Pagina:Zibaldone di pensieri I.djvu/50

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
24 indice del mio zibaldone di pensieri

4153,5. 4172,8.9. 4188,8. 4194,1. 4197,8. 4201,8. 4247,1. 4268,1. 4280,1. 4285,5. 4286,5. 4294,5.
Magistrato ec. da bene, non è che sinonimo di disinteressato. Osservazioni intorno a ciò. 4247,1.
Magnanimità. 829,1.
Malattie, debolezza corporale ec. prodotte dall’incivilimento, e dalla cultura delle facoltà mentali. 1597,1. 1631,2. 1699,2. 1775,1. 1803,1. 2544,1. 2454,2. 2686,1. 3058,3. 3179,1. 3568,1. 3643,1. 4025,1.
Mali. Utilità e ragione dei mali in natura. 2599,1. 2661,1.
Malinconia. 142,1. 460,1. 931,1. 1690,1. 1860,1. Solito effetto della musica, 2310,1.
Dovunque ella non regna nella poesia e letteratura moderna, n’è causa la debolezza d’ingegno degli autori. 2363,2.
Malizia. Furberia. 2259,1. 3945,1.
Malvagio. Vedi Innocente.
Manfredi. Sua Lirica. 28,1.
Maraviglia. 23,2. 1916. marg.
Marcaurelio. 2295.
Perché scrivesse il suo libro in greco. 2166,1. 2624.
Marcaurelio e Federico: parallelo della filosofia antica e della moderna sul trono. 4096,3.
Martiri. Vedi Spartani.
Matrimonio. 283,1.
Mattino. 151,3.
Medicina. 1980,1.2. 4136.
Memoria. 1103,1. 1177. 1255,1. 1364,3. 1370,1. 1378,2. 1383,2.3.

1453,1. 1508,1. 1523,1. 1552,3. 1631,1. 1657,1. 1675,2. 1697,1. 1716,1. 1717,2. 1718,1. 1733,2. 1764,2. 1765,1. 1775,2. 1951,1. 2028,1. 2046,1. 2047,1. 2110,1. 2378,1. 2401,1. 3345,1. 3737,1. 3950,1.2.
Arte della memoria. 2378,1.
Mente umana. Sua potenza somma, specialmente nelle speculazioni astratte1627,8. 2941,1. 3171,1.
Menzogna, Mentire. 2386,2.
Meridionale. Vedi Caratteri meridionali. Settentrionali. Orientali.
Metafore. 1702. segg. 1917,2. 2005,1. 2468,1. 2721,2. 3717,1. Metastasio. 701. 3949,2.
Metodo, amato dai fanciulli e dagli uomini d’immaginazione. 211,3. 212,2. 1588,1. 4259,5.
Dai disperati rassegnati. 620.
Da tutti. 298-9.
Dai solitari, e tanto più quanto l’uomo è meno occupato o divagato. 3410,1.
Nocivo alla tranquillità della vita ec. 4259,5.
Militari, inclinati alle donne, agli amori, alla compassione ; individui e nazioni. 3765,1.
Mire (le) dell’uomo tanto più si stendono, quanto meno di vita egli si può promettere; e viceversa. 3265,1.
Misantropia. È distrutta da un sorriso, da una gentilezza. 1727,2.
O misantropi o egoisti bisogna inevitabilmente divenire. 1913,1.