Pagina:Iliade (Monti).djvu/671

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
338 tavola

Enomao: è ucciso da Idomeneo. II, 20.

Enope, città. I, 215.

Enopo, padre d'Eleno. I, 133. Di Satnio. II, 51. Di Testore, 102. Di Clitomede, 283.

Eolo, padre di Sisifo. I, 149.

Epalte, ucciso da Patroclo. II, 103.

Epea, città. I, 215.

Epei, popoli. I, 52, 103. II, 27.

Epeo, figlio di Panopeo, giuoca al pugilato. II, 284. Giuoca al disco, 290.

Epi, luogo. I, 50.

Epicle, compagno di Sarpedonte, ucciso da Aiace. I, 307.

Epidauro, luogo. I, 49.

Epigeo, figl. di Agacle. II, 109.

Epistrofo, figl. d’Ifito, capitano. I, 47.

Epistrofo, figl. d’Eveno, capitano. I, 55, 61.

Epito: sua tomba. I, 51.

Eptaporo, fiume. I, 294.

Ercole e Astiochea, genitori di Tlepolemo. I, 53. Padre di Tessalo, 54. Ferisce Giunone nella mammella, 120. Suoi travagli. II, 183.

Erebo, Inferno. I, 200.

Eretria, luogo. I, 48.

Eretteo, allievo di Minerva. I, 49.

Ereutalione, ucciso da Nestore. I, 95. Fu scudiere di Licurgo, 171.

Erialo, ucciso da Patroclo. II, 102.

Eribea, matrigna di Marte. I, 120.

Erimante, ucciso da Patroclo. II, 103.

Erinni. II, 182.

Eriopide, matrigna di Medonte. II, 28, 67.

Eritini, monti. I, 61.

Eritre, luogo. I, 47.

Erittonio, figl. di Dardano. II, 201. Padre di Troe, ivi.

Ermione, città. I, 49.

Ermo, fiume. II, 207.

Esculapio, padre di Macaone. I, 56, 90.

Esepo, ucciso da Eurialo. I, 144.

Esepo, fiume. I, 294.

Esequie di Patroclo. II, 264.

Esieta, sua tomba. I, 59. Padre d’Alcatoo. II, 17.

Esima, città. I, 197,

Esimno, capitano. I, 271.

Essadio, capitano. I, 12.

Eta, cavalla donata da Echepolo ad Agamennone II, 271.

Eteocle: in sua casa trova Tideo molti Cadmei, gli sfida e li vince. I, 97.

Eteono, città. I, 46.

Eticesi, popoli. I, 57.

Etilo, città. I, 50.

Etiopi, popoli. II, 267.

Etoli, popoli. I, 52, 103, 229.

Etra, figl. di Pitteo, damigella d'Elena. I, 69.

Ettore, figl. di Priamo: mentovato da Achille. I, 11. Riceve ambasciata da Iride, 59. Riprende la viltà di Paride, 65. Propone a’ Greci il duello di Paride con Menelao, 66. Si ritira, 102. Conforta i Troiani alla battaglia, 124. Fa paura a Diomede, ed uccide Meneste ed Anchialo, 129. Fa grande strage di Greci, 132. Uccide molt’altri Greci, 133. Parte