Storia della letteratura italiana (Tiraboschi, 1822-1826)/Tomo IX/Q

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Indice generale - Q

../P ../R IncludiIntestazione 31 marzo 2019 75% Da definire

Tomo IX - P Tomo IX - R
[p. 316 modifica]

Q

Quadramio Evangelista agostiniano, sue notizie VII, 882, ec.

Quadrio Francesco Saverio, sua Storia della poesia IV, 561, ec.; sue opinioni confutate, ed errori emendati I, 136, 151, 212, 216, 229, 315, 345; suo errore intorno all’esilio di Giovenale II, 134 intorno all’Ottavia di Seneca 155; intorno a Claudiano 645; sua nuova opinione intorno alla patria di Rufino 611; adotta le vite favolose de’ poeti provenzali IV, 531; altri suoi errori III, pref. iv, 84, 533; IV, 533, 574, 584, 586; VI, 1227, 1253, 1267, 1277, 1291, 1304; VII, 558, 1440, 1868, 1907, 1942, 2006; VIII, 682, 707,713.

Quadrivio, V. Trivio.

Quaglia Alberto poeta provenzale IV, 527.

Quarqualio Luca professore di belle lettere VI, 546.

Querenghi Antonio, notizie di esso, sue poesie VIII, 748, ec.

Querini Lauro, sua opera teologica VI, 457; notizie della sua vita e di altre sue opere 506, ec.

Querini Pietro, sue opere VII, 590.

Querno Camillo improvvisatore, notizie di esso VII, 2001, ec.

Quinquereme ideata da Vittor Fausto VII, 1619.

Quintiliano M. Fabio, se sia autor del Dialogo sul decadimento dell’eloquenza II, 163, ec.: notizie della sua vita 180; se fosse veramente spegnitoio ivi; anno della sua nascita 183; suoi studi e suoi impieghi ivi; suo eccellente carattere 185; degno solo di biasimo per l’adulazione troppo sfacciata verso Domiziano 186; giudizio [p. 317 modifica] delle sue Istituzioni oratorie 187; suo passo intorno lo stile di Seneca 188; declamazioni a lui attribuite 190; suo giudizio delle Satire di Lucilio I, 277; dell’Elegie di Tibullo 291; del poema di Virgilio 306; dell’Eloquenza di Cicerone 388; paragone che egli ne fa con quella di Demostene 391; dell’eloquenza di Asinio Pollione 420; elogio ch’esso fa di Tito Livio 447; di Cesare 396; codice delle sue Istituzioni mancante, e guasto trovato dal Petrarca V, 156.

Quinziano poeta ligure II, 654.