La Colonia Eritrea

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Beniamino Melli

1899 C Indice:Melli - La Colonia Eritrea, 1899.djvu Storia/Eritrea/Colonialismo La Colonia Eritrea Intestazione 13 gennaio 2017 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


[p. i modifica]

Tenente B. MELLI




La

Colonia Eritrea

dalle sue origini fino al 1.° Marzo 1899


con annesse 2 carte a colori ed uno schizzo
del campo di battaglia d’Adua






PARMA

LUIGI BATTEI

1899.

[p. ii modifica] [p. iii modifica]



AI MORTI


E


AI SUPERSTITI


DELLE


CAMPAGNE D’AFRICA



[p. 357 modifica]

INDICE




 v
 xi


Dalle origini della Colonia al governatorato di Baratieri.


Capitolo I. — (1869-1882) ||
 1

Acquisto di Assab e adiacenze — Primo atto di sovranità esercitata dall’Italia — Eccidio di Beilul — Incidente di Raehita — Convenzione coll’Inghilterra — Assab dichiarato colonia Italiana.

Capitolo II. — (1882-1884) ||
 6

Crisi egiziana ed insurrezione Mahdista — Loro influenza sul movimento d’espansione coloniale dell’Italia.

Capitolo III. — (1885) ||
 13

Eccidio della spedizione Bianchi — Occupazione di Beilul — Occupazione di Massaua — Proteste della Turchia — La caduta di Kartum — Conseguenze — L’Italia offre i suoi aiuti all’Inghilterra che li rifiuta — L’Inghilterra rinunzia al Sudan — La nostra occupazione di Massaua resta paralizzata.

Capitolo IV. — (1885) ||
 20

Primi attriti coll’Abissinia — Missione Ferrari — Occupazione di Saati con truppe irregolari — Irritazione del Negus e di ras Alula — Protettorato sugli Habab — Cessazione del condominio egiziano a Massaua. [p. 358 modifica]

Capitolo V. — (1886-1887) ||
 26

Missione Pozzolini — È sospesa in seguito a cattive notizie pervenute dall’Abissinia — Minaccioso contegno di ras Alula — Spedizione Salimbeni — Occupazione di Uà — Ras Alula fa incatenare la spedizione Salimbeni e la trascina dietro a Ghinda — Ultimatum di ras Alula al generale Genè — Combattimento vittorioso di Saati — Combattimento e strage di Dogali.

Capitolo VI. — (1887-1888) ||
 34

Il Parlamento italiano vota 20 milioni per la rivincita di Dogali — Crispi ministro degli esteri — Invio di rinforzi — Spedizione San Marzano — Missione inglese Portal — Costruzione della ferrovia Massaua-Saati — Rioccupazione di Saati — Il Negus a Saberguma — San Marzano lo costringe alla ritirata.

Capitolo VII. — (1888-1889) ||
 42

Il generale Baldissera succeduto a San Marzano — Prima sistemazione della colonia — Alleanze cogli Arabi intermedi tra Cassala e Massaua — Cure interne — Incidente italo-francese circa le capitolazioni — Vittoria di Crispi e scacco di Goblet — Doloroso avvenimento di Saganeiti — Vicende interne dell’Abissinia — Menelik alleato dell’Italia — Il negus Giovanni contro i Mahdisti — Sua sconfitta e morte a Metemmah — Menelik imperatore — Trattato d’Uccialli — Missione etiopica in Italia — Occupazione di Keren e Asmara e successivo ampliamento della colonia fino al Mareb — Rimpatrio di Baldissera — La Colonia Eritrea.

Capitolo VIII. — (1890) ||
 54

Il generale Orero — Mangascià prevale nel Tigrè contro il legato imperiale e contro gli altri pretendenti — Menelik in marcia per il Tigrè — Marcia di Orero su Adua — Sua ritirata — Convegno di Ausen — Doppiezze ed inganni di Menelik — Ritorno di Menelik nello Scioa — L’articolo 17 del trattato d’Uccialli contestato da Menelik — Dissidi tra Antonelli ed Orero — Rimpatrio del generale — Il generale Gandolfi primo governatore dell’Eritrea — Prima vittoria italiana di Agordat contro i dervisci.

