Pagina:Boccaccio - Decameron II.djvu/375

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

nota 369


da scambio nei segnacasi: I 1422 «dinanzi alla casa» (la), I 4519 «al qual pareva» (il qual, non rilevato sin qui), I 10831 «convenirgli morire» (convenirlo), I 3375, II 1187 e II 1478 «infino alla fine» (infin la1, II 4124 «e gli altri» (ed agli, ma il reggimento è «sotto i»), II 15922 «gli altri alli quali» (li quali, ma il costrutto prosegue «gli vennero gli occhi addosso posti»), II 16031 «la fidanza» (alla, ma in correlazione a «si è grande l’amor»2);

da scambio tra genere masch. e femm.: I 3620 «una grandissima pezza», I 1833 «gran pezza», II 10819 «una pezza» (un grandissimo pezzo, gr. pezzo, un pezzo, che da L passarono alla vulg.: ma contro di essi sta la ricca serie dei casi in cui si ha il femm. pezza 3); I 405 2857 e 40113 «alla sua fine», I 6532 6810 23727 II 21732 e II 3269 alla fine», I 32928 «fatta fine», I 40833 e II 3081 «la fine», II 2922 nella fine» (al suo fine, al f., fatto f., il f., nel f., rimasti tutti quanti in L e poscia nella vulg., ad eccezione di I 68 che fu corr.: il significato mostra che va ristabilita dappertutto la forma femminile4); I 5517 «una» (uno), I 6736 «stati» (state, corr. dallo Hecker5), I 8228 «era detto» (decta), I 13716 «consolato» (consolata), I 15027 «fatto l’hai» (fatta, e cosí nella vulg.), I 17510 «pietoso» (pietosa), I 1765 «tenero» (tenera), I 19428 «la troppa stanza» (troppo), I 34031 «ciascuno» (ciascuna, e cosí la vulg., ma non è da pensare che solo delle donne si parli qui6), I 35729 e II 11215 «orecchi» (orecchie, ma cfr. il masch. I 733, 30128, 3027, 32533, 35832, 3593, 3819 ecc.), I 36631 «montata» (montati, corr. giá da L), I 38034 «apparecchiato» (apparecchiata, corr. nella vulg.), I 38826 «contento» (contenta), I 3933 «quella aprí nelle reni» (quello, giustamente respinto dal Fanfani7), I 39733 «venuta» (venuto), I 4049 datole un pezzo» (datale), I 4113 «alquanta della notte» (alquanto, mutato per la regola di cui è detto a p. 360, n. 12; il «fu trapassata» che segue è conferma della correzione), II 721 «m’ha tornato» (tornata, ma il pred. ha per ogg. il quale ossia messer Geri Spina), II 149

  1. Cfr. I 9720 ecc.
  2. Cfr. Hecker, op. cit., p. 11.
  3. Cfr. I 33315 eII 15731 «grandissima pezza», I 1021 22413 32422 33330 II 2121 II 3329 II 1106 «gran pezza», I 28915 «una pezza» (ed inoltre: I 8825 31733 II 15512 II 1643 «buona pezza», II 15618 «di questa pezza»),
  4. Bisogna distinguere nettamente la fine ed il fine, quest’ultimo nel senso di scopo ed anche risultato o riuscita (cfr. I 482o, 6812, 716, 9226, 10829, 23914, 28511, 29434, 3215, 36712, 40119, II 2926, II 32718 ecc.); invece B reca correttamente: I 9720, 12414 22233 27016 28328 3375.24 «alla fine», I 24013 29427 e 31011 «la fine», I 29422 «nella fine», I 12233 e 34029 «posta fine» ecc.
  5. Op. cit., p. 9.
  6. Ivi, p. 10.
  7. Cfr. II, p. 58, n. 3.