Il cavallarizzo/Indice

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Libro primo


[p. indice modifica]
TAVOLA DE’ CAPITOLI

DELLA PRESENTE OPERA.


LIBRO PRIMO.

DELLA origine del Cavallo, & degl’inventori del Cavalcare. Cap. 1
Quanto nel servire, & giovare à l’huomo, il Cavallo ecceda tutti gli animali brutti. Cap. 2
Dell’utile, cha fa il cavallo. Cap. 3
Dell’honore, & ornamento, che il Cavallo dà all’homo. Cap. 4
Del diletto, che dà il Cavallo. Cap. 5
Dell’intelletto, overo intelligenza del Cavallo. Cap. 6
D’alcuni cavalli famosi amati, & comprati per gran prezzo. Cap. 7
Della natura, nome, & età del cavallo. Cap. 8
Della natura de’ cavalli secondo i paesi. Cap. 9
Del pelo, & come si generi. Cap. 10
De’ pelami, & sue spetie in genere. Cap. 11
Del color baio, & sue diferenze. Cap. 12
Del pel leardo. Cap. 13
Del pel sauro. Cap. 14
Del pel morello. Cap. 15
Del color vario, & misto. Cap. 16
Delle balzane, remolini, & altri segnali. Cap. 17
Delle orecchie, & de gli occhi del cavallo. Cap. 18
Del cervello. Cap. 19
De’ denti, & come si conoschi l’età del cavallo. Cap. 20
Della forma, & fattezza del cavallo. Cap. 21
De’ cavalli boni per le cacce, & per le guerre. Cap. 22
Come deve essere lo stallone. Cap. 23
De i difetti, che si devono schivare nello stallone. Cap. 24
Del governo, & essercitio dello stallone. Cap. 25
Del tempo di dar lo stallone à le cavalle, & altro à questo appertinente. Cap. 26
Della proprietà, & natura delle cavalle. Cap. 27
Dell’Hippomane. Cap. 28
[p. ind. modifica]
Come devono essere le cavalle di razza. Cap. 29
Come si deveno tenere le cavalle l’inverno, & l’estate con alcuni avertimenti. Cap. 30
Che cosa giovi ad eccitar al coito i cavalli, & le cavalle, oltra le suddette. Cap. 31
Che le cavalle generose non deveno essere coperte ogn’anno dallo stallone. Cap. 32
Che non si deveno usare le cavalle su le cacce, ne meno nelle imboscate. Cap.33
De i poledri mentre stanno in campagna, ridotti in stalla. Cap.34
Del modo di scapezzar il poledro, & di domarlo. Cap.35
Della stalla & sue pertinenze. Cap.36
Dell’officio de’ garzoni di stalla. Cap.37
Del governo de’ cavalli in istalla. Cap.38
Del governo particolare de’ poledri, & de’ cavalli. Cap.39
D’alcuni altri avertimenti utili, & appartinenti pur al governo del cavallo. Cap.40
Come deve essere la farraina, & in che modo, & tempo si deve dare. Cap.41
Quante volte l’anno si deve cavar sangue al cavallo. Cap.42
Del numero delle vene, & dell’ossa del cavallo. Cap.43
Del governo de’ cavalli, di poi la farraina. Cap.44
Del ferrar i poledri & altri cavalli. Cap.45
Del modo di scaglionare i poledri, & ogni cavallo. Cap.46
Del mettere in ordine ogni cavallo per cavalcare. Cap.47
Dell’officio del maestro di stalla, e de i cavalcatori, & baccalari. Cap.48
Epilogo di tutto quello, che si è detto, con alcune scuse dell’Autore. Cap.49


LIBRO SECONDO


Come si ha da cavalcare il poledro dipoi la farraina. Cap. 1
Della larghezza delle rote, & che il roteggiare è uso antichissimo, & utilissimo. Cap. 2
Del modo dell’insegnare il caragolo, over lumaca al polledro, ò ad altro cavallo, & che effetti faccia. Cap. 3
Del modo d’insegnar al poledro, & ogni cavallo per via di esse serrato, e lungo, e dell’utilità sua. Cap. 4
Del serpeggiare, la sua figura, & utile. Cap. 5
Come di deve seguitare nelle lettioni ordinarie il poledro. Cap. 6

[p. ind. modifica]