Capitolo IX. — (1890-1892) ||
 61

Il generale Gandolfi governatore civile e militare dell’Eritrea — II colonnello Baratieri vice-governatore — Il deputato Leopoldo Franchetti commissario per la [p. 359 modifica]colonizzazione agricola — Consiglio di governo — Cure e riforme civili e militari — Missione Antonelli allo Scioa — Insuccesso della medesima — Zona d’influenza italiana e confini abissini — Accuse contro l’amministrazione coloniale e scandali — Reale Commissione d’inchiesta — Processo Cagnassi e Livraghi — Operato della Commissione d’inchiesta — Politica tigrina — Trattato del Mareb — Politica di raccoglimento del Gabinetto Di Rudinì — Rimpatrio del generale Gandolfi.


La Colonia sotto il Governo di Baratieri e fino alla battaglia d’Adua.


Capitolo X. — (1892-1896) ||
 81

Oreste Baratieri governatore civile dell’Eritrea — Arimondi comandante delle truppe — Riforme e provvedimenti interni — Meccanismo governativo — Bilancio unico — Ordinamento militare e giudiziario — Altri provvedimenti — Indemaniamento — Colonizzazione — Risultati.

Capitolo XI. — (1892-1894) ||
 91

Lotte contro i Mahdisti — Combattimento di Serobeiti — Battaglia di Agordat — Conquista di Kassala.

Capitolo XII. — (1894-1895) ||
 105

Relazioni tra l’Italia, il Tigrè e lo Scioa — Ribellioni interne del Tigrè — Missione Traversi allo Scioa — Formale denuncia del Trattato d’Uccialli — Missione Piano allo Scioa — Mangascià a Adis Abeba — Suo ritorno e suoi preparativi — Sua intesa con Batah Agros capo dell’Okulè-Kussai — Rivolta di costui — Combattimento di Halai — Morte di Bath Agos — Mangascià accoglie i ribelli superstiti — Ultimatum di Baratieri a Mangascià — Baratieri ad Adua — Mangascià minaccia e invade l’Okulè-Kussai — Giornate di Coatit e Senafe.

Espulsione dei Lazzaristi francesi dall’Eritrea — Mangascià si prepara alla riscossa — Chiede aiuti a Menelik — Si avvicina ad Adigrat per toglierlo ad Agos Tafari alleato dell’Italia — Baratieri invade ed occupa l’Agamè — Inseguimento infruttuoso di Mangascià — L’alleato Agos Tafari a Makallè — Baratieri entra in Adua per la [p. 360 modifica]seconda volta — Preoccupazioni politiche e finanziarie del Governo — Baratieri si ritira da Adua lasciandovi poche truppe — È chiamato in Italia — Grandi feste fattegli a Roma ed altrove — Sua intesa col Governo — Riparte per l’Eritrea — Ripresa della campagna contro Mangascià — Combattimento di Debra Ailat — Occupazione del Tigrè — Conseguenze politiche e militari.

 135

Guerra Italo-Scioana — Preparazione militare e politica dell’Italia e dello Scioa — Conseguenze.

Capitolo XV. — (1895) ||
 153

Arimondi comandante del Tigrè — Sue forze — Suoi provvedimenti — Il capitano Persico ad Amba Alagi — Il maggiore Toselli vicino ad Ascianghi — Informazioni sul nemico — Sorprese ed equivoci — Toselli si ritira ad Amba Alagi — Baratieri parte da Massaua — Glorioso combattimento di Amba Alagi — Scontro di Aderà — Ripiegamento di Arimondi su Adagamus — Il battaglione Galliano a Makallè.

