7 per cento sul costo primitivo di lir. 526000 75,142
Annue spese pei seguenti impiegati:
1.° Un ispettore sulla strada, sulle macchine, carrozze ecc. oltre l’alloggio lir. 2,400
2.° Due cassieri e ricevitori dei prezzi di trasporto, incaricati della tenuta dei registri 2,400
3.° Per due macchinisti e due fochisti per la condotta delle macchine e pel servizio del combustibile 6,000
4.° Per altri due ajutanti al carico del combustibile e dell’acqua 1,500
5.° Per n.° 6 conduttori 12,000
6.° Per n.° 10 custodi per la sorveglianza e polizia della strada oltre le rispettive abitazioni 8,000
7.° Per n.° 4 facchini pel trasporto di pacchi e gruppi 2,000
Lir 34,300 34,300
Si aggiungono finalmente per la regolare direzione dell’impresa, cioè per un direttore, segretario, cassiere, ragioniere, scrittori, per spese di cancelleria oltre le accessorie spese legali, procedure giudiziarie, visite ed ispezioni di ingegneri, in tutto lir. 17,050
Somma l’annua spesa di manutenzione, condotta ed amministrazione dell’impresa, austriache Lir. 209,000
[p. 432 modifica]
PROSPETTO
Economico degl’introiti ed utili presumibili sopra la strada a guide
di ferro da Milano a Bergamo.
Il seguente calcolo è fondato sopra il movimento commerciale giornaliero ed il numero de’ passeggieri che di presente si verifica sulla strada comune nella direzione da Bergamo a Milano e viceversa. L’esperienza fatta in tanti anni decorsi, massime dopo l’istituzione dei velociferi si erariali che privati sullo stradale da Milano a Bergamo, è più che sufficiente a comprovare la realtà del suddetto movimento giornaliero: lo che si ritiene comunque possa attendersi presumibilmente che un tal movimento commerciale massime pel trasporto delle persone abbia a moltiplicarsi anche sopra la divisata rotaja di Bergamo a somiglianza di quanto è finora avvenuto ed avviene tuttogiorno di tutte le altre consimili strade attivate finora, e ritenuto che in ciascun giorno dell’anno si effettuino per ragguaglio n.° 4 viaggi periodici e quindi quattro partenze tanto da Milano quanto da Bergamo, e che per ragguaglio si trasportino n.° 10 passeggieri per ogni corsa, compresi anche quelli dei punti intermedj della linea al prezzo medio di lir. 4, si avrebbero annualmente lir. 115,200
Pel trasporto di seta e cotone ed altri prodotti di merci di valore in colli e pacchi, merci di transito di dogana, quintali met. n.° 150,000, in ragione di lir. 1 al quintale 150,000
Per le merci e prodotti grossi del paese, come pietre provenienti dall’Adda e dal lago di Como e Lecco, gesso, calce, legna da fuoco, legname d’opera, lignite di Gaudino ed altri combustibili fossili e vegetabili ed altri materiali ed articoli, come granaglie, frutti e prodotti minori del paese, per l’ammontare in complesso di quintali metrici 300,000 all’anno i quali valutati a cent. 50 danno 150,000
NB. I bestiami, la foglia de’ gelsi, le carrozze dei privati, il danaro ed altri simili articoli di trasporto nella Lombardia non si calcolano e si ritengono compresi negli antecedenti come pure non si calcola il presumibile ricavo che in pochi anni si potrebbe avere dalle suddette piantagioni dei gelsi proposte per l’abbellimento della linea ed il consolidamento dell’argine di strada, non che dalle acque sorgive e scaturienti, come da fontanili nel terreno da scavarsi sulla stessa linea della strada.
Somma l’annuo ricavo presumibile lir. 415,200
Da qui dedotte le suddette spese annuali di manutenzione e condotta 209,000
Rimane l’annuo ricavo netto presumibile, da dividersi a titolo di utili ed interessi fra gl’intraprenditori, di austriache lir. 206,200

La qual somma sul capitale di lir. 3,922,000 di costo dell’intera strada a guide di ferro, corrisponde a circa il 5 ½ per cento d’interesse od utile all’anno sul capitale impiegato.

Note

  1. Esame delle osservazioni soggiunte dagli Annali Universali di Statistica alla Memoria pubblicata da un comitato Bergamasco intorno alla progettata strada a rotaje di ferro nel Regno Lombardo-Veneto in rapporto ai bisogni della Città e provincia di Bergamo. Bergamo, 1838. dalla stamperia Crescini.
  2. Da un punto della Specola elevato metri 29,60 sull’Orto botanico sono state misurate le distanze dallo zenit dei punti trigonometrici sulla direzione di Bergamo dei quali il signor capitano Marieni ci ha comunicate le distanze lineari, e da questi elementi sono state dedotte le differenze di livello col luogo di stazione. I punti ai quali si è collimato sono per Pessano la sommità della cupola della chiesa, e per gli altri paesi il davanzale della più alta finestra de’ rispettivi campanili più alti. Le livellazioni così ottenute posano lasciare l’incertezza di 3 o 4 metri sul totale della linea essendo fatte da una sola posizione e da distanze considerabili.
    Per ottenere una maggior precisione converrebbe che l’osservatore potesse recarsi di punto in punto scegliendo le distanze prossimamente eguali e non maggiori di 3 o 4 miglia. In tal modo gli oggetti si vedrebbero più distintamente e sarebbe tolta l’incertezza proveniente dalla rifrazione terrestre.
    Nell’unita tabella a lato alle elevazioni calcolate dei punti di mira sono registrate le loro altezze rispettive sul sottoposto terreno misurate con molta accuratezza col mezzo d’un filo a piombo.