Del modo di far’intendere la bachetta al poledro, & l’aiuto de’ calcagni, & di voce. Cap. 7
Dell’utile, & modo da ritirar indietro il cavallo. Cap. 8
Che dopo due mesi, che sarà cavalcato il poledro si deve galloppare, & correre in bardella Cap. 9
Dell’utile, & del modo di ritirar il poledro con la sella, & d’alcuni avertimenti. Cap. 10
Di ciò, che si ha à seguire per quindeci altre lettioni. Cap. 11
D’alcuni avertimenti particolari al cavalcatore, che deve usare nel primo mese, che cavalca il poledro con la sella. Cap. 12
Che si deve servir molto del caragolo il cavalcatore da qui innanzi. Cap. 13
Del modo d’insegnar il radoppiare al cavallo, terra, terra. Cap. 14
Delle pesate, & corvette, & perchè così si chiamano, & dell’utile, & del danno, che recano. Cap. 15
Del tempo di finir di far il cavallo terragnolo, & del maneggio di contratempo. Cap. 16
Del maneggio à mezzo tempo, & à tutto tempo. Cap. 17
Delle capriole. Cap. 18
Del galoppo gagliardo, & de i salti da fermo à fermo. Cap. 19
Del modo di aiutar il cavallo di voce. Cap. 20
Dell’aiuto di bacchetta. Cap. 21
Dell’aiuto di man di briglia. Cap. 22
Dell’aiuto di polpa di gamba, & di staffe. Cap. 23
Dell’aiuto delle acque. Cap. 24
Dell’aiuto de’ terreni. Cap. 25
Dell’aiuto di persona. Cap. 26
Dell’aiuto, & castigo de gli sproni, come, & quando si devono dare al cavallo. Cap. 27
Dei morsi in generale. Cap. 28
Delle guardie de’ morsi. Cap. 29
Dell’occhio del morso. Cap. 30
Della misura dell’inboccatura de’ morsi. Cap. 31
Del cavallo, che beve il morso, Cap. 32
Morso per cavallo, che habbi gli scaglioni posti in alto più del dovere. Cap. 33
Morso del cavallo, che havesse l’un scaglione posto in alto più dell’altro, overo il sfesso della bocca fosse più da una banda che dall’altra, over havesse alcuna durezza, ò morbidezza per più in una barra, che nell’altra. Cap. 34

[p. ind. modifica]

Remedij per cavalli, che vanno con la testa, & il collo più su una banda, che su l’altra mano. Cap. 35
Morso per cavallo, che và molto sotto, & incappucciato. Cap. 36
Del cavallo duro in bocca molto, & del suo freno. Cap. 37
Morso per cavallo, che cavi la lingua. Cap. 38
De i Morsi da prova, e de gli Spagnoli. Cap. 39
De i barbocci, delle garze, & colli de’ cavalli. Cap. 40
Quando s’ha da levare il cannone al cavallo, & metterli un’altro morso. Cap. 41
Del modo d’aiutar il cavallo alle rote, & al parare. Cap. 42
Che le staffe deveno essere uguali, & non più lunga una dell’altra. Cap. 43
Del modo d’aiutar il cavallo ad ogni sorte di maneggi à i repeloni. Cap. 44
Del modo d’aiutar il cavallo alle corvette pesate, & radoppiate. Cap. 45
Del modo d’aiutar il cavallo à salti con calci, & senza. Cap. 46
Di tutto quello, che si deve osservare nella carriera, e in ogni sorte di maneggio. Cap. 47
Che i cavalli dipoi, che sono fatti si deveno correre armati, & rompervi lancie almeno una volta il mese. Cap. 48
Come si debbino avvezzare, & agittar i cavalli, che si vogliono per la guerra. Cap. 49
De i cavalli da duello, e del lor maneggio. Cap. 50
De i cavalli da pompe, feste & giochi. Cap. 51
De i cavalli per correr palij, & de i barbari massime. Cap. 52
Del castigo per il cavallo restio, che s’inalbora, & sia calcitroso. Cap. 53
Della camarra, & del cavallo, che và col muso infuora. Cap. 54
Del castigo per il cavallo, che torce la bocca, & che ha credenza, & è duro di collo più ad una, che ad un’altra mano. Cap. 55
Del castigo, & rimedio per cavallo superbo, & disdegnoso di bocca, che scrolli, & abbassi il capo di volta in volta. Cap. 56
Del cavallo, che se ne và di bocca per cattiva creanza. Cap. 57
Del castigo per cavallo poltrone, vile, & infingardo, & che non riesce bene alla carriera. Cap. 58
Del castigo per cavallo che non pieghi le gambe, come si deve nelle sue lettioni, & del modo da farle incavalcare. Cap. 59
Del modo di dar la ciampetta al cavallo, & che cosa sia. Cap. 60
Del modo d’insegnar ad inginocchiarsi, & abbassarsi al cavallo, & prendere una bacchetta da terra, & far che altro non lo possi cavalcare, eccetto il padrone, over il cavallarizzo. Cap. 61

[p. ind. modifica]

Del modo di maneggiare il cavallo à corvette, à volte ingannate serpeggiando, & con una volta e mezza. Cap. 62
Del modo di maneggiar il cavallo senza aiuto di redine, & senza barbozzale. Cap. 63
Del modo d’insegnar al cavallo il corvettare, & il maneggiasi da per se alla terra. Cap. 64
Di diversi notandi. Cap. 65
IL FINE.