 168

Condizioni della Colonia dopo Amba Alagi — Concentrazione delle forze eritree in Adigrat — Baratieri ne assume il comando e Arimondi è mandato a Massaua — Il Parlamento vota 20 milioni per la rivincita e il Governo conferma la fiducia in Baratieri — Spedizioni di rinforzi — Incertezze del Governatore — Assedio di Makallè — Arrivo del Negus — Attacchi degli assedianti e gloriosa resistenza di Galliano — Dolorose condizioni dell’eroico presidio — Ammirazione e preoccupazioni — Liberazione.

Conseguenze dell’abbandono di Makallè — La posizione di Adagamus — Vicende del battaglione Galliano — Il Negus se ne serve per mascherare e coprire una marcia strategica su Ausen e quindi lo libera trattenendo alcuni ostaggi — Inerzia di Baratieri — Il Negus verso Gandapta — Baratieri è costretto ad abbandonare Adagamus ed a fronteggiare verso Adua — Spostamenti strategici — Il Negus nella conca di Gandapta e Baratieri nell’Entisciò e a Saurià — Difficoltà logistiche italiane — Defezione di ras Sebath e Agos Tafari — Fatti di Seetà e Alequà — Le retrovie minacciate — Vicende dell’Intendenza — La nuova linea di rifornimento per Mai Maret-Debra-Damo [p. 361 modifica]— Stevani, Valli e Oddone mandati contro i ribelli — Assotigliamento e difficoltà del corpo d’operazione italiano — Predisposizioni di ritirata del 28 Febbraio — Ras Gabeiù al Mareb — Critiche condizioni di Baratieri — Rinunzia alla ritirata e fa una dimostrazione offensiva verso Adua — Gli abissini intorno ad Adua — Stevani e Valli rientrano a Saurià — Il reggimento di Boccard a Mai Maret — Grandi rinforzi in viaggio — Il Generale Baldissera.

Capitolo XVIII. — (1896) ||
 204

Forze e condizioni dei due eserciti avversari alla vigilia della battaglia — Necessità per entrambi di una imminente ritirata — Astuzie di Menelik — Baratieri delibera l’attacco — Precedenti e disposizioni.


Dalla battaglia d’Adua fino al 1.° marzo 1899.


Capitolo XIX. — (1 marzo 1896) ||
 228

Battaglia d’Adua.

Capitolo XX. — (Marzo-giugno 1896) ||
 265

Effetti della battaglia d’Adua in Italia — Crisi ministeriale — Agitazioni e violenze — Il gabinetto Di Rudinì — Suo programma — Votazione di 140 milioni per continuare la guerra — Baldissera difende la Colonia — Il Negus si ritira — Trattative di pace — Stevani a Kassala — Combattimenti di Monte Mocram e di Tucruf — Baldissera muove alla liberazioue di Adigrat — Sua ordinata ed imponente marcia in avanti — I ras tigrini non ardiscono opporglisi — Sgombro ed abbandono di Adigrat — Liberazione dei prigionieri del Tigrè — Fine della campagna.

Capitolo XXI. — (1896-1899) ||
 289

Pratiche di pace e per liberare e soccorrere i prigionieri — Si intromette il Sommo Pontefice — Insuccesso di mons. Macario — Missione Nerazzini — Convenzioni stipulate col Negus — Preliminari di pace e liberazione dei prigionieri — Rimane insoluta la questione dei confini — Il programma di raccoglimento del ministero Di Rudinì — Seconda missione Nerazzini — Invio di Cicco di Cola — Il Governatore Civile — Ultimi avvenimenti etiopici — Ribellione e spodestamento di Mangascià. [p. 362 modifica]Avvenimenti dalla parte del Sudan — L’Inghiltorra scesa in lizza contro il Kalifa — Campagna anglo-egiziana negli anni 1896-97-98 — Cessione di Kassala — Battaglia di Ondurmann — Caduta della Mahdia — Il Nilo riaperto alla civiltà europea.


 299


Appendice:

 333



Carte: