Pagina:Tiraboschi - Storia della letteratura italiana, Tomo IX, Indici, Classici italiani, 1826, XVI.djvu/183

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

generale 183

de’ Longobardi 212; nel nono e decimo secolo 384; nell’undecimo e duodecimo 595; non mai trascurata interamente 596; comincia a coltivarsi con più calore nell’undecimo secolo 598; alcuni in essa dotti in questo secolo 599; qual fosse l’origine del rifiorire di essa ivi; moltitudine di professori di essa in Italia nel secolo xii 616; privilegi loro accordati 617; opere di essa de’ bassi tempi quanto scorrette V, 475; stato di essa in Italia nel secolo xiii IV, 354; nel secolo xiv V, 423; più coltivata qui che altrove 515; stato di essa nel secolo xv VI, 737; nel secolo xvi VII, 1042; nel secolo xvii VIII, 491.

Giurisprudenza ecclesiastica, stato di essa nel secolo xiii IV, 48; nel secolo xiv V, 617; nel secolo xv VI, 878; nel secolo xvi VII, 1042; nel xvii VIII, 491.

Giuseppe Ebreo, notizie della sua vita e delle sue opere II, 375.

Giusti Vincenzo, sue Tragedie VII, 1888.

Giustiniani Agostino, notizie della sua vita, e sua Storia di Genova
VII, 1448; suoi studi delle lingue orientali 1554.

Giustiniani Bernardo, sua vita, sua Storia veneta, ed altre opere VI, 1049; se avesse i libri di Cicerone de Gloria I, 483.

Giustiniani Bernardo, sua Storia degli Ordini militari VIII, 216.

Giustiniani Leonardo, notizie di esso e delle sue opere VI, 1185; sue brighe col Filelfo pe’ codici da questo prestatigli 175.

Giustiniani Lorenzo lodato VII, 2131.

Giustiniani Orsatto, sue Rime VII, 1686.

Giustiniani Pancrazio VII, 1374.

Giustiniani Pietro, sua Storia veneta VII, 1374.

Giustiniani Vincenzo teologo VII, 499.

Giustiniano Primo, imperadore, sua guerra contro de’ Goti III, 22. Codice ed altre leggi da lui pubblicate 31, 98; quando ricevute in Italia 100.

Giustiniano greco impostore vuole persuadere a Luigi Decimoquarto di avere un codice intero della Storia di Livio I, 454.

Giustino nipote e successore di Giustiniano III, 31.

Giustino lo storico a qual tempo vivesse II, 464; sua opera 465.