Pagina:Tiraboschi - Storia della letteratura italiana, Tomo IX, Indici, Classici italiani, 1826, XVI.djvu/264

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
264 indice

onore da lui ricevuto 55.

degli Ordelaffi Pino signor di Forlì chiama alla sua corte Antonio Urceo VI, 83; magnifiche fabbriche da lui intraprese 1704.

degli Ordinati Accademia, sua fondazione e vicende VIII, 69, ec.

Ore, loro distribuzione tra i Romani I, 510, ec., 513, ec.

Oreadino Vincenzo VII, 2302.

Oreste generale II, 593.

Orfeo di Crotone poeta I, 134.

Orgagni Andrea poeta V, 864; e scultore 976.

Organi, loro antichità in Italia III, 245, ec.

Orecchio, suoi ossicelli detti incudine e martello noti ad Alessandro Achillini VI, 717; da chi descritti VII, 914, 931, 939, 942.

Oregio card. Agostino, notizie di esso e delle opere da lui pubblicate VIII, 152; se di esse si giovasse il P. Petavio 153.

degli Organi Francesco, V. Landini.

Oria: Corrado Quinto Mario.

da Oriano Lanfranco canonista VI, 892.

Orlano Lodovico teologo VII, 423.

Oribasio medico II, 682.

Oricellario, V. Rucellai.

Origlia Giangiuseppe, sua Storia dell’università di Napoli IV, 74.

Oriolo Filippo VII, 2299.

Orlandi Cesare, sua Storia di Siena, e giudizio di essa VII, 1359.

Orlandi Guido poeta italiano IV, 608, 609.

Orlandi dott. Pietro lodato VIII, 467, ec.; 469.

OrlandiniP. Niccolò, sua vita di S. Ignazio VIII, 224.

Orologi antichi I, 514; usati da Cassiodoro III, 41; altri fabbricati da Boezio 75.

Orologi, perfezione a cui furon condotti nel secolo xv VI, 1748; di finissimo lavoro VII, 2414; orologi solari, chi ne scrivesse 718; anche gli orologi a polvere e ad acqua riceverono maggior perfezione VI, 1749.

Orologio solare, quando primamente usato in Roma I, 510; collocato senza le giuste leggi, poi corretto ivi, ec.; scherzo di Plauto intorno ad esso 513; ad acqua introdotto in Roma 512; pure ad acqua mandato da Aronne re di Persia a Carlo Magno III, 210; orologio di maraviglioso lavoro da chi trovato V,