Il mostruosissimo mostro - Versione diplomatica/Del significato dei colori. Trattato primo

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Del significato dei colori. Trattato primo

../L'autore alli cortesi lettori ../Del significato dell'herbe, fiori. Trattato secondo IncludiIntestazione 15 gennaio 2019 25% Da definire

L'autore alli cortesi lettori Del significato dell'herbe, fiori. Trattato secondo


[p. 9 modifica]

De' Rinaldi - Il mostruosissimo mostro, 1584 (page 11 crop).jpg

D E L  S I G N I F I C A T O

D E I  C O L O R I.

De' Rinaldi - Il mostruosissimo mostro, 1584(1) (page 11 crop).jpg


Trattato primo.


FR A tutte l'altre maniere ritrouate dall'argutia dell'ingegno humano, per iſprimere i concetti, & le paſsioni dell'animo, giudico ſia ſtata nobiliſſima l'inuentione delle colorate diuiſe, & impreſe, imperoche leggiadramente con quelle ſi può far paleſe l'intrinſeco, & far conoſcere alle amate donne in quale ſtato, per amarle, ſi ritroui. Io adunque ne dirò quanto comporterà la mia debile forza, cominciando dal colore verde.

Fà di ſpene, e letitia il V E R D E moſtra.


QVanta ſperāza, & allegrezza apporti à mortali il verdeggiare delle nouelle frondi, herbe & fiori nel dolce tēpo della primauera, è manifeſto ad ogni vno, Imperoche, eſſendoſi partito da noi l'horrido, & canuto verno, il quale haueua (con il fremere de' gelati venti, che partoriſcono ghiacci, & neui.) fatto naſcondere ogni cosa alla terra, tornando le pioggie aride, & meſte, ſpogliando gli arbori delle loro [p. 10 modifica]

frondi, quella tornando di nuouo, ſgombra i ghiacci, & le neui, raſſerena l'aere, & veſte rinuerdiſce, & allegra il tutto, cangiando aſpetto alla terra, riueſtendola di verde herbette, & ſpargendola di vaghi, & odorati fiori, porgendo ſperanza à' mortali di raccogliere le deſiate biade, della quale allegrezza di primauera leggiadramente parlò, il Sannazaro nella prima egloga dell'Arcadia, & il Petrarca nel ſonetto.

Et in vn'altro luogo.

Zefiro torna, e'l bel tempo rimena,
E i fiori, e l'herbe, ſua dolce famiglia,
E garrir progne, e pianger Filomena,
E primauera candida, e vermiglia,
Ridono i prati, e'l ciel ſi raſſerena.
Gioue s'allegra di mirar ſua figlia,
L'aria, l'acqua, la terra è d'amor piena,
Ogni animal d'amar ſi racconſiglia.

Ne ſolo adorna; infiora, allegra, & rinuerdiſce di vaghe herbette i pratti, le ſelue, le valli, i colli, & i monti, ma ancora viuifica ogni coſa creata. in queſta felice, & verdeggiāte ſtagione Amore inſieme con la vaga Venere ripiglia l'arco, & gli aurati ſtrali, & trà fiori tendendo al varco, di noi trionfa, & gode, la lieta copia in compagnia di Zefiro, & Flora và ſpargendo il ſuo pieno, & ricco corno; onde il tutto è pieno d'allegrezza. d'Amore parlano l'onde, i peſci, l'herbe, & venti; gli augelli s'odono l'vn con l'altro mormorare d'Amore, & finalmente tutti li ſpiriti di lui ragionano, & cantano, come marauiglioſamente moſtra il Giraldi nelle ſue Fiamme, in quella canzone.

L'aura amoroſa. Et nel ſonetto. Zefiro ſpira. [p. 11 modifica] [p. 12 modifica] [p. 13 modifica] [p. 14 modifica] [p. 15 modifica] [p. 16 modifica] [p. 17 modifica] [p. 18 modifica] [p. 19 modifica] [p. 20 modifica] [p. 21 modifica] [p. 22 modifica] [p. 23 modifica] [p. 24 modifica] [p. 25 modifica] [p. 26 modifica] [p. 27 modifica] [p. 28 modifica] [p. 29 modifica] [p. 30 modifica] [p. 31 modifica] [p. 32 modifica] [p. 33 modifica] [p. 34 modifica] [p. 35 modifica] [p. 36 modifica] [p. 37 modifica] [p. 38 modifica] [p. 39 modifica] [p. 40 modifica] [p. 41 modifica] [p. 42 modifica] [p. 43 modifica] [p. 44 modifica] [p. 45 modifica] [p. 46 modifica] [p. 47 modifica] [p. 48 modifica] [p. 49 modifica] [p. 50 modifica] [p. 51 modifica] [p. 52 modifica] [p. 53 modifica] [p. 54 modifica] [p. 55 modifica] [p. 56 modifica] [p. 57 modifica] [p. 58 modifica] [p. 59 modifica]