Pagina:Tiraboschi - Storia della letteratura italiana, Tomo IX, Indici, Classici italiani, 1826, XVI.djvu/410

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
410 indice

ceroneivi; sue poesie ; che cosa ordinasse morendo intorno alla Eneide 305, ec.; scioccamente da alcuni accusato di magia ivi; suo carattere 306; sua lettera ad Augusto ivi; elogi di lui fatti ivi; suo confronto con Omero ivi, ec.; Priapee se fosser da lui composte 310; notizie del codice antichissimo che se ne conserva nella Laurenziana III, 51, ec.; VII, 345; traduzioni di esso VIII, 684.

di Virgilio Benedetto, sua vita e poemi da lui composti VIII, 706, ec.

di Virgilio Giovanni poeta latino V, 663, 876; Antonio di lui figliuolo 877.

Virginio scrittor di commedie II, 153.

Virginio scrittor di rettorica chi fosse II, 359.

della Virtù Accademia in Roma VII, 214.

Virunio Pontico, V. Pontico.

Visconti, soggetti illustri di questa celebre famiglia, e loro azioni: Ottone dà principio alla potenza della sua famiglia IV, 18; Ottone istituisce il teologo nella metropolitana di Milano 165; Matteo, suoi cominciamenti 18; origine del
suo dominio in Milano V, 14; altri principi di questa famiglia nel secolo xiv, e loro vicende ivi, ec.; titol di duca lor conceduto 15; ampiezza del loro dominio in Italia, e vicende di esso VI, 7,ec.

Visconte Bruzzi, sua erudizione e sue rime V, 870.

— Filippo Maria, sua carattere e sue vicende VI, 7; favore da lui accordato agli uomini dotti 25, ec.; sua credulità verso l’astrologia giudiciaria 580; suoi medici, e contegno da lui tenuto con essi 691, ec.

— Galeazzo e Giangaleazzo grandi mecenati della letteratura V, 48, ec.; uomini dotti chiamati alla sua corte da Giangaleazzo 51; Galeazzo fonda l’università di Pavia 113, ec.; onori da lui usati al Petrarca 50; Giangaleazzo rinnova l’università di Piacenza e vi unisce quella di Pavia 113; biblioteca da lui formata 168; magnificenze delle lor fabbriche 968.

— Giammaria ucciso VI, 8.

— Giovanni protegge l’università di Bologna V, 83; ordina che si comenti Dante 737; ama e onora il Petrarca 801.

— Luchino coltivatore e